Ven10072022

Aggiornamento:10:16:04

Back Strada Gare Federico Guzzo imprendibile, sua anche la Piccola Sanremo!

Federico Guzzo imprendibile, sua anche la Piccola Sanremo!

 

La 55^ Piccola Sanremo - Memorial Renato Finetti ha incoronato quest'oggi Federico Guzzo: il trevigiano in forza alla Zalf Euromobil Désirée Fior ha tagliato per primo il traguardo di Sovizzo (Vi) al termine di 151 chilometri spettacolari ed avvincenti allestiti con passione e professionalità dallo staff dell'Uc Sovizzo presieduto da Gianluca Peripoli.

LA CRONACA - Sono stati 161 gli atleti che si sono allineati ai nastri di partenza della Classicissima di Sovizzo e che hanno sfilato in trasferimento sino a Villa Cordellina Lombardi di Montecchio Maggiore preceduti da Marco Brotto e dagli altri atleti in handbike per ribadire il messaggio di solidarietà già lanciato dagli organizzatori in occasione del vernissage d'apertura.

Prima ora di gara che scivola via ad oltre 46 chilometri orari di media con il gruppo sempre in fila indiana che si è spartito i traguardi volanti messi in palio dall'Uc Sovizzo; nel corso della prima tornata collinare che vede il gruppo allungarsi sulle rampe della salita di Vigo a prendere il largo è un quintetto composto da Matteo Zurlo (Zalf), Mikita Tur (Onec), Davide Vignato (General Store), Domenico Cirlincione (Ecotek Gallina) e Matteo Baseggio (Trevigiani). Su questi battistrada nel corso delle successive tornate rientrano anche Pier Elis Belletta (Named) e Michele Berasi (Carnovali). Questi sette attaccanti raggiungono un vantaggio massimo di un minuto e trenta sul gruppo. Un plotone che torna a ricompattarsi in vista del primo dei due passaggi in programma sul Muro del Castello di Montemezzo: su questo traguardo transita per primo Pier Elis Belletta.

Nemmeno il tempo di registrare la situazione di gruppo compatto che a rilanciare l'azione in contropiede è Federico Guzzo: il portacolori della Zalf Euromobil Désirée Fior guadagna subito terreno e transita al suono della campana con 50" sui più immediati inseguitori trainati dal trentino Riccardo Lucca (Work Service).

Per Guzzo, che procede con un ottimo passo sia in salita sia in pianura, si realizza così la possibilità di replicare quanto già fatto un anno fa dal suo compagno di colori, Alex Tolio. I chilometri finali si tramutano per lui in una passerella d'onore che gli consente di ricevere gli applausi dello sportivissimo pubblico di Sovizzo: la 55^ Piccola Sanremo è sua. Alle sue spalle si sprinta per le posizioni d'onore con l'ex tricolore juniores, Alessandro Romele (Colpack) che regola il drappello degli inseguitori davanti al vicentino Davide Bauce (Gallina Ecotek).

LE DICHIARAZIONI - Entusiasta per il suo quinto successo stagionale, Federico Guzzo ha una dedica speciale da fare sul palco di Sovizzo: "Dedico questa vittoria a mia mamma che in questi giorni è ricoverata in ospedale. Ho vinto grazie all'ottimo gioco di squadra dei miei compagni che si sono inseriti in tutti i tentativi di fuga. Ci tenevo a fare bene in questa gara così prestigiosa, spero che questo successo mi consenta di passare presto tra i professionisti".

