Sab01282023

Aggiornamento:10:04:08

Back Strada Gare A Giosuè Epis l'edizione 100 della Coppa d'Inverno

A Giosuè Epis l'edizione 100 della Coppa d'Inverno

Immagine

 

 

La centesima edizione della Coppa d’Inverno si è svolta in una giornata di sole. Anche  Giosuè Epis, vincitore al photofinish davanti all’ottimo Davide Persico, ha contribuito  notevolmente a illuminare Biassono (Monza Brianza) e lo stupendo pubblico dell’ultima  classica di stagione compresa nel calendario nazionale della Federazione Ciclistica Italiana.  Hanno organizzato con grande passione ed efficacia Giancarlo Noli, Adriano Nova e tutto il  gruppo dell’Unione Sportiva Coppa d’Inverno. Ex professionisti dello spessore di Gianni  Bugno, Stefano Allocchio e Andrea Chiurato sono intervenuti alla partenza della classica  riservata a elite e under 23.

Alla Coppa d’Inverno 2022 hanno partecipato 135 corridori sfidandosi sui cinque giri ( totale  155 chilometri ) del circuito brianzolo caratterizzato dai saliscendi del Lambro. I più  ardimentosi sono stati Lorenzo Elipanni e Alessio Palma, in fuga dal primo giro. Durante la  seconda tornata Iacomoni e Anselmi hanno raggiunto i due fuggitivi, e poi anche Ambrosini  si è portato su di loro. Ma il gruppo ha annullato la fuga dei 5. Dopo una serie di attacchi  andati a vuoto, durante il quarto giro è nata la fuga più spettacolare della centesima edizione.  Ecco i protagonisti: Christian Bagatin, Simone Carrò, Daniel Gianello, Nicola Bordoli e il  danese Magnus Henneberg. Il quintetto con accordo perfetto ha inizialmente acquisito un  vantaggio di 45”. Il margine tra la fine del quarto e l’inizio del quinto giro si è assestato sui  30 secondi e l’accordo dei battistrada ha reso vano l’inseguimento di Andrea Colnaghi e  Giosuè Epis.

Negli ultimi 10 chilometri il gruppo si è tuttavia avvicinato a Bagatin, Carrò, Gianello, Bordoli  e Henneberg. Il gruppo ha acciuffato i 5 fuggitivi a 1200 metri dalla conclusione. Dal triangolo

rosso dell’ultimo chilometro in poi si è inscenata la sfida tra i treni apripista della Colpack  Ballan, a favore di Persico, e Carnovali-Rime per Epis. Il bresciano Epis ai 150 metri era  nettamente in testa ma negli ultimi metri ha rischiato di farsi superare da Persico, che ha  sfoderato un principesco colpo di reni. Epis ha ottenuto il quinto successo del suo bellissimo  2022, ultimo anno in maglia Carnovali-Rime-Sias. “Una squadra alla quale devo moltissimo.  Dedico la vittoria a tutta il team”. Giosuè è nato nel 2002; l’anno prossimo lo vedremo in  maglia Zalf-Euromobil. Il vincitore abita a San Paolo, appartiene ad una famiglia di bella  tradizione ciclistica e la sorella Silvia è commissario tecnico delle Nazionali giovanili italiane  di ciclismo.

Uno dei direttori di corsa impegnati nella Coppa d’Inverno era Franco Binda di Besana  Brianza. Per lui la Coppa d’Inverno ha rappresentato l’ultimo impegno della carriera da  direttore di corsa. Dal prossimo anno Franco seguirà le gare da appassionato o con altri  incarichi. L’organizzazione della Coppa d’Inverno prima del via ha premiato Binda, popolare  direttore di gara alla Coppa Agostoni e in altri cimenti internazionali per professionisti e  categorie giovanili.

ORDINE D’ARRIVO – 1. Giosuè Epis ( Carnovali Rime Sias) km 155 in 3 h 30’07” media  44, 261; 2. Davide Persico (Colpack-Ballan) ; 3. Davide Ferrari (Named) a 1”; 4. Lorenzo  Quartucci (Hopplà-Petroli Firenze); 5. Simone Buda (Named); 6. Federico Iacomoni; 7.  Gianluca Cordioli; 8. Andrea Biancalani; 9. Nicolò Pettiti; 10. Tommaso Rosa a 2”.

 

Immagine

 

CARNOVALI RIME SIAS

Continua lo strepitoso momento della Carnovali Rime Sias e di Giosuè Epis. Il corridore bresciano vince la centesima edizione della Coppa d’Inverno a Biassono e conquista il suo quinto successo stagionale, sesto per il team. Epis succede nell’albo d’oro della Coppa d’Inverno ad Andrea D’Amato. Sesto posto per Federico Iacomoni. 

Corsa sempre animata e caratterizzata da vari tentativi di fuga. A questi prendono sempre parte i corridori della Carnovali Rime Sias. Prima Elia Tovazzi, poi Christian Bagatin e Federico Iacomoni si fanno trovare nelle primissime posizioni. Ultimo ad alzare bandiera bianca è proprio Bagatin che viene ripreso dal gruppo quando mancavano meno di due chilometri al traguardo. La volata diviene scontata e Giosuè Epis, dopo esser partito ai 200 metri, taglia il traguardo per primo mettendosi alle spalle Davide Persico e Davide Ferrari. 

Le dichiarazioni di Giosuè Epis. “Sono contento per questo successo che è il mio quinto stagionale. Durante la corsa ho anche provato a uscire in compagnia di un’altro atleta ma ci hanno ripreso. Nel finale Iacomoni ha fatto un ottimo lavoro nel pilotarmi per la volata e ai duecento metri sono riuscito a sopravanzare tutti. Se faccio un bilancio della mia stagione da una parte sono soddisfatto per le vittorie, dall’altra c’è un po’ di rammarico per i mesi in cui avrei potuto fare meglio. Ringrazio la squadra che mi ha fatto crescere in questi due anni, ora si chiude un ciclo”.

Le parole del DS Daniele Calosso“Ero certo di questa vittoria! Sapevamo che ci presentavamo alla corsa come la squadra da battere. Ci siamo sempre fatti trovare davanti al momento opportuno, entrando sempre belle fughe. Bagatin è stato ripreso a meno di due chilometri dal traguardo ma prima di lui si sono mossi bene Iacomoni e Tovazzi. Abbiamo finalizzato il duro lavoro con la bella volata di Giosuè che ha portato anche il sesto successo stagionale. Siamo davvero contenti”.