Mar09172019

Aggiornamento:09:04:55

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 20 agosto 2019

News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 20 agosto 2019

 

MEMORIAL OLIVIERO VALCELLI

Cinquanta chilometri di fuga solitaria sui sessanta che costituivano il percorso di gara e l’arrivo braccia al cielo nel centro abitato di Pietralunga. Mattia Fraternali (Scott Team Granfondo), marchigiano di Smirra di Cagli, conquista così il suo secondo successo stagionale nel 27° Memorial Oliviero Valcelli (gara svoltasi sotto l’egida di CSAIn Ciclismo)precedendo Gradinaru Birgu Alexandru e Alessandro D’Andrea (Studio Moda).

A sinistra Mattia Fraternali (Scott Team Granfondo) vincitore della prima partenza. “Ieri ho partecipato al Gran Premio Capodarco Amatori, la gara che precedeva il prestigio evento Under 23, dove ho provato la fuga a metà gara, prima di essere raggiunto dal resto del gruppo. Durante la gara marchigiana ho avuto buone sensazioni e ho deciso di partecipare oggi a questa manifestazione. Volevo vincere e ho allungato dopo dieci chilometri di gara tagliando il traguardo a braccia alzate e in perfetta solitudine”. Sul primo gradino del podio femminile Azzurra D’Intino (Pedale Elettrico)

Nella seconda partenza successo di Stefano Ferminelli, davanti a Daniele MencarelliUmbro Giacinti. Tra le donne vittoria di Azzurra D’Intino (Pedale Elettrico) che conquista il secondo successo consecutivo in due giorni di gara. Al secondo posto Debora Morri, terza Maria Cristina Prati.

 

 

GIRO DEL CASENTINO

Sono tante 103 edizioni di una gara ciclistica. E’ il numero raggiunto quest’anno dal Giro del Casentino vinto da grandi campioni del pedale come Fausto Coppi che si aggiudicò la gara 80 anni or sono.

Proprio ricordando l’impresa del “Campionissimo” è stata percorsa la salita di Camaldoli lungo la quale (allora la strada era sterrata) Coppi staccò tutti e giunse ad Arezzo con 5 minuti e venti di vantaggio sugli inseguitori. Il Giro del Casentino 2019, in passato vinto anche da Gino Bartali e Gastone Nencini, è stato firmato dall’aretino Manuel Pesci che ha così regalato al prima vittoria stagionale al Team Malmantile La Seggiola.

Una vittoria. aggiungiamo, meritatissima conquista al termine di una gara impegnativa condotta a 42 di media e che premia un corridore bravissimo per tutta la stagione con la conquista di numerosi piazzamenti, l’ultimo dei quali prima del successo sul traguardo di Corsalone, il quinto posto giovedì scorso ella Firenze-Viareggio.

Grandissima la gioia del vincitore, dell’intero staff dirigenziale di Malmantile presieduto da Luciano e Elisa Lari e del direttore sportivo, l’ex professionista Gennaro Maddaluno. La vittoria di Pesci, ottimo velocista non è stata facile in una gara con 156 partenti dei 167 iscritti, mentre il traguardo di Corsalone località a due passi da Bibbiena è stato tagliato da 71 corridori.

Dietro a Pesci si è classificato Quartucci del Team Cinelli, quindi l’umbro Corradini ed il recentissimo vincitore della gara internazionale di Capodarco Zana, seguito a sua volta da Radice e Mazzucco, ovvero altri due recenti e brillanti vincitori nel panorama ciclistico dilettanti.

Il Giro del Casentino prevedeva l’ascesa di Sarna, quindi il passaggio nel centro di Arezzo davanti al Duomo, quindi la lunga e impegnativa salita di Montanino di Camaldoli. Alla fine una gruppo di atleti è rimasto sulla testa della corsa e Pesci si è dimostrato il più forte di tutti in volata mentre esplodeva la gioia nel clan biancorosso del Team Malmantile per questa prima vittoria stagionale.

