Sab07202019

Aggiornamento:08:11:07

Back Cicloturismo

Cicloturismo

Non solo bicicletta alla Randonee di Fiano Romano

Tutti in sella in bicicletta all’alba di domenica 23 giugno: la Randonnèe Fiano Romano - Campotosto in memoria di Luciano Giuliano è ai nastri di partenza per chi gradisce pedalare in relativa tranquillità senza l’assillo del tempo gara e della classifica lungo l’itinerario di 142 chilometri con un dislivello complessivo di 2680 metri: partenza da Fiano Romano tra la Sabina Romana e la valle del Tevere, a seguire la Sabina Reatina con i passaggi in mezzo alle vallate dei fiumi Velino e Aterno, sfiorando le porte del capoluogo abruzzese, gli impegnativi tornanti di Arischia e la “Cima Coppi” al Passo delle Capannelle fino a Campotosto (L’Aquila), la meta di arrivo che solo il nome significa relax, aria di montagna, buona cucina e la vista mozzafiato sul lago.

Partita ieri sera l'Eroica X36

E’ iniziata alle ore 21 di ieri sera la straordinaria avventura a pedali degli eroici partecipanti alla 36 ore dell’EroicaX36, la nuova proposta degli organizzatori dell’Eroica e degli appassionatissimi dirigenti sportivi di Buonconvento (SI) che hanno allestito questo evento che suscita fortissime emozioni di tutti i tipi, non solo sportivi. Ieri sera sono partiti in quattordici per affrontare l’impegno in solitaria, un numero di grande interesse per il movimento chiamato a questa che si propone come la sfida delle sfide, per ora solo italiana ma che già dal prossimo anno sarà proposta all’intero ed infinito mondo dei veri amanti del ciclismo di forti valori. Oltre ai partecipanti in solitaria in gara ci sono quelli organizzati in squadre in cui prevale lo spirito di gruppo e il sostegno dei compagni che, invece di riposare, rimangono sul circuito per incitare la fatica del compagno in corsa.

Memorial Corzani: tutto pronto

Cesena (Fc) – Ancora pochi giorni e il circuito di granfondo cicloturistiche Romagna Sprint vivrà il suo terzo atto. Si tratta del 12° Memorial Antonio Corzani organizzato il 16 giugno a Cesena dall’Asd Ars et Robur. Il pacco gara conterrà pasta, integratori, spray WD-40 e una confezione di detersivo. Partenza alla francesedall’Ippodromo del Savio (sede anche d’arrivo) dalle 6,30 alle 8. L’iscrizione è di € 7. Tutti i tracciati (130 chilometri, 93 chilometri e 60 chilometri) usufruiranno del ristoro di Rocca delle Caminate, dove i partecipanti troveranno tartine, spianata, pasticcini, crostate, pompelmi, banane e bibite. Al ristoro di Galeata(previsto sia per il lungo sia per il medio) i ciclisti troveranno sempre cibi dolci e salati, frutta, bibite e sali minerali. Solo per il lungo, invece, è previsto il ristoro di Passo del Carnaio, che presenta lo stesso menù degli altri. Per i partecipanti al percorso di 130 chilometri è previsto anche un ristoro idrico a Mercato Saraceno, che senza dubbio sarà molto gradito in caso di giornata particolarmente calda. Chi vorrà, però, potrà anche fermarsi alle fontane di acqua fresca presenti lungo il tracciato. Via poi con il pranzo finale, il cui menù prevederà pasta calda, panino con salumi, dolce e caffè. Il tutto allietato da musica dal vivo.

La festa del cicliturismo a Pizzighettone

Grande era l’attesa per quest’evento in una data storica per il calendario cicloturistico cremonese e d’importanza nazionale non solo per l’inserimento come Tappa del Campionato Italiano di Fondo Cicloturistico: il 2-Giugno e’ la Festa della Repubblica, ma a Pizzighettone (CR) e’ la Festa del CicloTurismo. Sono stati ben 303 i ciclisti che a partire dalle 07:00 di questa tranquilla domenica mattina finalmente di sole sereno si sono via via concentrati in Piazza del Comune, schierati in un lungo serpentone colorato e vociante, pronti a seguire l’imponente scorta tecnica dell’organizzazione (ben 6 auto e 10 moto a garantire sicurezza e assistenza lungo il percorso) nei classici 86 km a spasso per la provincia visitando i castelli di Pizzighettone, Soncino, Crema, Castelleone, percorrendo alcuni tratti di caratteristici boschi golenali.

Ancora a segno a Rastignano

Bologna - Un fine settimana con temperature accettabili, quasi estive, ha consentito ai cicloturisti di pedalare sulle strade della provincia di Bologna . Prima sabato 8 giugno si è svolto il raduno intitolato ad Athos Guidastri con iscrizione presso la Festa dell’Unità di Carteria di Sesto a Rastignano. Sono risultati iscritti 287 ciclisti ,160 dei quali hanno effettuato il percorso che li ha portati al punto di controllo e ristoro al bivio fra Loiano e Monzuno sulla fondovalle Savena. Al primo posto si è classificata la Ciclistica Bitone con 53 iscritti e 153 punti conquistati, al secondo posto la Pol. Lame Vibolt con 58 punti e al terzo la Ciclistica Due Torri con 52 seguita da Trigari, Avis Baricella, Forti e Liberi, Cavazza, Avis San Giorgio, Avis San Lazzaro, SBBC. Domenica 9 giugno invece si è svolta la prima prova del trittico di medio fondo bolognesi, il Giro dei due bacini per l’organizzazione della Ciclistica SBBC. La manifestazione prevedeva due percorsi, il corto fino alla località di Pontelocatello per complessivi 50 Km e il medio di complessivi 110 Km fino a Castiglione dei Pepoli. La Ciclistica Bitone ha fatto il bis e dopo la vittoria del giorno precedente ha portato 83 ciclisti sui due percorsi , ottenendo così 245 punti in totale. Piazza d’onore per la Trigari con 147 punti e a seguire Sasso Marconi 132, Avis Baricella 72, Azzurra 68, SBBC 67, Pol. Lame Vibolt 65, Leopardi 60, Mangia e Bevi e Curiel 50. Domenica prossima appuntamento con il Trofeo Carini, raduno previsto a Casalecchio di Reno per l’organizzazione della Ciclistica Curiel.