Sab12042021

Aggiornamento:01:23:49

La FAS Airport Services alla prova della sabbia di Koksijde

 

 

Altra domenica su un prestigioso palcoscenico del ciclocross per le atlete della FAS Airport Services, che si schiereranno al via della storica prova di Koksijde, settimo atto della Coppa del Mondo 2021/22.

E quello belga, ribattezzato il ‘cross delle dune’, è uno dei tracciati più prestigiosi sul panorama internazionale: inserito nel calendario già nel 1996, Koksijde vanta il maggior numero di edizioni valide come prove di Coppa del Mondo.

Inoltre i suoi tratti di sabbia, sia in salita che in discesa, sono tra le icone della disciplina.

«Diciamo che è più bello da vedere in tv che non a correrci», ironizza Eva Lechner, che sulla sabbia belga ha già raccolto due noni posti, nel 2015 e nel 2019. «È una gara estenuante: bisognerà correre molto; e sulla sabbia non è affatto semplice».

La bolzanina si presenta al via con una condizione in crescita, tanto che una settimana fa a Tabor ha sfiorato un piazzamento tra le dieci.

«In realtà sono contenta a metà della mia prestazione in Repubblica Ceca: sì, la partenza è stata ottima; sì sono stata nel drappello di testa per due tornate; ma nella seconda metà della gara un affaticamento alla gamba sinistra, forse causato da una non perfetta posizione in sella, mi ha impedito di contendere il nono posto a Inge Van Der Heijden».

E ripetere una buona partenza sarà fondamentale sul percorso belga.

«Il livello delle gare femminili si è alzato sia a livello quantitativo che qualitativo. Rimanere intruppate nel gruppo all’imbocco del primo tratto di sabbia potrebbe compromettere la gara. Il primo obiettivo di domenica, quindi, sarà essere aggressiva al via, non tirare i freni e poi vedremo come andrà».

C’è curiosità di vedere la prestazione anche di Alice Maria Arzuffi, che a Tabor ha perso subito il treno giusto a causa di una caduta di una rivale che l’ha rallentata.

I precedenti della ragazza di Seregno sono beneauguranti: ottava nel 2019, addirittura quinta nel 2018. Insomma in Belgio Arzuffi potrebbe farsi un bel regalo, due giorni dopo il suo 27° compleanno.

Sarà invece una prima volta per Lucia Bramati, al suo primo anno nella categoria Under 23, e per Silvia Persico, che torna ad attaccare il numero sulla schiena dopo la settimana di riposo a causa della sublussazione alla spalla sinistra patita all’Europeo di Col du Vam.

Difficile pensare che la bergamasca sia al top della condizione, ma riassaporare i ritmi gara sarà fondamentale in vista degli appuntamenti di dicembre.

Chi volesse seguire le portacolori della FAS Airport Services lo potrà fare dalle 13:30 grazie alla diretta di Eurosport, Eurosport Player e GCN.