Lun01302023

Aggiornamento:09:37:40

Back Archivio Vetrina - Eventi La festa del ciclismo polesano 2022

La festa del ciclismo polesano 2022

Festa Ciclismo Polesano

 

 

"Il mio più cordiale saluto anche a nome dei componenti il comitato provinciale. Ringrazio le autorità presenti ed i graditi ospiti. A stagione agonistica ormai conclusa desidero ringraziarvi per il lavoro svolto nonostante le numerose difficoltà incontrate lungo il percorso". A rilevarlo è stato il presidente della Federciclismo di Rovigo, Mirvano Mazzetto, in occasione dell'apertura della cerimonia delle premiazioni del Ciclismo della Provincia di Rovigo svoltasi nei giorni scorsi.

"Va in archivio un 2022 molto valido sotto il profilo organizzativo e qui rivolgo il mio plauso e ringraziamento a tutti - ha proseguito - . Un momento triste è stato quello che abbiamo vissuto nell'arco della stagione con l’improvvisa scomparsa di Mauro Rossi, vicepresidente dell’Asd Adria Bike. Un grande appassionato che ha dedicato gran parte del suo tempo per il bene del nostro movimento. Grazie Mauro per tutto quello che hai fatto per il nostro ciclismo. Il Polesine deve esserti grato".

"Per quanto riguarda l'attività, dopo due anni di interruzione 'forzata', è stato riproposto il tradizionale appuntamento di San Bellino, di matrice dalla Polisportiva Tasso e Galvani del Presidente Tiziano Casaro che dato il via all’attività agonistica su strada della nostra provincia. Si tratta della più antica gara polesana ancora in essere riservata alla categoria Juniores che ha sempre visto ai nastri di partenza il meglio del ciclismo regionale ed extraregionale. Interessanti manifestazioni sono state promosse in tutto il territorio dalle nostre società affiliate con gare riservate ai Giovanissimi, appuntamento allestito dalla Liberi Ciclisti Adria 2002 presieduta da Roberto Frigatti, società che proprio quest’anno ha festeggiato il ventennale di attività. Un lavoro in sinergia che ha visto fianco a fianco numerosi sportivi locali coordinati dalle società organizzatrici. Tra gli appuntamenti 'storici' una citazione di rito per la classica 'Su e Zò per i Fossi', gara organizzata dalla Mtb Tuttinbici Adria dello storico Presidente Luigi Giribuola, che come al solito, ha richiamato un gran numero di appassionati alla partenza. La Medio Fondo dell’Alto Polesine riservata alla categoria cicloturistica, abbinata al circuito del Criterium Veneto, organizzata dalla Cicloamatori Castelmassa, giunta alla 4^ edizione, che si è ritagliata il giusto spazio in ambito regionale ed extra".

"Un 2022 - ha proseguito - dove le soddisfazioni in casa della società altopolesana non sono mancate: il sodalizio del presidente Gianluca Galli, ha vinto il Campionato Regionale 'Medio Fondo', e si è classificata terza nel campionato del Criterium Veneto, oltre a numerosi ottimi piazzamenti. La 15^ Fornace Bike, manifestazione sportiva messa in cantiere dalla Cicli Erman squadra corse guidata Federico Mantovan di Porto Viro, ed in successione la '1^ Golena Race – 1° Memorial Giovanni Grotto', organizzata nell’Oasi di Panarella dalla Mtb Tuttinbici e la '1^ Xc' disputata a Mesola organizzata dal Gs Porto Viro presieduta da Andrea Santon Rallo sono state le tre gare valide quale prova di Campionato Provinciale riservato alle categorie della Mountain Bike. Entusiasmo e partecipazione si sono ripetuto nel 42° Gran Premio Comune di Villadose, gara riservata alla Categoria Juniores, valida anche per l’assegnazione del Campionato Provinciale di categoria, ormai classico appuntamento organizzato dal Villadose Angelo Gomme del presidente Dott. Roberto Dolcetto e disputato nella ridente cittadina medio polesana".

