Presentata “la corazzata” mtb Cicli Taddei

 

 

La “toscanità” di quella che ormai tutti conoscono come “la corazzata toscana della mountain bike italiana” è stata al centro della giornata, sapientemente organizzata da patron Stefano Taddei, che ha visto coinvolti i 60 atleti della sua squadra, impegnati sia nella mountain bike che nell’enduro. Dopo aver velocemente ripercorso i risultati di un 2018 davvero eccezionale e ricco di successi, culminato nella vittoria ai Campionati Europei diAlexei Medvedev, sono stati presentati i protagonisti della stagione 2019, che comincia proprio domenica 3 marzo a Terontola con la Bacialla Bike per concludersi all’Elba il 20 ottobre con la Conquistadores Cup e negli stessi giorni alla Brasil Race, dove sono stati invitati a partecipare in coppia Medvedev e Failli. Ben quaranta gli appuntamenti 2019 della squadra toscana, che ha riconfermato il proprio trio di punta, composto appunto dal russo Alexei Medvedev e dagli italiani, toscanissimi, Francesco FailliFrancesco Casagrande, mentre fra le donne la punta di diamante, anch’essa riconfermata, sarà Elena Gaddoni. Molti gli ospiti che hanno fatto da cornice all’evento, dal presidente del Comitato Regionale Toscano della FCI Giacomo Bacci all’ex pro Alessandro Petacchi, che sarà impegnato in coppia con l’altro ex stradista Francesco Chicchi nella Cape Epic, la gara a tappe e a coppie in Mtb più dura e affascinante al mondo che si svolgerà in Sudafrica dal 17 al 24 marzo.

Fare meglio del 2018 sarà molto complicato – ha commentato patron Stefano Taddei prima del gran finale con la foto di gruppo della sua squadra – ma noi non ci tireremo indietro e ci proveremo, cercando di riconfermare il nostro proverbiale spirito di squadra, che contraddistingue tutti i nostri atleti, da quelli di punta agli amatori sempre protagonisti in tutte le gare che affrontano ogni domenica. Grazie a loro e ai nostri sponsor, che anche quest’anno ci assistono mettendoci a disposizione il meglio che c’è sul mercato, nessuna impresa sarà impossibile per i nostri colori”.