Mar09172019

Aggiornamento:09:04:55

Back Strada Gare Filippo Zana firma il Gran Premio Capodarco

Filippo Zana firma il Gran Premio Capodarco

 

 

E’ il veneto Filippo Zana della Sangemini - Trevigiani il vincitore del 48° Gran Premio Capodarco - Comunità di Capodarco - Memorial Fabio Casartelli - Corsa per la solidarietà, gara internazionale per under 23 di 180 chilometri organizzata a Capodarco di Fermo dal Gc Capodarco, coordinato da Gaetano e Simone Gazzoli e da Adriano Spinozzi. E’ sulla seconda ripetizione del "muro" che Zana trova l'affondo vincente, mettendo a segno il suo primo successo. Secondo arriva Kevin Colleoni della Biesse Carrera e terzo Marco Murgano della Casillo - Maserati. Dopo la commemorazione al Monumento a Fabio Casartelli viene dato il via ufficioso e i 176 partenti (numero massimo consentito dai regolamenti) pedalano sino al chilometro zero. La corsa parte subito a tutta grazie agli attacchi di alcuni corridori, tra cui dopo 10 chilometri c’è quello di Matteo Donegà del Cycling Team Friuli, che al chilometro 19 è poi raggiunto da Matteo Zandomeneghi dell’Iseo Rime Carnovali, Nicola Venchiarutti del Cycling Team Friuli, Simone Innocenti della Gallina Colosio Eurofeed, Davide Scandiuzzi del Northwave Cofiloc, Emanuele Ansaloni dell’Inemiliaromagna e Stefano Baffi del Cycling Development Guerciotti. Giro dopo giro il drappello di testa si assottiglia, fino a quando al comando rimane soltanto Venchiarutti, che viene poi riassorbito dal plotone attorno al chilometro 138. Inizia l’ultimo passaggio della salita che porta al monumento di Casartelli e al comando si forma un drappello composto da Olzhas Bayembayev dell’Astana City, Fabio Mazzucco della Sangemini - Trevigiani, Riccardo Verza della Zalf Euromobil Desiree Fior e Francesco Di Felice della General Store-Essegibi-F.lli Curia. Su di loro piombano poco dopo il nazionale russo Evgenii Tikhonin e Alessandro Teodoro Monaco della Casillo - Maserati. Poi a transitare per primo sul “muro”, con un leggero vantaggio sugli altri, è Di Felice, ma alcuni chilometri dopo al comando tornano in sei. Su di loro chiudono poi Matteo Sobrero della Dimension Data For Qhubeka,  Kevin Colleoni della Biesse - Carrera e Filippo Zana della Sangemini - Trevigiani. Ad essi si aggiungono poi Pasquale Abenante della Zalf Euromobil Desiree Fior, Giovanni Loiscio della Palazzago, Tommaso Rigatti della General Store-Essegibi-F.lli Curia e Sanchez Santiago Buitrago del Team Cinelli. Rientrano anche Denis Marian Vulcan della Giotti Victoria-Palomar Team, Marco Murgano della Casillo - Maserati, Gabriele Porta della Gallina Colosio Eurofeed e Manuel Allori della Franco Ballerini. Il drappello subisce poi dei cambiamenti e intanto pedala verso l’ultima ripetizione del “muro”, dove si decide la corsa. Diretta web (clicca qui).

 

 

