Mar05262020

Aggiornamento:01:04:05

Vetrina - Eventi

Lo sport padovano piange Luigi Androni

Padova - Il ciclismo padovano piange Luigi Androni, 81 anni, sportivo di razza, sempre gentile e cordiale con tutti. I funerali si svolgeranno domani alle ore 14.30 nella Chiesa Parrocchiale della Mandria, nell’Interland padovano. Androni iniziò la sua attività sportiva nell’autunno del 1945 quando si iscrisse in una palestra di pugilato, esperienza che durò fino alla primavera del 1947, quando il fratello maggiore gli regalò la sua bicicletta da corsa che non usava più.

Il Velo Club Ceva ha salutato il 2011

Ceva (Cn) - Il Velo Club Ceva celebra la stagione ciclistica 2011 al Ristorante Sanremo in una domenica dicembrina ancora soleggiata e piacevole. L’ospitale centro di ritrovo, posto nella parte alta di Ceva accoglie con un gradito e colorato aperitivo, corridori e famigliari intervenuti per godersi la festa. Il Presidente del giovane sodalizio, Matteo Gagino, fa indossare agli atleti la maglia sociale per le classiche foto ricordo. 

A Natale regala Viva Coppi! il libro di Filippo Timo

Uscito nel maggio del 2010, “Viva Coppi!” è davvero “l’omaggio della terra natale al suo campione”, come scrive Dino Messina nella prefazione. Questo libro, infatti, raccoglie tutti i più autentici e intimi ricordi che il tortonese custodisce del suo Campionissimo e li restituisce in forma di romanzo, con la leggerezza di una fiaba ma anche senza mai discostarsi dalla verità storica.

Domani premiazioni finali del Giro delle Abbazie

Roma - Si terrà domani la premiazione finale del Giro delle Abbazie, Santuari e Castelli nel Lazio. Appuntamento alle ore 15,30 presso il Casale di Roma Vecchia (zona Appio Claudio) dove saranno proclamati i vincitori di categoria, le società e i migliori protagonisti del cross country nella nostra regione.

Attachments:
Download this file (Premiati.doc)Premiati.doc[ ]95 Kb
Download this file (Programma.pdf)Programma.pdf[ ]174 Kb
Download this file (Risultati.pdf)Risultati.pdf[ ]93 Kb

E' nato brontolobike.it

Robeco sul Naviglio (Mi) - Chi ama la bicicletta non può decidere di scendere dalla sella ed appenderla al chiodo, specie dopo 42 anni, di cui 19 da professionista. Chi ha dato tanto a questo sport ricevendone in cambio una miriade di emozioni e l'affetto della gente, non può che avere il desiderio di ricambiare quanto avuto, guardando il suo mondo da un'altra prospettiva: quella di chi in bicicletta ci va senza avere trofei da vincere.

Altri articoli...