Lun06242024

Aggiornamento:10:11:45

Back Strada Presentazioni Sarà l’Alpe d’Huez il giudice del Tour de France Femmes 2024

Sarà l’Alpe d’Huez il giudice del Tour de France Femmes 2024

 

 

Dopo La Super Planche des Belles Filles nel 2022 e il Tourmalet nel 2023, sarà un’altra mitica salita francese a decidere il Tour de France Femmes; nel 2024, la terza edizione della rediviva corsa a tappe femminile si concluderà in vetta all’Alpe d’Huez.

L’arrivo in salita conclusivo sulla storica cima alpina, con i suoi 21 iconici tornanti teatro di grandi sfide ciclistiche è sicuramente la notizia cardine della presentazione della corsa, svoltasi oggi a Parigi insieme a quella relativa alla prova maschile. Ma l’epilogo è solo uno dei motivi di interesse delle otto frazioni, che scatteranno a Rotterdam il 12 agosto (la partenza dalla Francia era rasa complicata dalla concomitanza con le Olimpiadi).

12 agosto – 1a tappa – Rotterdam – La Haye 128 km
13 agosto – 2a tappa – Dordrecht – Rotterdam 67 km
13 agosto – 3a tappa – Rotterdam – Rotterdam (crono) 6,3 km
14 agosto – 4a tappa – Valkenburg – Liège 122 km
15 agosto – 5a tappa – Bastogne – Amnéville 150 km
16 agosto – 6a tappa – Remiremont – Morteau 160 km
17 agosto – 7a tappa – Champagnole – Le Grand-Bornand 167 km
18 agosto – 8a tappa – Le Grand-Bornand – Alpe d’Huez 150 km

In Olanda, oltre al primo arrivo per velociste, si assisterà anche a una interessante prima volta per la corsa a tappe femminile, con le due semitappe del 13 agosto: la prima molto breve da 67 km, sulla carte per velociste, e poi una cronometro dal chilometraggio molto contenuto (6300 metri), con l’intenzione di non delineare eccessivamente la classifica generale.Classifica generale che potrebbe prendere una fisionomia più precisa il giorno successivo, con la Valkenburg – Liege, che prevede il transito sul Cauberg, la Côte de la Redoute e la Roche-aux-Faucons. Come nelle precedenti edizioni, però, saranno le ultime tre frazioni a dare un volto alle pretendenti alla maglia gialla, con le prime salite vere che verranno affrontate nella tappa con arrivo a Morteau (il 16 agosto) e due arrivi in quota come quelli a Le Grand Bornard (il 17 agosto) e all’Alpe d’Huez il 18 agosto.