Dom07032022

Aggiornamento:06:59:43

Back Gran Fondo Presentazioni Settima edizione della Granfondo del Tanagro al via nella più totale sicurezza!

Settima edizione della Granfondo del Tanagro al via nella più totale sicurezza!

 

 

Ultimi ritocchi a San Pietro al Tanagro per l'organizzazione della settima edizione della Granfondo del Tanagro (Memorial Pasquale Ammaccapane e Franca Priore), evento che premia i non pochi sforzi sostenuti fino ad oggi dal Ciclo Team Tanagro.

Domenica 19 giugno, sui 109 chilometri del percorso unico disegnato tra le località di San Pietro al Tanagro (la partenza alle 9:00 dal Parco dei Mulini in via Rimembranza), Prato Perillo di Teggiano, Silla di Sassano, Trinita' di Sala Consilina, Padula, Paterno, Tramutola, Magorno, Montesano Sulla Marcellana Tardiano, Trinita' di Sala Consilina, Silla di Sassano e Prato Perillo di Teggiano, è previsto un grande spiegamento di uomini per garantire la massima sicurezza ai partecipanti.

Oltre ai tanti adempimenti burocratici assolti a buon fine, quello della sicurezza è un aspetto che gli organizzatori non ha voluto trascurare affatto, affinchè la manifestazione si possa svolgere senza intoppi grazie ai Carabinieri di Polla, Teggiano, Montesano sulla Marcellana, Tramutola, Sala Consilina e Buonabitacolo più ai vari presidi di Protezione Civile del territorio (Sant’Arsenio, Teggiano, Montesano sulla Marcellana, Tramutola e Paterno), Associazione Nazionale Carabinieri e Associazione La Colomba. A dare manforte anche la Polizia Stradale di Sala Consilina e le Motostaffete Potenza come scorte tecniche ad affiancare il grande lavoro di coordinamento e di gestione viabile dell’intera gara affidata ai direttori di corsa FCI Nicola Messuti e Antonio Solimeno.

Alla presenza di Giuseppe Cutolo (presidente regionale FCI Campania), Giuseppe Serulo (componente del settore amatoriale nazionale della Federciclismo), Arturo Cordato e Raffaele Salzillo (entrambi nel ruolo di vice presidente del comitato regionale FCI Campania), gli appassionati delle due ruote non mancheranno di affollare le strade del Vallo di Diano e della Val d’Agri per assistere a questa manifestazione che resta fedele alle sue radici da quando ha fatto la comparsa per la prima volta dal 2015.