Sab07202019

Aggiornamento:08:11:07

MTB

Ha preso il via il quarto Memorial Romano Scotti

 

E’ tutto pronto per la sesta prova di Coppa del Mondo di Ciclocross che si svolgerà domani all’interno della meravigliosa cornice dell’Ippodromo delle Capannelle di Roma. Lungo il percorso di 3,2 km allestito dall’Asd Romano Scotti, società organizzatrice dell’evento, si daranno battaglia i grandi mostri sacri del ciclocross internazionale: gli appassionati avranno la possibilità di vedere da vicino il campione del mondo Sven Nys, l’ex iridato Niels Albert, il vincitore dello scorso anno Kevin Pauwels e il nostro Marco Aurelio Fontana, che dopo il podio della precedente stagione vuole provare a riconfermarsi ad alti livelli in una competizione di ciclocross internazionale.

Trofeo Metabos Fidas: l’evento che conferisce valore aggiunto al territorio e alla storia di Metaponto

Lunedì 6 gennaio si festeggia il gradito ritorno del ciclocross a Metaponto (Matera) sulle terre che un tempo furono le colonie greche e che hanno subito, giusto un mese fa, molti disagi per il  maltempo che ha indotto gli organizzatori al rinvio forzato della gara a seguito delle alluvioni nelle zone circostanti.

Il Memorial Cosimo Gianfreda si presenta: a Tuglie in palio i titoli regionali FCI pugliesi del cross

Si inizia a respirare aria di ciclocross a Tuglie (Lecce), nel tacco d’Italia, adagiato sul versante ionico della fascia collinare delle Serre Salentine.

Cresce l'attesa per Roma 2014, oggi la conferenza stampa

La Capitale si prepara ad accogliere le stelle mondiali del ciclocross. La quarta edizione del Memorial Romano Scotti si svolgerà il 4 e 5 gennaio all’interno dell’Ippodromo delle Capannelle e sarà valevole per la sesta e penultima prova della Coppa del Mondo di Ciclocross. La manifestazione, organizzato dall’Asd Romano Scotti, promette di essere il principale evento ciclistico italiano del 2014.

Assietta Legend: c'è una leggenda da scoprire

La grande mountain bike ritorna a Sestriere, dove i campioni del pedale hanno scritto pagine epiche del ciclismo: tra questi grandi atleti ritroviamo anche i bikers che si sono misurati nel Tour dell’Assietta. Dopo essersi presa un periodo sabbatico a seguito di 25 anni di ininterrotta attività, la tradizionale gara valsusina torna nel 2014 alla ribalta del panorama offroad con un nuovo format. Stretta, strettissima la collaborazione con la gara più amata del nord ovest d’Italia: la Mountain Classic. Dopo aver celebrato la ventesima edizione in quel di Sauze d’Oulx, infatti, la Mountain Classic rivolge lo sguardo al colle di Sestriere per dare continuità all’esperienza maturata in un nuovo contesto di assoluta importanza. Leggendarie radici storiche e grandi successi organizzativi sono, quindi, il background comune del progetto Assietta Legend. L'evento che ne scaturisce – ovvero l’Assietta Legend - mette a fattor comune la ventennale esperienza di due tra i più significativi comitati organizzatori della nostra Penisola. Con il nuovo e più ambizioso obiettivo di riportare la grande mountain bike di casa in alta Valle di Susa.

La Valle di Susa evoca senza dubbio uno dei suoi principali simboli: Sestriere, la località identificativa delle Olimpiadi di Torino 2006 nonché meta obbligata del grande ciclismo.

Va da sé che la cornice di questo nuovo evento è quanto di meglio si possa pensare per mettere al servizio dei bikers l’esperienza dei due eventi. Decisamente semplice ma efficace la ricetta: due grandi comitati organizzatori da anni ai vertici dell'off road che, con la collaborazione dello Sci Club di Sestriere, unisco i propri sforzi andando a fondare il comitato “Assietta Bike Eventi” per dar vita all'Assietta Legend. Attenzione quindi che le sorprese non mancheranno di certo! Una sfida che i bikers sapranno sicuramente cogliere grazie alla proposta di una gara unica dotata di un percorso di alta montagna spettacolare, completo, panoramico, duro e divertente. Sin dalla sua prima edizione la competizione si misura, infatti, con un percorso marathon di 85 km in grado di esaltare tutta la bellezza ed i paesaggi mozzafiato dell’Alta Valle di Susa, ripercorrendo i punti salienti e più suggestivi di entrambe le gare.

 

Veniteci a trovare su www.assiettalegend.it

Fabia Sartori