Lun06182018

Aggiornamento:02:07:32

L’Iron Bike al cospetto di Federico II di Svevia

 

 

Dopo i trulli di Alberobello tocca ad un altro monumento dell’Unesco ospitare gli amanti della mountain-bike: la prova generale del percorso di domenica 11 marzo proietta il circus dell’Iron Bike ai piedi del castello medievale più emblematico d’Italia. Nel cuore dell’Alta Murgia, all’ombra del maniero Federiciano di Castel del Monte, domenica 18 marzo gli amanti della mountain bike si sfideranno nella seconda tappa del campionato Iron Bike. Ma l’evento, organizzato dalla New Bike Andria, va ben oltre l’aspetto meramente agonistico, perché consente ai partecipanti una full immersion nella natura autentica dell’Alta Murgia, respirando aria di cultura e di mandorli in fiore, pedalando sui sentieri nascosti dell’acqua (il canale principale dell’Acquedotto Pugliese), scendendo nel fondo delle lame ed esplorando il sottobosco di querce.

L’APPUNTAMENTO – Ritrovo a partire dalle ore 7:30 presso il C.A.T. di Basile Giovanni (SS 170 Km 0,065 Dir. A). La partenza ufficiale è prevista alle 9:30. Operazioni logistiche e dopogara presso il Ristorante L’Imperatore, nei cui spazi avverrà la premiazione e sarà offerto un rinfresco a tutti i partecipanti. Confermata la prova per le E-BIKE, biciclette a pedalata assistita. La partenza della gara dedicata avrà luogo 10 minuti prima della corsa ufficiale.

PERCORSO RINNOVATO – Completamente rinnovato il percorso (47 km e 870 metri di dislivello), che dopo l’esperienza degli scorsi anni sulla Murgia di Torre Disperata torna a mettere al centro il Castel del Monte (previsti due passaggi nel bosco e sulla salita) e Lama Genzana (sede di uno dei single-track più lunghi e tecnici di tutta la regione, storico emblema delle gare murgiane in mountain bike. Tutta la prima parte, 30 km, è tecnica, veloce, e sostanzialmente in discesa (attenzione a due strappi spacca gambe delle fasi inziali), per poi cominciare la lunga ascesa di 15 km nella seconda parte. Presenti anche tratti di Murgia inediti, mai affrontati in una gara.
Attenzione all’altimetria, che può facilmente trarre in inganno. La conformazione del percorso necessita infatti un accurato dosaggio delle forze, specialmente nella prima parte. Il doppio passaggio dalla salita del Castel del Monte (uno strappo impegnativo di 960 metri con pendenza media del 7,6 %, punte massime del 19,4 % e fondo particolarmente insidioso) permette a tutti di prendere le misure per gli ultimi km di corsa, sicuramente tra i più spettacolari di tutto il percorso.

DEDICATO AI CICLOTURISTI – L’Iron Bike non è solo agonismo, ma anche cultura, passione per il territorio, piacere di pedalare in libertà. Per questo al programma di gara competitivo è abbinato un percorso di circa 30 km dedicato ai soli cicloturisti, per i quali non è prevista una classifica ma sono garantiti tutti i servizi di assistenza, compresi i ristori. Un’occasione imperdibile per pedalare in sicurezza nelle bellezze del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

ASD NEW BIKE ANDRIA, UNA GARANZIA – Società nata nel 2010, conta ad oggi quasi 50 iscritti, risultando essere una delle realtà cicloamatoriali più floride del Nord Barese. Dal punto di vista agonistico ha all’attivo ben 33 podi con 30 diversi atleti, risultando per ben due edizioni la società vincitrice del campionato a squadre dell’Iron Bike. In palmares anche le partecipazioni alle prestigiose Dolomiti Superbike, Sila Epic Marathon, Challenge delle cattedrali e gli atleti di spicco del 2018 sono Vincenzo Pietrangelo, Giacomo Scardigno, Antonio Giaconella e Leonardo Lombardi.
Ma la New Bike non è solo agonismo: la società, conosciuta nel settore per il clima gioviale con cui allieta le domeniche di gara in giro per la Puglia, si è fatta le ossa con l’organizzazione della prestigiosa gara di Castel del Monte, prima in affiancamento al team Eurobike e poi in totale autonomia.