Lun10142019

Aggiornamento:06:16:38

Back Nuovo

Nuovo

PRONOSTICO INCERTO PER L’EDIZIONE NUMERO 61 DEL G.P. PECCIOLI-COPPA SABATINI

Tutto pronto a Peccioli per l’edizione numero 61 della classica della Valdera. Il GP Peccioli-Coppa Sabatini vivrà a breve le operazioni preliminari e la partenza ufficiosa presso gli Impianti Sportivi, da dove si trasferirà alle ore 11.00 per attraversare il centro storico e raggiungere Piazza del Carmine. Qui, intorno alle ore 11.15, sarà dato il via ufficiale.

IL TROFEO SALVATORE MORUCCI A FRANCESCO BALDI

Una nuova veste per la 52° edizione del Trofeo Salvatore Morucci-1°Memorial Armando Morucci che ha richiamato ai nastri di partenza oltre una quarantina di ragazzi della categoria juniores provenienti da Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo, Campania e Puglia che si sono dati battaglia sugli 81 chilometri (percorso tra San Martino al Cimino, Viterbo, Arlena di Castro, Piansano, Tuscania, Viterbo, Tobia e ritorno a San Martino) della gloriosa manifestazione che ha ricordato il campione degli anni ‘50/’60 Salvatore (glorioso portacolori dell'A.S. Roma Ciclismo, vincitore di 70 corse in carriera, morto a Monteporzio Catone nel 1961 durante una gara ciclistica) e il patron Armando venuto a mancare giusto un mese fa.

NEL LAZIO SI CHIUDE LA STAGIONE JUNIORES IN MEMORIA DI ARMANDO E SALVATORE MORUCCI

Salite, curve, un paesaggio splendido ed incontaminato come quello della Tuscia rendono il Trofeo Salvatore Morucci-Memorial Armando Morucci una competizione irrinunciabile non solo per gli addetti ai lavori del ciclismo ma per i tanti appassionati dello sport delle due ruote che da tanti anni si danno appuntamento a Viterbo.

 

Sono attesi circa una settantina di corridori della categoria juniores pronti a sfidarsi lungo il percorso di 81 chilometri con partenza e arrivo a San Martino al Cimino attraversando in successione le località di Viterbo, Tuscania, Arlena di Castro e Piansano oltre a chiudere in bellezza la stagione ciclistica in terra laziale.

C’è soddisfazione in casa GS Salvatore Morucci per aver raggiunto un discreto numero di partecipanti in un’edizione che, per varie vicissitudini, rischiava di saltare. Con la ferma volontà degli organizzatori, è stata recuperata come gara regionale per juniores portando nel cuore il ricordo di patron Armando (venuto a mancare il 5 settembre scorso) e del campionissimo degli anni 50 Salvatore scomparso nel 1961 a seguito di un incidente stradale durante una corsa a Trani in Puglia.

L’edizione numero 52 del Trofeo Salvatore Morucci-Memorial Armando Morucci è reso possibile dal fondamentale patrocinio concesso della Regione Lazio, dal Comune e dalla Provincia di Viterbo, sotto l’egida del Coni e della Federciclismo Lazio, così come sostanziale la sinergia delle associazioni coinvolte e dagli sponsor Due Emme Edilizia, Settimi Costruzioni Srl, Angelo Anselmi Srl-Lavori Edili Stradali, Gruppo Berner, Centro Edilizia De Rosa, Panificio Turchetti, Banca di Viterbo, TusciAmbiente, Ingrosso Ortofrutticolo Posti Paolo, Pescheria Perla dei Cimini, Ciemme Carni, Industria Boschiva Fratelli Baggiani, Banca Credito Cooperativo di Ronciglione, Bar Novecento, Balletti Park Hotel, Tuscanbloc, Edilponteggi di Bernabucci Giuseppe, Coiffeur Alessandro, Hostaria La Pergoletta, Ferramenta Sandro Aquilani, La Bottega del Norcino, Tavola Calda di Gaetani Emiliano, Edilwood-Tecnologie del legno, Due Emme Edilizia Srl e Settimi Costruzioni.