A concludere la splendida giornata di sport e solidarietà di Sovizzo sono le parole di un soddisfatto Gianluca Peripoli: "Oggi abbiamo celebrato nel migliore dei modi i 50 anni dell'Uc Sovizzo e le 55 edizioni di questa grande classica. Voglio ringraziare i ragazzi del mio direttivo che hanno curato ogni minimo dettaglio, tutti i volontari, i movieri e le forze dell'ordine che hanno garantito la sicurezza degli atleti in gara e del pubblico. Un grande grazie all'Amministrazione Comunale di Sovizzo del Sindaco Paolo Garbin e tutte le altre istituzioni che ci sono state vicine nell'allestimento di questo evento. Infine il riconoscimento agli sponsor che ci hanno consentito di regalare una splendida giornata di sport agli appassionati del nostro territorio. Abbiamo aperto la giornata con la sfilata degli atleti in handbike e abbiamo fatto loro una promessa, che nel 2023 l'Uc Sovizzo allestirà anche una gara a loro dedicata. Da domani ci metteremo al lavoro per la 56^ Piccola Sanremo e per tutte le altre organizzazioni che intendiamo portare avanti e arricchire ancora di grandi novità".

Ordine d’arrivo:
1° Federico Guzzo (Zalf Euromobil Désirée Fior)
che compie i 151,5 km in 3h31'44" alla media dei 42,931 km/h
2° Alessandro Romele (Colpack Ballan) a 1’02”
3° Davide Bauce (Gallina Ecotek)
4° Ben Granger (Zappi)
5° Matteo Tarolla (Sc Valle Seriana)
6° Nicolò Patitti (Overall)
7° Pier Ellis Belletta (Namedsport)
8° Edoardo Faresin (Zalf Euromobil Désirée Fior)
9° Giovanni De Carlo (Carnovali Rime)
10° Nicolò Garibbo (Parkpre)

Le sei maglie in palio e i vincitori:
Maglia azzurra - Banca delle Terre Venete: al vincitore, Federico Guzzo (Zalf)
Maglia rossa - GT Trevisan: per i GPM, Federico Guzzo (Zalf)
Maglia gialla  - Saby Sport: per i TV, Davide Vignato (General Store)
Maglia bianca - Inglesina: al più combattivo, Matteo Baseggio (Trevigiani)
Maglia verde - Ristorante Il Castello di Montemezzo: primo passaggio a Montemezzo, Pier Elis Belletta (Named)
Maglia arancione, UM Tools: alla squadra più giovane, Cycling Team Valcavasia

 

 

ZALF EUROMOBIL DESIREE FIOR

Dopo Alex Tolio è stato quest'oggi Federico Guzzo a iscrivere il proprio nome nel prestigioso albo d'oro della Piccola Sanremo di Sovizzo (Vi). La Classicissima vicentina che ha visto al via il meglio del ciclismo nazionale, ha applaudito una Zalf Euromobil Dèsirée Fior che ha corso da autentica protagonista sin dai primissimi chilometri. I ragazzi diretti nell'occasione da Mauro Busato e Filippo Rocchetti sono stati bravi ad inserirsi in tutti i tentativi di fuga e a lanciare, negli ultimi 25 chilometri l'allungo vincente di Federico Guzzo.

Il trevigiano ha guadagnato subito una trentina di secondi sui più immediati inseguitori ed è riuscito a dilatare questo vantaggio nel finale tramutando le salite del Castello di Montemezzo e di Vigo in autentiche passarelle lungo le quali ha ricevuto l'applauso dello sportivissimo pubblico di Sovizzo.

Una motivazione in più ha spinto sui pedali di Federico Guzzo che, dopo il traguardo, ha voluto dedicare il successo alla madre: "Mia mamma in questi giorni è ricoverata e volevo dedicarle un grande risultato: ecco questa vittoria è per lei, oltre, ovviamente, per tutta la squadra che anche oggi ha corso in maniera fantastica" ha spiegato Guzzo. "Nella prima parte di corsa ho potuto restare coperto grazie alle fughe dei miei compagni e poi quando ho accelerato ho sentito subito delle buone sensazioni. Sono felice di essere riuscito a vincere su questo traguardo così prestigioso, spero possa servire per staccare presto il biglietto per il professionismo".

La Zalf Euromobil Désirée Fior tornerà in gruppo martedì a Collecchio (Pr) dove potrebbe rientrare alle gare anche Simone Raccani dopo il lungo stop causato dall'infortunio rimediato in Spagna durante lo stage con la Quick Step.