Lun01302023

Aggiornamento:09:37:40

Back Strada Gare L’ultimo acuto di Philippe Gilbert incanta Monaco

L’ultimo acuto di Philippe Gilbert incanta Monaco

 

 

E' stato uno dei corridori più vincenti del ciclismo moderno, con quattro. Delle cinque classiche monumento messe in bacheca e l’incredibile titolo del mondo conquistato nel 2012 nel ‘suo’ Limburgo. E Philippe Gilbert ha chiuso la sua carriera agonistica mettendo in bacheca il Criterium Beking, evento clou della giornata di sport e solidarietà svoltasi domenica 27 novembre a Monaco (nella foto di Ivan Benedetto/SprintCyclingAgency©2022, l’arrivo).

In quella che da 13 anni è diventata la sua città, Gilbert ha alimentato la fuga a tre che ha animato la corsa, articolata su un tracciato di 1350 metri da ripetere 40 volte. Con il campione belga altri due pezzi da novanta, Michael Matthews e Tadej Pogacar, che nulla hanno potuto nel finale contro il belga.

”Vivo qui da 13 anni e finire così il mio percorso da professionista è stupendo”, afferma entusiasta il vincitore. “Beking è un bellissimo progetto di beneficenza iniziato l’anno scorso e sono sicuro che crescerà anno dopo anno. Il mio sogno è tornare qui tra 10/15 anni e vedere migliaia di tifosi e famiglie sul percorso. Come ambassador, il nostro obiettivo è di promuovere il nostro fantastico sport. Siamo sulla buona strada”.

 

Il podio della Beking Monaco 2022


Il podio della Beking Monaco 2022

Per Philippe Gilbert, oltre al criterium del pomeriggio è arrivata anche la vittoria nella Pro-Am, una prova a cronometro in cui i professionisti pedalano con gli amatori. Il team capitanato dal belga e da Clement Champoussin si è aggiudicato il primo posto per un solo secondo davanti al quintetto di Matej Mohoric e Robert Stannard e al trenino di Peter Sagan Matteo Moschetti.

I proventi, risultanti dalle iscrizioni alla Pro-Am e dal ricavato dell’asta di beneficenza di domenica sera, saranno devoluti agli enti benefici coinvolti nel progetto.

Oggi è stata una giornata speciale per tutti gli amanti delle due ruote”, ha detto Claudia Morandini a nome di CMT e AWE Sport, organizzatori dell’evento. “I professionisti hanno regalato un grande spettacolo ai presenti e Gilbert ha chiuso in bellezza una carriera fantastica.  Il coinvolgimento dei bambini nell’evento del mattino è stato il momento più emozionante. I giovani sono il nostro futuro ed è su questo che vogliamo puntare. Voglio ringraziare tutte le persone che hanno reso possibile questo evento: dai corridori, alle istituzioni, associazioni, partners e volontari i quali hanno garantito la sicurezza della manifestazione. Il nostro è un evento che sta ancora muovendo i primi passi e che vogliamo fare crescere con l’aiuto di tutti coloro che, come noi, mettono il futuro dei bambini e l’aiuto per il prossimo al primo posto”.