Gio04262018

Aggiornamento:10:32:44

Back Strada Team Amore & Vita – Prodir: il ds Francesco Frassi premiato dal comune di Vicopisano

Amore & Vita – Prodir: il ds Francesco Frassi premiato dal comune di Vicopisano

 

 

Francesco Frassi D.S. di Amore & Vita – Prodir e guida stabile del team da ormai tre soddisfacenti stagioni, è stato premiato dal Comune di Vicopisano per mano del Sindaco Juri Taglioli e dell’Assessore allo Sport Andrea Taccola per la strepitosa stagione 2017.

Soddisfatto ed emozionato, il competente D.S. ha poi parlato dei nuovi obbiettivi agli appassionati intervenuti alla premiazione.

 

Come definiresti con un aggettivo il tuo 2017 come direttore sportivo?
“VINCENTE! Credo dopo le 8 vittorie e principalmente le due nella Ciclismo Cup (Giro dell’Appennino e Memorial Pantani) posso ritenermi soddisfatto. Siamo stati l’unica squadra tra Continental e Professional Italiane o di matrice Italiana che è riuscita a vincere in Italia e questa non è cosa da poco”.

Ormai sei sempre più legato ad Amore e Vita e alla famiglia Fanini, il 2018 sarà la tua quarta stagione con loro, come ti trovi?
“Si,  ormai dai Fanini mi sento a casa, abbiamo un bel rapporto sia con Cristian che con Ivano, alcune volte ci scontriamo anche, ma sempre per cose costruttive e per il bene della squadra. Sono felice che mi abbiano dato fiducia anche nel 2018 e io cercherò di ripagarli con il massimo impegno e risultati”.

Quali sono i tuoi obbiettivi per il 2018?
“Dopo i successi del 2017 non è facile porsi obbiettivi migliori, però vorrei riuscire a creare un gruppo affiatato come in questi ultimi anni e riuscire a vincere ancora in Italia e non solo...”

Hai una corsa dei tuoi sogni che vorresti vincere nel 2018?
“Visto che i sogni non costano niente, mi piacerebbe il Campionato Italiano che si correrà a Darfo Boario”.

Dove sarà il vostro debutto?
“Inizieremo con il GP LA MARSELLAISE in Francia, poi sempre in Francia con L’Etoille de Besseges (5 tappe), la prima gara in Italia la faremo l’11 Febbraio con il Trofeo Laigueglia”.

Per essere una squadra Continental fate un ottimo calendario, è una scelta di squadra?
“Sì certamente pur essendo Continental chi corre con noi deve sentirsi professionista al 100% e per esserlo dobbiamo garantirgli un ottimo calendario. Tutto questo grazie ad un lavoro minuzioso che riusciamo a fare da dietro le quinte insieme a Cristian ed anche grazie alla storia e al messaggio di AMORE E VITA”.

Si parla molto che Fanini vuol tornare al giro d’Italia. Sono solo voci oppure c’è qualcosa di vero?
“La volontà di tornarci c’è sicuramente, l’ingresso di uno sponsor importante come PRODIR ci ha dato fiducia per sperarci, c’è un progetto in atto del quale sono molto fiducioso”.

 

Per concludere, tra i tuoi atleti 2018 da chi ti aspetti di più o chi credi possa essere la sorpresa 2018?

“Mi aspetto molto da Ficara e dal nuovo arrivo Colin Stussi. Entrambi hanno già dimostrato il loro valore e quest’anno può essere quello buono in cui possano vincere qualcosa di d’importante. Inoltre, mi aspetto un bel salto di qualità da Marco Bernardinetti che dopo una stagione di rodaggio dovrà necessariamente mettere in evidenza tutte le sue doti a conferma degli importantissimi risultati colti nel 2016 tra gli elite. Poi, abbiamo un gruppo di ragazzi agguerriti, pronti a sacrificarsi l’uno per l’altro e a sfruttare l’occasione di vittoria quando si presenterà. Sono davvero fiducioso e orgoglioso più che mai della squadra che rappresento”.