Dom02252024

Aggiornamento:11:06:58

Back Archivio Vetrina - Eventi La Ciclistica Cesate ha festeggiato la sua 37° stagione ciclistica

La Ciclistica Cesate ha festeggiato la sua 37° stagione ciclistica

Trentasette anni ininterrotti di attività per la ciclistica Cesate, all’insegna del pedalare in buona compagnia, e con intermezzi anche di agonismo di alto livello all’orche vi fu la fusione con la famiglia Rizzotto, un periodo ricco di risultati agonistici di assoluto rilievo, che si sono ripetuti a metà dello scorso decennio con l’arrivo di felice Uboldi che ha rinverdito i successi precedenti portando in dote numerose maglie tra cui le più prestigiose con la banda tricolore.

Passano gli anni e anche gli obiettivi primari, ad eccezione del piacere di ritrovarsi ogni anno per il tradizionale pranzo che vede riunirsi le famiglie del sodalizio Meneghino. La meta di quest’anno è la Celeberrima Certosa di Pavia, con gita guidata per ammirare le bellezze di quest’abazia, e sono una novantina i graditi simpatizzanti che hanno dato la loro adesione.

Al termine della visita religioso-culturale si riparte alla volta del agriturismo Rosmary nei pressi di Casarile, ce molta allegria, l’appetito comincia a stuzzicare e il clima e prettamente festaiolo. Dopo le prime portate, il presidente Pietro Alfonso, dopo il doveroso e dovuto ringraziamento, passa alle premiazioni degli atleti che con il loro impegno hanno onorato la maglia giallo-verde del sodalizio, soffermandosi in particolar modo sulle partecipazioni alle gran fondo, alle gare di Mtb e al raid Cesate Alberobello di Km 1050. Per il settore amatori si distimguono per il loro impegni:

Camp.sociale: 1° Pagani Fabio seguono  Ferrucci Lino, Alfonso Pietro, Pagani Federico, Brescia Vito, Matteini Andrea, Travagliati Gianangelo.

Settore cicloturismo:   1° Morra Francesco,  Morra Donato, Panacui Carmen, Aloi Giorgio, Corbella Antonio, Romanò Diego, Borroni Marino, Sangesi Pierluigi, Morra Luigi, Bucci Pasquale, Bottone Roberto, Benedetti Gianfranco, Lui Fabio,Mandorlo Giuseppe, Simon Giorgio.

 

Fonte: Pietro Alfonso