Ven02232024

Aggiornamento:09:59:11

Back Cicloturismo

Cicloturismo

Avis Bike Pistoia quando la bellezza del ciclismo si fonde con la beneficenza, la cultura e il territorio

Torna a suonare il nome di Avis Bike Pistoia, tornano, tra aprile e ottobre, tre grandi eventi sportivi dedicati ad altrettante categorie di ciclisti. L’associazione pistoiese, promotrice e organizzatrice di manifestazioni è nota in, casa e fuori, come un eccellenza tra le realtà cicloamatoriali perché riesce a unire, attraverso le proprie iniziative, sport e  solidarietà, cultura e territorio. La passione, l’amicizia e le ambizioni fanno sì che il motore organizzativo del gruppo, composto da una quarantina di stradisti e bikers, sia sempre acceso, i tempi si sa non sono dei migliori, motivo in più per unirsi e fare il possibile e l’impossibile, non solo per non mollare ma addirittura crescere: “Con tanto orgoglio devo ammettere che il nostro gruppo, oltre ad essere sempre più corposo, è diventato un team cementato e omogeneo, in grado di divertirsi su pedali, donare il sangue, divulgare messaggi di etica sportiva e assumersi il carico organizzativo di tre iniziative” sostiene il presidente dell’Avis Bike Pistoia Stefano Sichi: “Tutto questo non sarebbe possibile senza l’aiuto dei nostri sponsor e collaboratori, tra tutti Panorama, teatro della Gimkana e sponsor principale di tutte tre le manifestazioni, ma anche senza l’appoggio e la collaborazione dell’amministrazione Comunale e della Provincia di Pistoia, a tutti loro un sentito grazie! Il nostro intento per il futuro è di fare crescere ancora le nostre manifestazioni, per promuovere, far conoscere e valorizzare le bellezze e le risorse della nostra montagna, oltre che, chiaramente, la nostra bella città”.

Gf Mareterra: sarà la grande festa della bici

Bellaria Igea Marina (Rn) – Il ciclismo e la bicicletta come veri protagonisti. Senza dimenticare la voglia di stare insieme, di divertirsi, di restare in forma e di gustare succulenti manicaretti. Sono questi i principi alla base della 10a Gf cicloturistica Mareterra-8° Trofeo Ivan Pintabona, prima prova del circuito di granfondo cicloturistiche Romagna Sprint e prova del Criterium italiano Gf cicloturistiche Uisp, che si terrà domenica 24 marzo aBellaria Igea Marina (Rn). «Noi – commenta Alessandro Vasini dell’Asd Mareterra Bike Team, società organizzatrice – crediamo che la bicicletta, nella nostra cicloturistica, sia sempre la protagonista. Qui non perde mai nessuno. Tutti vincono nel loro piccolo: c’è chi si migliora, chi ha scoperto di poter scalare una vetta in meno tempo dell’anno precedente, chi piange per essere arrivato in cima, chi ride per una battuta del suo compagno, chi non è mai stanco, chi stringe i denti, chi non molla mai, chi non si perde d’animo, chi non si sente mai solo. C’è chi scalando una vetta ti saluta anche se non ti ha mai visto, ti incita, ti dice che “è finita”, di non mollare».

La Gf Mareterra inaugura il Romagna Sprint

La Granfondo Cicloturistica Mareterra giunge in doppia cifra. Il 24 marzo spegnerà le sue prime 10 candeline. È la manifestazione che inaugura l’edizione 2013 del Circuito Romagna Sprint che annovera, dopo la prova bellariese, il 28 aprile a Castrocaro Terme, la 6^ Fondriest, il 16 giugno a Cesena, il 12° Memorial Corzani, il 4 agosto a Cesena, la 7^ Sport per crescere insieme e l’8 settembre a San Mauro Pascoli, il 6° Memorial Giovanni Pascoli. Con partenza da Bellaria Igea Marina, la manifestazione è organizzata in collaborazione tra la Fondazione VerdeBlu e il MareTerra Bike Team. È proprio il presidente di quest’ultimo sodalizio sportivo, Gerolamo Dilella a spiegare in dettaglio le caratteristiche della manifestazione bellariese.

Tante le novità al 34° Giro di Romagna, gf cicloturistica

Lugo di Romagna - Il 5 maggio 2013 a Lugo di Romagna prenderà il via il 34° Giro della Romagna organizzato dall'Unione  Cicloturistica Francesco Baracca, manifestazione cicloturistica  che si articola su quattro tracciati di 62, 88, 138 e 170 chilometri, con un dislivello che è rispettivamente di 240, 740, 1.600 e 2.040 metri.Negli anni è stato costante l'aumento dei partecipanti che ha raggiunto quasi quota 5.000, collocando il Giro di Romagna come numero di iscritti al 3° posto tra le Gran Fondo italiane, dopo la Nove Colli e la Maratona delle Dolomiti ed al 1° posto come Gran Fondo italiana non competitiva. Il Presidente della Baracca, Contarini Paolo, ci tiene a evidenziare questa differenza rispetto a tutte le altre Gran Fondo agonistiche, anche perchè “consente ai partecipanti di viverla in modo più tranquillo, pedalando in compagnia e avendo quindi modo di guardare ai luoghi che si attraversano e di gustare al meglio le specialità dei ristori, senza però nulla togliere alle difficoltà tecniche dei percorsi, come dimostrano i dislivelli dei due più lunghi”.

Gf Mareterra: sul lungo si affronterà il Barbotto

Bellaria Igea Marina (Rn) – Non avranno certo di che annoiarsi i partecipanti alla 10a Gf cicloturistica Mareterra in programma domenica 24 marzo a Bellaria Igea Marina (Rn), che sarà prova d’apertura del circuito di granfondo cicloturistiche Romagna Sprint e prova del Criterium italiano Gf cicloturistiche Uisp. Tre i percorsi disegnati dall’Asd Mareterra Bike Team: il lungo di 110 chilometri, il medio di 90 chilometri e il corto di 65 chilometri. Tracciati impegnativi e ricchi di salite, specie il granfondo e il mediofondo. Sul primo percorso ci sarà il mitico Barbotto. La partenza avverrà alla francese dalle ore 7,00 alle ore 8,30 dalla centralissima Piazza Matteotti di Bellaria Igea Marina. Una volta partiti, dopo una ventina di chilometri i partecipanti affronteranno la salita di Musano, che con i suoi 1,8 chilometri servirà a scaldare un po’ la gamba. Parte da 85 metri e arriva a 259 metri, per un dislivello totale di 174 metri. Le pendenze medie oscillano attorno al 9/10%. Lasuccessiva salita sarà quella di via Ciocca, definita il piccolo Stelvio. E’ caratterizzata da 18 tornanti che si susseguono l’uno all’altro. La pendenza media è intorno al 6% con brevi tratti al 12. Pur essendo lunga solo 2,8 chilometri è una delle più impegnative della zona. Qui ci sarà il primo controllo. Si partirà da 162 metri per arrivare a 331 metri.