Sab12142019

Aggiornamento:11:22:50

Percorsi ad hoc per la quarta edizione della Granfondo Mtb dei Bruzi

 

 

Sarà una domenica (4 agosto) di grande sport a Laino Borgo e già alla quarta edizione i feedback sono già positivi ancor prima di mettere in scena la Granfondo Mtb dei Bruzi.

Le adesioni da parte degli atleti e le numerose richieste di informazioni sull’evento lasciano presagire che avrà un importante richiamo a livello extra-regionale per l’abbinamento al circuito Bicinpuglia oltre al Calabria Mtb Challenge.

La manifestazione ha il suo cuore pulsante a Laino Borgo dove è nata e cresciuta coinvolgendo la vicina Laino Castello, le amministrazioni comunali e tutti i cittadini di entrambi i paesi, da sempre parte attiva di questo evento che rimane il punto di riferimento per la mountain bike ed anche uno stimolo per gli instancabili organizzatori dell’Asd Amici della Bicicletta Laino capitanati da Luigi Calvosa e Daniela Sirufo.

La gara regina è la granfondo di 50 chilometri, in alternativa si può scegliere la mediofondo di 30 chilometri e il percorso escursionistico di 20 chilometri, appetibili per tutti i bikers che vorranno impegnarsi al massimo o fare una semplice pedalata senza fretta.

Manca poco alla scadenza della quota agevolata di 25 euro per l’iscrizione, cifra che salirà a 30 euro sabato 3 agosto e la mattina di domenica 4 prima della partenza, per le donne 10 euro on line e 15 euro in loco.

 

 

I PERCORSI AI RAGGI “X”

La partenza sarà data alle 9:00 in Piazza Navarro, si seguirà per 8 chilometri la vecchia ferrovia Calabro-Lucana che conduce fino all antico borgo di Laino Castello, risalente alla seconda metà del VII o ai primi anni del VI secolo a.C. .

Non si è ancora certi se fu colonia della Magna Grecia, fondata dai superstiti della distruzione di Sybaris, o invece se fu fondata dai superstiti di Lavinium (città romana erede della greca Laos situata alla foce del fiume Lao) in fuga dalle incursioni barbariche, e abitato fino al1980, anno nel quale un terremoto costrinse la popolazione ad abbandonare il paese. Il biker che arriverà per primo nella Piazzetta del Borgo si aggiudicherà il premio dell “antico borgo Lavinium”. Da qui la prima deviazione che porterà gli escursionisti a tornare verso Laino Borgo. I bikers iscritti alla granfondo e alla mediofondo proseguiranno la loro gara fino ad arrivare in località Malarosa dove si attraverserà il geosito delle Gole del Fiume Lao (patrimonio dell’Unesco) passando anche sotto il famoso Viadotto Italia (ilpiù alto di Italia con i suoi 260 metri di altezza). In quel tratto si trovano strappi al 20% fino ad arrivare al Parco Avventura dove alberi secolari, funi e ponti sospesi faranno da sfondo. Dopo una trentina di chilometri i partecipanti al medio troveranno la deviazione per tornare verso il traguardo. Si transiterà nei pressi del rinomato Santuario delle Cappelle fondato da un devoto Pellegrino (Domenico Longo) che, di ritorno dalla Terra Santa, decise di far costruire nel suo territorio un santuario e alcune cappelline che riproducevano fedelmente i luoghi sacri da lui visitati. I bikers troveranno solo discese tecniche fini ad arrivare al all arrivo sempre in piazza navarro. Saranno cinque i single track (passaggi singoli) da affrontare: le Gole del Lao, Rena Bianca, Garrone, Antonio Orsini e San Foca (quest’ultimo nel tratto di ritrono verso il paese).