Ven03012024

Aggiornamento:12:16:12

Italia Bike Cup-Verona Mtb International: trionfi di Colledani e Teocchi

D945590a Fdfa F584 Fe89 B6c4f0f98e6c

 

 

Nel Parco delle Colombare è andata in scena la prima prova del Italia Bike Cup Chaoyang, il Verona MTB International ha accolto nella sua cornice proprio dietro alle mura cittadine ben 600 biker tra amatori e categorie agonistiche da junior a open. La prova di Verona ha finalmente avviato la stagione di Italia Bike Cup Chaoyang con la partecipazione nella giornata di oggi dei maggiori rider internazionali con un parterre che ha visto ben 14 nazioni rappresentate, non solamente ma ha confermato la fruibilità di un percorso rodato e apprezzato a tutti i livelli che ha portato un elevato numero di amatori.

Nelle prove di degli agonisti si è potuto assistere alle prime entusiasmanti sfide tra quelli che saranno i protagonisti della stagione 2023 per il cross country. Il Verona International Mtb ha assegnato proprio ai vincitori delle singole gare di oggi, le prime maglie di leader di categoria dell’Italia Bike Cup Chaoyang. Un’occasione a cui nessuno dei migliori interpreti voleva farsi sfuggire, quella di vestire le coloratissime maglie prodotte e fornite da Alè, sponsor tecnico del circuito.

Nell prova junior maschile la sfida principale è stata tra Gabriel Borre del KTM Protek Elettrosystem e Elian Paccagnella del Junior Team Sudtirol AVS, due atleti che hanno già dimostrato grandi valori in gara, a metà gara l’altoatesino Paccagnella ha sferrato un attacco che lo ha portato a condurre in solitaria la prova dedicata agli junior fino al compimento dei 6 giri complessivi per vincere, in totale solitaria, la prima prova di Italia Bike Cup Chaoyang e vestire la maglia di leader junior maschile.

La partenze delle donne Open ha visto una tripla sfida contemporanea con le categorie junior femminile, Under23 femminile ed Elite femminile. Tre maglie di leader in palio e una sfida che ha visto come protagoniste l’elite Chiara Teocchi, la punta di diamante del KTM Protek Elettrosystem e l’austriaca della categoria Under23 Tamara Wiedmann. In terza posizione tra le donne è rimasta sin dalla prima metà di gara la canadese Emily Johnston, compagna di squadra della Wiedmann al Trek Future Racing. La sfida si è cristallizzata in breve tempo, lo strapotere della bergamasca Chiara Teocchi non ha dato possibilità a nessuna delle avversarie elite di impensierire la sua leadership, conquistando la vittoria finale e la prima maglia di leader donne elite. Seconda e terza della prova Open sono state proprio l’austriaca Wiedmann e la canadese Johnston che hanno confermato il secondo e terzo posto assoluti, con Wiedmann vincitrice della categoria Under23 e prima leader della stessa categoria. Tra le junior, la gara è stata vinta dalla svizzera Muriel Furrer (Infinity Bixs Development Team) che veste la prima maglia di leader junior femminile, anticipando le due atlete italiane Valentina Corvi (Trinx Factory Team) e Laura Squarise (ASD La Fenice MTB).

La competizione degli open ha visto girare sul percorso di Verona MTB International un parterre di altissimo livello. È stato il secondo degli otto giri in programma in cui è scoppiata la corsa, con gli atleti del Santa Cruz RockShox, Luca Braidot e Nadir Colledani, in compagnia di Daniele Braidot del C.S. Carabinieri Vittoria Olympia, un terzetto di altissimo valore seguito con un risicato vantaggio da Filippo Fontana (C.S. Carabinieri Vittoria Olympia), l’austriaco Mario Bair (Trek Future Racing), Gioele Bertolini (Trinx Factory Team), Mirko Tabacchi (RDR Italia), il danese Tobias Lilledung (Trek Future Racing).

Nel quinto giro in programma il friulano Nadir Colledani ha aperto ancora il gas cercando un allungo che gli permettesse di mettere al sicuro la vittoria finale, dietro di lui i gemelli Braidot e l’austriaco Bair inseguivano a 20 secondi di ritardo, Bertolini a 34” e Tabacchi guidava un altro gruppetto di tre elementi con 1’14”.

L’azione di Colledani sembrava dover finire con la composizione di una nuova coppia con i due compagni di team Colledani e Luca Braidot, con un grandissimo recupero del secondo, la gara è stata vinta da Nadir Colledani (Santa Cruz RockShox) con 3” di vantaggio su luca Braidot, terzo e primo degli Under23 maschili è stato invece il forte austriaco Mario Bair del Trek Future Racing.

Le maglie di leader saranno vestite quindi nella seconda prova dell’Italia Bike Cup Chaoyang alla Coppa Internazionale Città di Albenga da: Nadir Colledani, elite maschile (Santa Cruz RockShox); Mario Bair Under23 maschile (Trek Future Racing); Elian Paccagnella, junior maschile (Junior Team Sudtirol); Chiara Teocchi, elite femminile (KTM Protek Elettrosystem), Tamara Wiedmann, Under23 femminile (Trek Future Racing) e Muriel Furrier, junior femminile (Infinity Bixs Development Team).

La prossima prova di Italia Bike Cup Chaoyang va in scena ad Albenga (SV) con l’Internazionale XCO Coppa Città di Albenga il 11 e 12 marzo 202, sarà anche la prima occasione per le categorie Esordienti e Allievi di conquistare la prima maglia di leader del Circuito Giovanile Italia Bike Cup 2023.

Classifiche: trevisomtb.it