ORDINE DI ARRIVO: 1. Manuel Pesci (Team Malmantile La Seggiola) Km. 170, in 4h02’49”, media 42,007; 2. Lorenzo Quartucci (Team Cinelli); 3. Michele Corradini (Team Fortebraccio); 4. Filippo Zana (Sangemini-Trevigiani); 5. Raffaele Radice (VPM Porto Sant’Elpidio); 6. Fabio Mazzucco (Sangemini-Trevigiani); 7. Walter Ghigino (Team Cinelli); 8. Andrea Di Renzo (VPM Porto Sant’Elpidio); 9. Gianni Pugi (Sangemini- Trevigiani); 10. Evgenii Tikhonin (Nazionale Russia).

 

 

 

TEAM F.LLI GIORGI

Il Team F.lli Giorgi ha vissuto un’altra domenica ricca di piazzamenti. Il più importante è arrivato dalla terza e penultima prova del 71° Giro della Provincia di Como per Allievi corsa oggi a Vertemate con Minoprio, nel Comasco. Successo di Alex Bono della Progetto Ciclismo Rodengo Saiano, mentre il comasco Alessandro Ceci (Uc Figinese), torna al comando della classifica generale a punti.

Il 59° Trofeo Caduti Vertematesi ha visto piazzarsi al terzo posto Fabio Florian (Team F.lli Giorgi), preceduto anche da Sebastiano Minoia (Velo Club Sarnico). Ottimo piazzamento sul podio e grande prestazione quella di Florian che al termine della manifestazione ha indossato la maglia a pois di leader della classifica degli scalatori del Giro della Provincia di Como.

Per quanto riguarda la squadra Juniores, doppio impegno: alla Venaria – Sestriere quarto posto di Nicola Plebani, mentre al quinto si è classificato il compagno Alessio Martinelli.

Nel 17° Gran Premio DMT – 7° Gran Premio Alé, gara nazionale per la categoria Juniores corsa a Castel d’Ario, nel Mantovano, ottavo posto di Andrea D’Amato.

Lo stesso D’Amato si era classificato al sesto posto del 1° Memorial Beppino Dante di Albese con Cassano (Co) nel giorno di Ferragosto. Decimo posto per Federico Chiari.

 

 

NAZIONALE ITALIANA CDM TRIAL VAL DI SOLE

Convocati gli azzurri per la Coppa del Mondo di Trial in Val di Sole, dal 19 al 26 luglio. Il Coordinatore Squadre Nazionali Davide Cassani, su indicazione del Commissario Tecnico Angelo Rocchetti, ha indicato i seguenti atleti:

BANI DIEGO - CARAVAGGIO OFFROAD
BONALDA MARCO - CARAVAGGIO OFFROAD
PORCARIO GIULIO - ASD CONDOR TEAM
TITLI SIMONE - ASD CONDOR TEAM

La squadra sarà diretta dal CT Angelo Rocchetti. Ritrovo: il 20 agosto alle ore 11.00 presso Hotel Vittoria, via Pizzano 67, Vermiglio (TN)

 

 

 

NAZIONALE ITALIANA MONDIALI MTB

Si terranno dal 28 agosto al primo settembre a Mont Sainte Anne in Canada i Mondiali MTB. In palio 13 titoli, compresi due di E-MTB (uomini e donne). Oggi sono state formalizzate le convocazioni.

Per quanto riguarda il Downhill, Roberto Vernassa ha indicato i seguenti atleti:

Eleonora Farina - Giangis Team Free Bike Erbusco;
Davide Palazzari - Team Scoutbike.com;
Loris Revelli - Team Cingolani;
Johannes Von Klebelsberg - ASC Tiroler Radler Bozen;
Veronika Widmann - BMX Team Alto Adige Sudtirol.

La squadra sarà diretta dal CT Roberto Vernassa.

Per quanto riguarda il crosscountry, Mirko Celestino punterà su:

Simone Avondetto - Silmax Racing Team
Martina Berta - Centro Sportivo Esercito
Gioele Bertolini - Centro Sportivo Esercito
Luca Braidot - CS Carabinieri
Daniele Braidot - CS Carabinieri
Nadir Colledani - Bianchi Countervail
Andrea Colombo - Velo Club Monte Tamaro
Gioele De Cosmo - Team Trek Selle San Marco Tonello
Gerhard Kerschbaumer - Torpado Ursus
Eva Lechner - Centro Sportivo Esercito
Nicole Pesse - Pila Bike Planet
Greta Seiwald - Santa Cruz FSA MTB Pro Team
Chiara Teocchi - Centro Sportivo Esercito
Davide Toneatti - Jam's Bike Team Buja
Andreas Emanuele Vittone - Velo Club Monte Tamaro.