ORDINE D’ARRIVO 48°GRAN PREMIO CAPODARCO
1. Filippo Zana (Sangemini - Trevigiani) 180 chilometri in 4.22’40” media 41,117 km/h
2. Kevin Colleoni (Biesse Carrera Asd) a 1”
3. Marco Murgano (Casillo - Maserati) a 2”
4. Pasquale Abenante (Zalf Euromobil Desiree Fior)
5. Francesco Di Felice (General Store -Essegibi-F.lli Curia) a 10”
6. Matteo Sobrero (Dimension Data For Qhubeka)
7. Giovanni Loiscio (Velo Racing Palazzago) a 19”
8. Manuel Allori (Team Franco Ballerini) a 20”
9. Santiago Buitrago Sanchez (Team Cinelli)
10. Alessandro Teodoro Monaco (Casillo - Maserati)
11. Olzhas Bayembayev (Kaz, Astana City)
12. Denis-Marian Vulcan (Giotti Victoria - Palomar Team)
13. Fabio Mazzucco (Sangemini - Trevigiani)
14. Simone Piccolo (Casillo - Maserati)
15. Davide Casarotto (General Store -Essegibi-F.Lli Curia)
16. Evgenii Tikhonin (Nazionale Russa)
17. Alessandro Santaromita Villa (Vc Mendrisio)
18. Gleb Kugaevski (Nazionale Russa)
19. Lorenzo Ginestra (Aran Cucine Vejus)
20. Valter Ghigino (Team Cinelli)
21. Connor Brown (Nzl, Dimension Data For Qhubeka)
22. Francesco Canepa (Garlaschese)
23. Manuele Tarozzi (Inemiliaromagna)
24. Gabriele Porta (Gallina Colosio Eurofeed)
25. Jonathan Couanon (Fra, Amical Velo Club Aixois)
26. Pietro Di Genova (Bevilacqua Sport - Ferretti)
27. Artur Sowinski (VPM Porto Sant'elpidio Monte Urano)
28. Yaroslav Parashchak (Team Fortebraccio)
29. Michael Belleri (Viris Vigevano)
30. Simone Zandomeneghi (Iseo Rime Carnovali)

 


31. Daniil Marukhin (Kaz, Astana City)
32. Riccardo Ciuccarelli (Sangemini - Trevigiani)
33. Mattia Bevilacqua (Team Franco Ballerini)
34. Omar Marouan (Team Franco Ballerini)
35. Laurent Rigollet (Casillo - Maserati)
36. Francesco Parravano (Aran Cucine Vejus)
37. Aldo Caiati (Zalf Euromobil Desiree Fior)
38. Leonardo Canepa (Garlaschese)
39. Joel Fuertes (Ecu, UC Monaco)
40. Ben Gerrits (Ned, UC Monaco)
41. Rossano Mauti (Futura Team-Rosini)
42. Luca Cibrario (Cycling Development Guerciotti)
43. Matteo Zurlo (Zalf Euromobil Desiree Fior)
44. Ilya Losev (Nazionale Russa)
45. Edoardo Francesco Faresin (Zalf Euromobil Desiree Fior)
46. Oleksandr Shchypak (Garlaschese)
47. Andrea Cantoni (Inemiliaromagna)
48. Axel Narbonne Zuccarelli (Amical Velo Club Aixois)
49. Nicolò Garibbo (Velo Racing Palazzago)
50. Riccardo Verza (Zalf Euromobil Desiree Fior)
51. Davide Baldaccini (Team Colpack)
52. Samuel Mugisha (Rwa, Dimension Data For Qhubeka)
53. Marco Lolli (Aran Cucine Vejus)
54. Andrea Cervellera (Casillo - Maserati)
55. Edouard Bonnefoix (UC Monaco)
56. Dario Gattuso (Maltinti Lampadari Banca Cambiano)
57. Davide Bais (Cycling Team Friuli)
58. Gabriele Petrelli (Cycling Team Friuli)
59. Alberto Leoni (Northwave – Cofiloc)
60. Francesco Pirro (Maltinti Lampadari Banca Cambiano)

 


