Mar04232024

Aggiornamento:10:22:25

Back Archivio Vetrina - Eventi Udace: Torino riprende l’attività tra tradizione e innovazione

Udace: Torino riprende l’attività tra tradizione e innovazione

Torino - A Torino le elezioni hanno portato una ventata di freschezza nel Comitato udacino con il neoeletto presidente provinciale Elisa Zoggia, classe 1984. Appassionata di ciclismo fin da giovanissima, a 18 anni è diventata giudice di gara Udace. Si è poi interessata alla vita associativa e dal 2006 è stata segreteria del Comitato torinese e responsabile del settore fuoristrada.

 

Presidente come intende impostare la sua gestione?

«Qualche novità ma anche molta storia. Torino è una provincia importante, che per oltre un trentennio ha vantato la gestione di Fernando Ferraris prima e di Giacomo Sgarbi poi. Non si può quindi dimenticare la tradizione provinciale e non lo faremo, ma ci sono diverse novità anche se non ancora perfettamente visibili: innanzitutto una mailing list divisa per strada, mtb e cicloturismo, che servirà a tenere aggiornati atleti e appassionati su calendari, programmi delle gare e classifiche. E restano sempre attivi i tre blog da me creati quando ero segretaria, sempre divisi per settore. Ciò renderà più semplice e immediata la consultazione delle notizie che interessano a ciascuno».

La stagione del cross è agli sgoccioli e sta per cominciare l’attività del 2012. Anticipazioni?

«Infatti non c’è molto tempo per tirare il fiato. La stagione del ciclocross prevede ancora due appuntamenti: sabato il Campionato provinciale a Reano e domenica 12 febbraio il Gran Premio Cicli Gattobigio a Lanzo. Sabato 25 febbraio inizierà il mountain bike con il trittico Mtb Winter Cup, che coinvolgerà i comuni di Reano, Avigliana e Moncalieri. Il circuito sarà gestito dalla Sporting Team in collaborazione con l’Ac Reano. La grande novità saranno le premiazioni di categoria dopo ogni prova. Confermata, come da tradizione, la ricca premiazione finale. Domenica 26 febbraio, invece, partirà la stagione su strada a Poirino con la prima prova del Campionato d’Inverno. Si bisserà, sempre a Poirino, domenica 4 marzo. Le altre due prove saranno organizzate nel Torinese dal Comitato di Cuneo».

Diversi anche gli impegni di prestigio?

«Sì, primo su tutti il Campionato europeo Mtb di domenica 1 luglio a Casalborgone per l’organizzazione tecnica del TnTeam e poi il Campionato regionale strada domenica 27 maggio a Poirino e le due prove del Campionato regionale della Montagna sabato 19 maggio a Rivodora e domenica 10 giugno a Lanzo».

E il cicloturismo?

«E’ mia intenzione dare a questo settore, da oltre dieci molto fiorente in provincia, l’attenzione che merita».

Ce la farà da sola a sostenere la mole di lavoro che l’attende?

«Gli impegni sono molti. Oltre a quelli citati, il calendario è fittissimo: 120 gare a oggi. Da sola sarebbe impossibile sostenere tutto ciò. Per mia fortuna ho dei collaboratori e dei dirigenti capaci e pieni di passione e se ognuno farà la sua parte non si potrà che continuare a crescere. Da diverse parti giungono richieste per una maggiore attenzione nei confronti dei più giovani e cercheremo di orientarci anche in questa direzione con premiazioni riservate alla categoria Debuttanti, che partirà a Poirino al Campionato regionale strada».

Fonte: Comunicato Stampa