La squadra sarà diretta dal DT Mirko Celestino.

Al termine dei Mondiali alcuni azzurri parteciperanno alla prova di Coppa del Mondo XCO a Snowshoe (USA). Sono stati convocati:
Luca Braidot - CS Carabinieri
Daniele Braidot - CS Carabinieri
Eva Lechner - Centro Sportivo Esercito

Intenso come sempre il programma del Mondiale e che quest'anno prevede anche l'assegnazione del titolo E-MTB. Di seguito giorno e ora delle finali, con l'avvertenza che il fuso orario del Canada è di 6 ore in ritardo rispetto all'Italia:

MERCOLEDI' 29 AGOSTO
12,30 - Team Relay XCO
14,15 - E-MTB Uomini
16,30 - E-MTB Donne

GIOVEDI' 30 AGOSTO
13,00 - XCO Donne Juniores
15,00 - XCO Juniores

VENERDI' 31 AGOSTO
15,30 - XCO U23

SABATO 1 SETTEMBRE
10,00 - XCO Donne U23
12,15 - XCO Donne Elite
14,45 - XCO Elite

DOMENICA 2 SETTEMBRE
9,30 - DH Donne Juniores e Juniores
13,00 - DH Donne Elite
14,00 - DH Elite

 

 

COPPA AGOSTONI - GIRO DELLE BRIANZE

Si avvicina la Coppa Ugo Agostoni – Giro delle Brianze – Gran Premio Banco BPM. La classica è in programma sabato 14 settembre con partenza e arrivo a Lissone (Monza Brianza), sulla distanza di 195,500 chilometri. Anche quest’anno gli organizzatori dello Sport Club Mobili Lissone hanno optato per il percorso comprendente nella fase centrale un circuito di 24, 500 chilometri da ripetere 4 volte. Il circuito della Brianza Lecchese comprende le scalate a Sirtori, Colle Brianza e Lissolo. Significa che in un segmento di gara di 98 chilometri andranno superate 12 salite. In particolare, Colle Brianza e Lissolo hanno tratti molto impegnativi. “La Coppa Agostoni – assicura Davide Cassani, supervisore delle Nazionali azzurre e commissario tecnico dei professionisti – ha un profilo altimetrico che è più impegnativo di quello del Campionato del Mondo 2019 in Inghilterra. La gara di Lissone costituirà un test molto importante per le mie valutazioni strategiche in vista del Mondiale”. Le 12 salite nel segmento di 98 chilometri non consentiranno recupero. “Sarà come affrontare gli ultimi 100 chilometri del Mondiale”, ribadisce Cassani, che da corridore trionfò nelle edizioni 1991 e ’93 della Coppa Agostoni. “Difficile ipotizzare ora come verrà affrontata dai protagonisti la Coppa Agostoni 2019. Di certo il finale favorisce il recupero. Comunque l’anno scorso l’ha vinta Moscon che è stato in gara il corridore che più ha creato selezione con attacchi sulle salite e nel tratto finale”. Anche quest’anno la Coppa Agostoni è compresa nel Trittico Regione Lombardia; le altre prove sono Coppa Bernocchi e Tre Valli Varesine.

 

 

 

ASSALI STEFFEN OMAP

Per una formazione juniores è una consuetudine quella di sapersi rinnovare stagione dopo stagione senza perdere di vista la propria filosofia di squadra e la propria mission; in questo a Cadidavid, da oltre 40 anni, sono all’avanguardia avendo trasmesso ad intere generazioni di atleti i valori di uno sport esigente ed affascinante come il ciclismo.

Anche in vista della stagione 2020 l’Assali Stefen Omap è pronta a rinnovarsi e a rinforzare la propria rosa: “Abbiamo scelto di allargare la nostra formazione per poter garantire a tanti ragazzi l’opportunità di mettersi alla prova nella categoria juniores” ha anticipato il team manager Marcello Girelli. “Grazie all’appoggio e al sostegno di tutti i nostri sponsor abbiamo la possibilità di dare ampio respiro all’attività che abbiamo portato avanti con passione in tutti questi anni; per questo ci siamo mossi con largo anticipo per programmare un nuovo ciclo che consenta ai nostri giovani talenti di crescere gradualmente e con serenità. E’ stato un piacere tornare ad incontrare Stefano Casagranda, oggi papà di Niccolò e presidente del Vc Borgo, che all’inizio degli anni ’90 ha vestito la maglia del Gs Cadidavid prima di diventare uno dei professionisti più apprezzati del gruppo”.