"Quanto evidenziato in precedenza - ha concluso Mirvano Mazzetto - deve essere di stimolo per i giovani e per i dirigenti. I primi per proseguire a praticare questo sport meraviglioso fatto di fatica e di rinunce, nella consapevolezza che nel nostro Polesine esistono delle società che possono soddisfare le loro aspirazioni fino al compimento del 18° anno di età; i secondi per continuare con umiltà a lavorare con i giovani e a convincere gli appassionati del ciclismo a fare sistema per raccogliere risorse finanziarie sufficienti per organizzare delle manifestazioni ciclistiche nel nostro territorio. Posso tranquillamente affermare che il nostro rapporto con le istituzioni, con i vertici sia federali che regionali del Coni, della nostra Federazione e con la Polizia di Stato sono più che ottimi. Il nostro è stato un lavoro di squadra che ha trovato nel sottoscritto e nei consiglieri del Comitato Provinciale il giusto punto di riferimento. Da parte nostra c’è la necessità di sostenere sempre di più il mondo dei Giovanissimi, che ha bisogno di essere infoltito di praticanti con il chiaro intento di invogliarli a pedalare per divertimento senza illuderli di essere già degli affermati campioni. Un ringraziamento ai cronisti che, puntualmente, danno visibilità a tutto il nostro movimento".

"Concludo informando che, come Comitato Provinciale, abbiamo organizzato lo scorso mese di ottobre un corso di Addetti Servizi Aggiuntivi (Asa), figura che con le nuove normative, ha un ruolo importante nella gestione delle gare ciclistiche, è che ha visto la partecipazione di numerosi interessati. A tutti l'augurio di un 2023 ricco di soddisfazioni e di successi".

Alla Festa del Ciclismo Provinciale di Rovigo sono intervenuti, tra gli altri, Alessandro Spinella, Vice Presidente del Comitato Veneto, Cristiano Corazzari, Assessore allo Sport della Regione Veneto, Vittorino Gasparetto, Consigliere Regionale del Comitato Veneto,

Lucio Taschin, Delegato Provinciale del Coni, Erika Alberghini, Assessore allo Sport del Comune di Rovigo, Giovanni Cattozzi, Presidente Regionale CSI e Massimo Ghirotto, ex Campione e ora Presidente Commissione Nazionale Fuoristrada.

La cerimonia delle premiazioni è stata inaugurata dalla categoria Giovanissimi: Asd Liberi Ciclisti Adria 2002, Rebecca Crivellaro Casetta G2; Tommaso Bovolenta G2; Angelica Spolladore G3; Fatima Daoukha Zahraa G4; Adelaide Bellucco G4; Alessandro Barnabà G4; Riccardo Spolladore G5; Marta Bruson G6 e Luca Felisati G6. Per l'Asd Gc Emic: Kevin Boraso G5; Christian Bozzo G5 ed Enrico Castelli G6.

Per gli Esordienti da Gc Emic: Thomas Bozzo 1° Anno e Martino Vangelista 2° Anno; Gabriele Tovo 2° Anno e Lorenzo Perini 2° Anno. Under 23 dal Gc Emic: Gianmarco Mazzucato e Lorenzo Gradani. Premi Speciali "Una Vita per il Ciclismo" sono sati assegnati a Giovanna Andreotti, Alberto Turrini, Valentino Marangoni e Luigi Milan.

Per la Ricorrenza del Ventennale alla Liberi Ciclisti Adria 2002 del Presidente Roberto Frigatti. I Riconoscimenti destinati ai collaboratori delle società sono stati assegnati a: Mauro Rossi alla Memoria (Adria Bike); Angiolino Trombini (Gs Cicloamatori Castelmassa); Mirko Gradani (Gc Emic); Giuseppe Andreoli (Ciclistica Villadose Angelo Gomme); Gaetano Agostino Dolcetto (Polisportiva Tasso e Galvani); Maurizio Bruscaglini (M.T.B. Tuttinbici); Alessandro Ferrarese (Gc Action Bike); Erik Maestri (Gs Porto Viro); Lorenzo Merlin (Cicli Erman Squadra Corse); Roberta Peruzzi (Team 2020 Adria) e Valerio Poletto (San Martino 96).

La manifestazione è stata conclusa con le premiazioni dei Campioni Provinciali: Esordienti 2° Anno, Gabriele Tovo. Mounain-bike: Esordienti 1° Anno: Thomas Bozzo (Gc Emic); Esordienti 2° Anno: Martino Vangelista (Gc Emic); Master Woman: Lucia Gazzetta (Gs Porto Viro); Master 1: Nicola Bellini (Gs Porto Viro); Master 2: Marcello Pavarin (Adria Bike); Master 3: Alessio Carraro (Adria Bike); Master 4: Luca Frizziero (Adria Bike); Master 5: Andrea Pierucci (Adria Bike); Master 6: Giorgio Padoan (Adria Bike); Master 7: Maurizio Tapatà (M.T.B. Tuttinbici); Master 8: Pietro Paolo Fontolan (Adria Bike); Master Elite: Andrea Ferrari (Adria Bike) e Under 23: Massimo Maestri (Gc Porto Viro).

Francesco Coppola - FCI Veneto