Sab02242024

Aggiornamento:12:31:58

Back Strada Gare A Montecassiano Nicholas Tonioli da applausi, suo il 62°Gran Premio San Giuseppe

A Montecassiano Nicholas Tonioli da applausi, suo il 62°Gran Premio San Giuseppe

 

 

L’albo d’oro del Gran Premio San Giuseppe si arricchisce con il nome del 62°vincitore: Nicholas Tonioli. Una performance di rilievo se si considera il gesto tecnico con il quale il ferrarese della Cablotech Biotraining ha conquistato la classica dilettantistica di Montecassiano: con le poche energie a disposizione, è riuscito a tenersi dietro Nicolo Buratti e Davide De Pretto, già noti nelle Marche per aver monopolizzato i primi due posti del Gran Premio Capodarco nell’agosto del 2022.

Sempre in terra marchigiana, ma nella classica di marzo che onora il santo patrono di Montecassiano (San Giuseppe), gli organizzatori del Velo Club Montecassiano hanno visto premiati gli sforzi non solo per la qualità delle squadre partecipanti con i rispettivi atleti (170 al via tra cui il vincitore uscente De Pretto) ma anche per il folto pubblico che ha mantenuto fede alla tradizione sportiva e alla storia di questa corsa, oltre a fare da ala al passaggio dei corridori.

La geometria particolare del percorso di 162 chilometri, a forma di otto, tra il paese alto di Montecassiano e le frazioni limitrofe nella zona industriale, ha permesso la bagarre a gran ritmo sin dalle prime pedalate con un drappello di 18 unità in avanscoperta iniziale che si è poi smembrato sotto la spinta di Federico Guzzo (Zalf Euromobil Desirèe Fior) e Marco Manenti (Hopplà Petroli Firenze Don Camillo) che non hanno avuto scampo.

Successivamente, le redini della corsa sono state prese da un manipolo di nove attaccanti con il marchigiano doc (di Casette d’Ete) e neo under 23 Diego Bracalente del Team Colpack Ballan, unitamente a Nicholas Tonioli (Cablotech Biotraining) Davide De Pretto ed Edoardo Zamperini (Zalf Euromobil Desirèe Fior), Matteo Niccoli (Gragnano Sporting Club), Simone Carrò (Aries Cycling Team), Lorenzo Galimberti e Giacomo Villa (Biesse - Carrera), Nicolò Buratti e Davide De Cassan (CTF Cycling Team Friuli).

I nove attaccanti non hanno tenuto conto dell’inesorabile recupero di una prima parte del gruppo con il rischio quasi concreto del ricongiungimento in vista dell’ultimo chilometro.

Ai 500 metri, Tonioli ha dato quello strappo decisivo per mantenere quel risicato margine che gli ha consentito di conquistare la vittoria davanti a Buratti e a De Pretto.

Per Tonioli, ferrarese di Sant’Agostino classe 1999, una prima vittoria in carriera nella categoria dilettanti ottenuta con caparbietà: “Stento ancora a crederci, tanta e' la gioia per questa vittoria. Non riesco a realizzare di aver vinto a Montecassiano. Avevo finito le energie, sono andato avanti solo per forza di volontà. Ci ho creduto tanto, non potevo chiedere di più. Vincere davanti ad avversari cosi forti e' una grandissima soddisfazione”.

Lino Secchi, presidente del comitato regionale FCI Marche: “Sessantadue edizioni sono un segno della continuità e del blasone di questa manifestazione, motivo d’orgoglio per la società organizzatrice, per la comunità di Montecassiano e per l'intera amministrazione comunale. Con tutti quei saliscendi, il percorso è valido tecnicamente per quella che viene ribattezzata da tutti gli addetti ai lavori la Milano-Sanremo del panorama dilettantistico. Siamo grati all’impegno del Velo Club Montecassiano che ha curato tutti i particolari nel dietro le quinte, per uno spettacolo di sport e di ciclismo che ha consacrato i corridori alla caccia della vittoria e dei piazzamenti d’onore”.