Incassata la riconferma di Alessandro Rampo, Alberto Zenati, Giacomo Zenoni e Lorenzo Zumerle gli uomini del presidente Alberto Murari, in questi mesi, hanno monitorato con grande attenzione il movimento degli allievi per scegliere i nuovi elementi che andranno a comporre la rosa della Assali Stefen Omap 2020. Un gruppo che si è radunato per la prima volta nei giorni scorsi presso il quartier generale della Assali Stefen per ricevere il benvenuto ufficiale del patron Alberto Bertagnoli.

A Cadidavid (Vr), dalla categoria allievi, arriveranno Edoardo ZamperiniGianmarco Carpene che provengono dal vivaio della Officine Alberti Uc Val d’Illasi a cui si aggiungerà un altro veronese, Daniele Pandolfo cresciuto tra le fila della Hawaiki Roncà. A questi tre atleti si unirà un sestetto molto interessante proveniente dal Veloce Club Borgo composto da Emil Giovannini, Davide Cetto, Maurizio Cetto, Andrea Dalvai, Marco Andreaus e Niccolò Casagranda.

Arrivi promettenti che già fanno sognare in grande il numero uno della Assali Stefen Omap: “Con questi nove atleti andremo a rinforzare la nostra formazione per essere all’altezza della storia e del blasone di questa società. Lo spirito di gruppo e la voglia di mettersi in luce saranno sempre i nostri caratteri distintivi così come la serenità che consente ai giovani di maturare in maniera graduale. In nostro obiettivo per il 2020 è quello di costruire una squadra di qualità più numerosa rispetto al recente passato: con questi innesti abbiamo già a disposizione una rosa di 13 atleti ma qualche altra bella novità potrebbe arrivare già dalle prossime settimane” ha spiegato il presidente Alberto Murari.

“Tutti gli atleti che arriveranno a Cadidavid dalla categoria allievi sono stati scelti perchè hanno dimostrato di avere i numeri e il carattere necessari per emergere anche tra gli juniores. Zamperini, Andreaus, Dalvai e Casagranda sono quelli che sino ad oggi hanno ottenuto i risultati migliori ma anche gli altri non sono da meno. Anzi hanno degli ampi margini di miglioramento sui quali inizieremo a lavorare già dai mesi invernali per farci trovare pronti e competitivi sin dalla prima gara del 2020″ hanno concluso con entusiasmo i ds Nicola Menegolo e Tommaso Pomini.

 

 

CYCLING TEAM FRIULI - TOUR DE L'AVENIR

Giovanni Aleotti si veste di giallo al Tour de l’Avenir: il ferrarese del Cycling Team Friuli che sta correndo la corsa a tappe transalpina valida quale ultima prova di Coppa delle Nazioni con la casacca della nazionale italiana Under 23 diretta dal ct Marino Amadori è stato bravo a stare con i migliori in salita, una quindicina di atleti, nel corso della sesta tappa che da Saint Julien si è conclusa a Privas. 124 chilometri che hanno cambiato gli equilibri in classifica generale e che, dopo la crisi del francese Simon Guglielmi hanno consegnato le insegne del primato proprio all’azzurro Aleotti.

Il ragazzo italiano che già da due tappe si trovava al secondo posto della classifica generale ad appena un secondo dal leader della corsa, somma così la maglia gialla a quella a pois di leader dei Gran Premi della Montagna, classifica speciale che rimane saldamente nelle mani di Aleotti alla vigilia delle ultime quattro difficili e decisive tappe alpine.

“Vestire questa maglia gialla è una emozione unica per me. E’ un sogno che si realizza e sono felicissimo di esserci riuscito. Nei prossimi giorni cercherò di difenderla nel migliore dei modi possibili anche se so che sarà difficilissimo perchè ci sono ancora tantissime salite da scalare prima di giungere al traguardo finale”
ha confidato dopo la premiazione di giornata, Giovanni Aleotti.