 

PROGRAMMA DOMENICA 6 OTTOBRE

Ritrovo: San Martino al Cimino (Viterbo)  a Piazza Buratti dalle 7:45

Verifica Licenze: San Martino al Cimino  presso la Sede Circoscrizionale in Piazza Buratti dalle ore 7:45 alle ore 9:00

Riunione Tecnica:  Sede Circoscrizionale alle ore 9:15

Partenza Ufficiosa: ore 10:15 con trasferimento turistico di 7 chilometri (San Martino al Cimino, Via Sammartinese, Viterbo-Strada Pietrare, Via Vetralla, Via di Porta Fiorita, Vico Squarano, Strada Bagni)

Partenza Ufficiale:  Viterbo in Strada Bagni davanti lo Stabilimento Ecologico alle 10:30

Arrivo: San Martino al Cimino in Via Doria alle 12:45 circa

 

LE SQUADRE PARTECIPANTI

Cycling Team Coratti, Civitavecchiese Fratelli Petito, Sezze Ortopedia Salati, Time Bike Alto Lazio, Cicli Montanini Alice Ceramica Frw (Lazio); Asd Euro 90 Sacilese, Postumia 73 Dino Liviero Campania, Polisportiva Flessofab (Campania); Progetto Calabria (Calabria); Pedale Santegidiese (Abruzzo); Gruppo Ciclistico Martina Franca (Puglia); Nucleo Gioventù Potenza (Basilicata); Fonte Collina Cycling Team (Marche); UC Petrignano (Umbria).

 

ALBO D’ORO

1962 Sergio Cartoni

1963 Maurizio Moschini

1964 Fabrizio Cartoni

1965 Fausto Serafin

1966 Carlo Brunetti

1967 Angelo Coletto

1968 Angelo Coletto

1969 Tullio Rossi

1970 Lucio Cassi

1971 Giovanni Martella

1972 Giovanni Martella

1973 Giuseppe Fratini

1974 Mario Perna

1975 Severino Paris

1976 Egidio Vallati

1977 Claudio Corti

1978 Cesare Sartini

1979 Giuseppe Lanzoni

1980 Giovanni Moro

1981 Ennio Salvador (Ita)

1982 Valery Chapligin (Urss)

1983 Pavel Bartkowick (Polonia)

1984 Vladimir Kozarek (Cecoslovacchia)

1985 Angelo Canzonieri

1986 Antonio Fanelli

1987 Eddie Salas (Australia)

1988 Vladimir Poulnikov (Urss)

1989 Angelo Citracca

1990 Michele Bartoli

1991 Desiderio Voltarel

1992 Renato Falcinelli

1993 Gianluca Brugnami

1994 Mauro Sandroni

1995 Andrea Patuelli

1996 Nicola Castaldo

1997 Maurizio Vandelli

1998 Maurizio Vandelli

1999 Giuseppe Bracci

2000 Cristian Marianelli

2001 Giulio Tomi

2002 Maurizio Varini

2003 Domenico Quagliarello

2004 Konstantin Siutsou (Bielorussia)

2005 Luigi Sestili

2006 Fabio Terrenzio

2007 Fabio Terrenzio

2008 Fabio Taborre

2009 Alexandre Filippov (Russia)

2010 Stefano Di Carlo

2011 Fabio Aru

 

Così nel 2012: 1° Donato De Ieso – 2° Alessio Taliani – 3° Luca Benedetti

AI NASTRI DI PARTENZA IL 52°TROFEO MORUCCI DALL’ALTO VALORE SIMBOLICO

Cinquantaduesimo Trofeo Salvatore Morucci-1°Memorial Armando Morucci: tanta storia ciclistica alle spalle, quest’anno ancor di più legata alla figura di patron Armando venuto a mancare il 6 settembre scorso.

COPPA CAIVANO: SETTANTOTTO EDIZIONI E NON SENTIRLE

Con un nome che rappresenta un riferimento a livello nazionale, dal lontano 1910 ha segnato pagine memorabili di storia sportiva nonostante le interruzioni a cavallo delle due Guerre Mondiali e negli anni Sessanta: l’intramontabile Coppa Caivano ha sempre proposto agonismo e fascino in un connubio con il percorso cittadino tra Caivano e Afragola che è fatto proprio apposta per accogliere una competizione di ciclismo e applaudire a lungo i futuri campioni del pedale.

Altri articoli...