61. Nurbergen Nurlykhassym (Kaz, Astana City)
62. Jason Saltzman (Usa, Holdsworth-Zappi)
63. Marco Granata (Aran Cucine Vejus)
64. Alessio Gasparini (Team Fortebraccio)
65. Adrien Maire (Amical Velo Club Aixois)
66. Tommaso Rigatti (General Store -Essegibi-F.lli Curia)
67. Matteo Carboni (Calzaturieri Montegranaro Marini Silvano)
68. Stefan Kolb (Austria Espoir)
69. Anton Popov (Rus, Velo Racing Palazzago)
70. Samuele Carpene (Viris Vigevano)
71. Andrea Bartolozzi (Viris Vigevano)
72. Lorenzo Quartucci (Team Cinelli)
73. Giordano Burocchi (Vpm Porto Sant'elpidio Monte Urano)
74. Fabio Di Guglielmo (Vpm Porto Sant'elpidio Monte Urano)
75. Marco Chiocchini (Maltinti Lampadari Banca Cambiano)
76. Francesco Zandri (Maltinti Lampadari Banca Cambiano)
77. Enzo Faloci (Fra, Amical Velo Club Aixois)
78. Adam Stenson (Irl, UC Monaco)
79. Emil Dima (Giotti Victoria - Palomar Team)
80. Jacopo Cortese (Aran Cucine Vejus)
81. Lorenzo Affaticati (Cycling Development Guerciotti)
82. Riccardo Caputo (Futura Team-Rosini)
83. Bolat Niyazov (Kaz, Astana City)
84. Nikita Martynov (Nazionale Russa)
85. Matteo Gino Pegoraro (Gallina Colosio Eurofeed)
86. Cristian Ioli (Asd Cattoli Andrea)
87. Alessandro Marinozzi (VPM Porto Sant’Elpidio-Monte Urano)
88. Daniel Smarzaro (General Store -Essegibi-F.lli Curia)
89. Alexander Braybrooke (Gbr, Amical Velo Club Aixois)
90. Lucio Pierantozzi (Team Colpack)

 

SANGEMINI TREVIGIANI

Ancora un grande trionfo per la Sangemini Trevigiani Mg.Kvis Vega. Dopo l'acuto di Fabio Mazzucco a Poggiana di Riese, è arrivata la vittoria di Filippo Zana. Il corridore veneto si è imposto nell'internazionale Gran Premio di Capodarco con un allungo magistrale che non ha lasciato scampo agli avversari. L'attacco di Zana sul Muro di Capodarco dove l'atleta diretto da Maurizio Frizzo ha spiccato il volo verso la sua prima affermazione stagionale, terza in sei giorni per la Sangemini Trevigiani Mg.Kvis Vega di Angelo Baldini. Da sottolineare anche la bella prova di Mazzucco, dodicesimo classificato. Un successo di grande valore quello conquistato da Zana, che in queste ultime settimane si era messo in bella evidenza con il secondo posto al Giro del Medio Brenta e il terzo a Poggiana di Riese, e prima ancora con la terza posione al Campionato Italiano su strada degli Under 23. Sorride Zana dunque per questo meritatissimo trionfo, sostenuto dal controllo della gara esercitato dalla propria squadra.

 

 

CASILLO MASERATI

Tra i big del Gran Premio di Capodarco c'è anche Marco Murgano. Un terzo posto speciale che vale il podio per il giovane corridore delTeam Casillo-Maserati autore davvero di una grande prestazione nella classica internazionale marchigiana.
E' protagonista nel finale Murgano, sull'erta finale che conduce al traguardo di Capodarco dove il corridore genovese tira fuori tutta la grinta chiudendo alle spalle del vincitore Zana, e di Colleoni (secondo). 

Onore al Team Casillo Maserati che porta sempre i suoi corridori a livelli massimi conditi da risultati importanti a testimoniare la professionalità e l'impegno di tutto lo staff della società Piacentina. Dal secondo posto di Colonna, ieri alla Firenze-Viareggio, a questa nuova grande performance di Murgano. 

Domenica 18 agosto le attenzioni del team saranno rivolte verso il Trofeo città di Conegliano con partenza e arrivo a Scomigo di Conegliano nel Trevigiano per un totale di 162 chilometri. Su indicazione del team manager Omar Piscina e del diesse Provini disputeranno la gara (ore 13.00 il via) Cacciotti, Murgano, Piccolo, Cervellera, Pellizzer, Tagliani e Coati.