Marino Amadori, commissario tecnico della nazionale italiana under 23: “Il Gran Premio San Giuseppe è un percorso molto esigente, ondulato e con poca pianura, un appuntamento dove emergono le qualità degli atleti in questo avvio di stagione. Come nazionale under 23 siamo appena reduci da un ciclo di allenamenti in Puglia che è servito per porre le basi verso i primi appuntamenti di carattere internazionale. Domenica 26 marzo saremo in Belgio alla Gand-Wevelgem di classe 1.2 che non è più gara di Coppa delle Nazioni ma si svolgerà su una parte del percorso dei professionisti. Ad aprile faremo la Liegi-Bastogne-Liegi per la prima volta schierando la nostra nazionale e poi inizieremo il nostro ciclo di gare alla Coppa delle Nazioni dalla Repubblica Ceca alla Polonia, passando per la Francia con il Tour de l’Avenir, poi gli Europei e i Mondiali. Mi fa molto piacere della presenza alla Gand-Wevelgem delle squadre di club Cycling Team Friuli e Team Colpack Ballan perché questi ragazzi hanno bisogno del confronto internazionale con i coetanei che vedremo fra qualche anno all’opera nel mondo del professionismo”.

Leonardo Catena, sindaco di Montecassiano: “Un grande spettacolo e una splendida organizzazione da parte del Velo Club Montecassiano. Ci tengo a ringraziare i tanti volontari della Protezione Civile e le Forze dell’Ordine che hanno garantito la sicurezza. Questa manifestazione ci consente di mostrare la bellezza del territorio di Montecassiano con questo percorso a forma di otto che dalle colline scivola fino a valle per poi risalire in paese. È  la scenografia perfetta per una classica nobile del ciclismo marchigiano come il Gran Premio San Giuseppe”.

 

 

ORDINE D’ARRIVO 62°GRAN PREMIO SAN GIUSEPPE

1° Nicholas Tonioli (Cablotech Biotraining) 162 km in 3.51’32” media 41,981 km/h

2° Nicolò Buratti (CTF – Cycling Team Friuli)

3° Davide De Pretto (Zalf Euromobil Desirèe Fior)

4° Giacomo Villa (Biesse – Carrera)

5° Simone Carrò (Aries Cycling Team) a 2”

6° Davide De Cassan (CTF – Cycling Team Friuli)

7° Diego Bracalente (Team Colpack Ballan)

8° Lorenzo Galimberti (Biesse – Carrera) a 12”

9° Andrea D’Amato (Biesse – Carrera) a 16”

10° Francesco Parravano (Aran Cucine Vejus)

11° Francesco Di Felice (Maltinti Lampadari Banca di Cambiano)

12° Giovanni Bortoluzzi (CTF – Cycling Team Friuli)

13° Jan Eduard Hoeks Daan (Maltinti Lampadari Banca di Cambiano)

14° Nicolò Arrighetti (Biesse – Carrera)

15° Magnus Henneberg (Sias Rime Drali)

16° Imad Sekkak (Velo Racing Palazzago)

17° Lorenzo Masciarelli (Team Colpack Ballan)

18° Andrea Cantoni (Zappi Racing Team)

19° Dennis Lock (Sias Rime Drali)

20° Edoardo Faresin (Zalf Euromobil Desirèe Fior)

21° Tommaso Dati (Mastromarco Sensi FC Nibali)

22° Tomas Sivok (CTF – Cycling Team Friuli)

23° Nicolò Garibbo (Gragnano Sporting Club)

24° Stefano Rizza (Hopplà Petroli Firenze Don Camillo)

25° Andrea Colnaghi (Onec Team)

26° Fabio Garzi (Aries Cycling)

27° Lorenzo Magli (Mastromarco Sensi FC Nibali)

28° Gabrio Salomone (Etruria Sestese Amore&Vita)

29° Luca Cretti (Team Colpack Ballan)

30° Tyler Hannay (Mastromarco Sensi FC Nibali)

 

A questo link https://www.youtube.com/watch?v=9eDMEwEdEmk il servizio completo della diretta streaming andata in onda su Toscana Sprint con il commento di Elena Forzoni e di Luca Falcetta (addetto stampa Velo Club Montecassiano).