Dom02252024

Aggiornamento:11:06:58

Back Archivio Vetrina - Eventi Una Rosa per Valeria Soresin: in bicicletta da Venezia a Parigi

Una Rosa per Valeria Soresin: in bicicletta da Venezia a Parigi

 

 

Venezia e Parigi unite nel ricordo di Valeria Solesin e di tutte le vittime innocenti degli attentati nel mondo e sensibilizzare l'opinione pubblica sul progetto "La Vita è Donna". Sono gli obiettivi principali della manifestazione denominata"Una Rosa per Valeria" in programma sabato 9 con partenza dall'area Porta Rossa del Parco San Giuliano, a Mestre (Venezia). L'iniziativa, che vedrà impegnato un gruppo di 10 ciclisti e che giungerà a Parigi dopo 7 tappe dopo aver percorso 1.127 km con un dislivello complessivo di 7.180 metri., è stata preparata per portare il saluto e la solidarietà della città di Venezia alla capitale francese.

La manifestazione prevede il coinvolgimento delle famiglie che in bicicletta daranno vita al "Family Bike Day" (programmato all'interno dello stesso Parco su un circuito di 8/10 km) e al Raduno Cicloturistico (di 35 km con conclusione a Trebaseleghe, in provincia di Padova) che accompagnerà i 10 ciclisti nella cittadina euganea.

"Una Rosa per Valeria", organizzata dal Lions Club Camposampiero Distretto 108 Ta3 e dal Round Table 32 Mestre con la collaborazione tecnica degli 11 volte campioni italiani di cicloturismo del Club Ciclistico Fonte San Benedetto Scorzè e la regia di Giorgio Tombacco e Diego Varetto, sarà anche benefica.

Il ricavato sarà destinato al Progetto "La Vita è Donna" nato dalla necessità di proteggere la donna nei suoi momenti di maggiore difficoltà: quando è sottoposta alle violenze, dà la vita ad un altro essere umano ed è colpita da infezioni. I ciclisti - Giiorgio Tombacco, Mauro Cazzaro, Walter Merlo, Daniele Rossetto, Roberto Libralesso, Giorgio Martini, Paolo Ramin, Luciano Targhetta, Maurizio Grosso e Carla Tramarin - raggiungeranno Parigi il 15 luglio per rendere omaggio a Valeria Solesin, simbolo italiano dei tragici avvenimenti dello scorso novembre e di tutte le vittime innocenti degli attentati nel mondo.

Il percorso si snoderà tra Italia, Svizzera, Germania e Francia per concludersi di fronte al "Bataclan", il teatro dove la giovane ricercatrice veneziana perse la vita. Sul luogo sarà deposta una rosa a ricordo dell'accaduto. "Una piccola, grande cerimonia, un gesto simbolico - hanno ricordato Giorgio Tombacco e Diego Varetto - per esprimere cordoglio e solidarietà alla famiglia di Valentina e a quanti hanno perso i loro cari nelle tragiche circostanze".

Alla cerimonia della partenza, programmata alle ore 9.30, è prevista la partecipazione dei genitori di Valeria, dei rappresentati dell'Amministrazione Comunale di Venezia e di numerosi campioni dello sport del pedale; tra loro il mitico ex primatista dell'ora, Francesco Moser.

Francesco Coppola

Queste le tappe che affronterà il gruppo: Mestre-Merano di 220 km (altimetria 400 m.); Merano-Sankt Anton di 150 km (1930 m.); Sankt Anton-Costanza di 134 km (700 m.); Costanza-Colmar di 164 km (900 m.); Colmar-Nancy di 132 km (1250 m.); Nancy-Troyes di 175 km (1350 m.); Troyes-Parigi di 152 km (650 m.).