Ven05242024

Aggiornamento:12:12:22

Back Archivio Vetrina - Eventi Bussolino Sport: una stagione ricca di manifestazioni organizzate e piazzamenti

Bussolino Sport: una stagione ricca di manifestazioni organizzate e piazzamenti

Bussolino di Gassino Torinese (To) - Passione per il ciclismo, la sfortuna presa sempre con il sorriso e diverse gare organizzate. E' così che si potrebbe sintetizzare lo spirito del Bussolino Sport che sabato ha concluso la stagione 2010 con un luculliano convivio al ristorante Defilippi di Bussolino di Gassino.

Come consueto la regia è nelle mani dell’inarrestabile Mazzone, braccio destro del presidente Camino e anima trainante della squadra. Attorniato dagli amici di sempre, che lo sostengono nelle sue innumerevoli iniziative, è lui a dare il benvenuto a compagni di squadra e ospiti graditi nella sala che per l’occasione diviene anche sede di una mini mostra fotografica delle attività del 2010. Oltre ad atleti e simpatizzanti, il benvenuto di questo gruppo compatto accoglie lo sponsor Andrea Pella della nota ditta di abbigliamento sportivo accompagnato dalla splendida consorte.

Ed ancora con la simpatia che lo caratterizza, porge il saluto ai rappresentanti dell’Udace Torinese Francesco Gioberti e Elisa Zoggia. Le portate si succedono deliziose, mentre al microfono il buon Mazzone elenca le attività che hanno caratterizzato questa stagione: classificata tra le prime dieci in tutti i campionati cicloturistici provinciali, e quindicesima nel trittico di cicloturismo, la squadra di Bussolino vanta inoltre un notevole elenco di manifestazioni organizzate in tutti i settori del ciclismo locale, dalle cronoscalate, alle gare in mountain bike per concludere degnamente con le cicloturistiche.

E proprio parlando di cicloturistiche, tutte a scopo benefico, che viene chiamata in causa la famiglia Fiore, che ogni anno consente di organizzare il memorial Olindo Fiore: a loro, in segno di ringraziamento, la medaglia d’oro vinta dal Bussolino nel corso dell’anno e l’applauso spontaneo di tutti i presenti. Prima di passare alle premiazioni la scena viene ceduta al direttore sportivo Paolo Ghiosso: a lui infatti è andato il tapiro d’oro lo scorso anno, è suo è stato il compito di monitorare gli associati nel corso del 2010 per individuare il nuovo custode dell’ambito trofeo. Ma l’imbarazzo naturale di fronte all’attenta platea crea qualche ilare intoppo nel discorso di presentazione, e così se le sfortune della stagione eleggono Marco Zarri come nuovo attapirato, è immediato l’annuncio che la nuova classifica ha appena avuto inizio.

L’ilarità lascia spazio alla premiazione sociale, come consueto innaffiata dall’ottimo vino erbaluce, ed alla premiazione a sorteggio tra gli atleti presenti in sala, arricchita da materiale tecnico molto apprezzato. L’atmosfera piacevole fa volare le ore, e la cena si conclude oltre la mezzanotte con un’atmosfera ancora carica di energia vitale. L’augurio a tutti di buone feste e di un 2011 denso di soddisfazioni accompagna questa squadra, che della passione ha saputo fare la propria forza.