Ven10072022

Aggiornamento:10:16:04

Back L'altro pedale Giovani Cala il sipario sul Challenge Giovanissimi del Salento, un circuito di 12 gare voluto da 10 società della provincia di Brindisi e Lecce

Cala il sipario sul Challenge Giovanissimi del Salento, un circuito di 12 gare voluto da 10 società della provincia di Brindisi e Lecce

 

 

Cala il sipario sul Challenge Giovanissimi del Salento, un circuito di 12 gare voluto da 10 società della provincia di Brindisi e Lecce E’ stata una entusiasmante iniziativa per tutti i piccoli che, grazie alle scuole ciclismo si sono avvicinati e appassionati alla bici. Ogni gara una festa, una bella occasione di incontro e nuove amicizie. Partiti a marzo da Pezze di Greco, le gare hanno poi toccato: Lecce, San Pietro Vernotico, Gallipoli, Aradeo, Casarano, Maglie, Spongano, Tuglie e Sannicola.

Mini percorsi studiati per essere affrontati dai piccoli biker e con una lunghezza in base all’età così come da regolamento FCI. Percorsi con piccole difficoltà per rendere stimolanti e interessanti le mini competizioni. Una positiva esperienza che ha attirato l’attenzione di tanti partecipanti, genitori e piccoli spettatori che nel corso del challenge, trovandolo molto divertente, si sono poi iscritti nella scuola ciclismo a loro più vicina.

L’organizzazione della finale è spettata all’asd GC Salentino, guidata da Giovanni Saccomanno, persona che ha dedicato gran parte della sua vita al ciclismo e alla crescita giovanile. La manifestazione, valevole come dodicesima prova e finale del Challenge Giovanissimi del Salento, e intitolata alla memoria di Antonio Carrozzo, giudice di gara salentino ricordato da tanti come buono e amico con tutti.

Location di gara il campo scuola del GC Salentino, nella zona industriale di Sannicola (Le).  Un percorso sterrato di 700 metri ripetuto più volte in base alle categorie.

Alle 9:30 a squadre già radunate e con i giovani atleti con già il numero attaccato alla propria bici. La riunione tecnica e poco prima delle 10:00 un momento molto toccante con la consegna di una targa alla vedova Carrozzo, moglie di Antonio, giudice di gara ricordato in questo memorial. Occhi lucidi nel minuto di silenzio dedicato anche a Massimo Ferilli, lo sfortunato ciclista che ha perso la vita nella gara di Francavilla Fontana. Alla fine del minuto applausi interminabili e bambini pronti in griglia per dare inizio alle gare. Ben 7 partenze tra promozionali, giovanissimi e speciale ID. Gara dopo gara, entusiasmo crescente e una tifoseria composta che non ha fatto mancare applausi e sorrisi a tutti i piccoli partecipanti. Dopo la premiazione di giornata, anche quella finale della challenge con la consegna dei mini trofei a tutti, delle coppe alle società, e delle maglie ai leader di ogni categoria. Per alcuni di loro finisce un percorso. I G6 infatti, presto entreranno da promozionali nel ciclocross,  per poi a gennaio passare nella categoria superiore esordienti.

Giovanni Saccomanno organizzatore ha così commentato: <>.

Sergio Quarta presidente CP: <>.

Giulio Carbone speaker: .

La crescita giovanile passa inevitabilmente dalle scuole ciclismo e dalle società FCI titolate a poterlo fare, come la Mtb Casarano, LeoConstructions Salis Bike, Kalos, Go Fast, GC salentino, Fuorisoglia, Maglie Bike, Cicloclub Spongano e Narducci.

Queste le società che possono dirsi soddisfatte, orgogliose di ciò che fanno, e che stanno già improntando tutto per un 2023 ancora più ricco per tutti i piccoli G salentini.

Giulio Carbone