Gio02272020

Aggiornamento:11:07:41

Back L'altro pedale Ciclocross Race Mountain Folcarelli, triplo successo tricolore nel ciclocross a Schio

Race Mountain Folcarelli, triplo successo tricolore nel ciclocross a Schio

 

 

La festa più grande per il team Race Mountain Folcarelli si è fatta a Schio nella provincia di Vicenza, in occasione dei Campionati Italiani di Ciclocross 2020. Un successo di squadra di grande portata visto che tre dei nostri atleti sono tornati a casa indossando una maglia tricolore. Si tratta di Antonio Folcarelli di Anzio (Rm), nuovo campione italiano della categoria Under23, Federico De Paolis di Ardea (Rm), campione nazionale degli Allievi di secondo anno e infine Massimo Folcarelli, team manager e corridore veterano della disciplina ciclocross, campione tra i Master 4.

L'emozione è stata indescrivibile per tutti i corregionali, nel momento in cui Folka ha tagliato da vincitore il traguardo veneto lasciandosi alle spalle Davide Toneatti (DP66 Giant SMP), giunto secondo e Marco Pavan (D’Amico Um Tools), medaglia di bronzo. Folcarelli ha conquistato l’ambito titolo nove giorni dopo aver compiuto 22 anni, infatti è nato il 3 gennaio 1998 e descrive con queste parole il risultato che andrà ad aggiungere al suo curriculum di vittorie personali "sono felicissimo perchè sono partito con delle buone sensazioni, non parlo solo delle mie gambe ma anche di concentrazione mentale, mi sono sentito pronto. Una caduta ha messo in difficoltà tutti noi come si vede dalle riprese della partenza della gara under23. Ho avuto un salto della catena e lì mi sono detto che avrei dovuto tenere duro e riprendere la testa della corsa per sperare nel risultato. In fondo quando mi è capitato di correre nelle prove di coppa del mondo, sono partito sempre in posizione molto arretrata, nelle griglie e so bene quale sia la fatica da fare per rimontare varie posizioni".

Per quanto riguarda Federico De Paolis, la gara si è svolta con un certo equilibrio della posizione mantenuta rispetto all'avversario Eros Cancedda (GS Sorgente Pradipozzo) fino al suono della campana. Poi all'ultima tornata, il quasi sedicenne De Paolis ha aperto il gas e non ha più permesso a nessuno di imporsi. Di fatto Eros Cancedda è rimasto arretrato di circa quattro secondi, seguito poi dal piemontese Filippo Borello (GS Cicli Fiorin) e questa gestione della prova è valsa la gloria al laziale.

Restando nell'ambito categorie agonistiche, il team apriliano ha ottenuto anche una favolosa medaglia d'argento tra gli Allievi di primo anno. Questo risultato è di Simone Vari, il suo podio più bello dopo una stagione fatta di successi, assieme alla vittoria del Gran Premio Mamma Papà Guerciotti dello scorso 30 novembre.

L'ultimo tricolore che mancava nel medagliere di Massimo Folcarelli (Master 4) è questo di Schio. Il quarantacinquenne ha raggiunto così quota 16 primi posti nelle prove di campionato italiano di ciclocross. Non ha sfigurato nemmeno il quinto posto della classifica delle Allieve di primo anno, ottenuto da Sofia Capagni, giovane di Soriano nel Cimino (VT).

Il resto delle quote rosa del team è composto da Alessia Verrando che ha chiuso sesta tra le under23 e questo piazzamento le fa onore dal momento che la biker classe '98, ha iniziato tardissimo la preparazione specifica per la stagione mtb 2020 e ha gareggiato nel cx in fase propedeutica per la stagione fuoristrada. C'è stata poi la brava atleta umbra Letizia Brufani che ha raccolto un nono posto tra le Juniores, con un certo rammarico dopo una stagione brillante dove ha sempre saputo centrare la top five della sua categoria e persino una vittoria a Buja-Osoppo nella prova del Giro d'Italia. Ultima arrivata tra le ragazze in arancio-nero, Valentina Gentili che alla sua prima esperienza di campionato italiano conclude sotto la linea d'arrivo in decima posizione (Allieve I anno). Un altro decimo posto della classifica è quello di Valerio Pisanu (Allievi II anno). Il romano ha condotto una gara senza difetti, considerato il numero totale degli alteti di questa batteria, la top ten raggiunta è un trionfo anche per Valerio e la soddisfazione è stata condivisa anche da Thomas Menicacci che raggiunge la diciottesima posizione su una schiera di oltre 75 partenti. Simone Giampaolo invece, festeggia con Vari il suo piazzamento in undicesima posizione tra gli Allievi di primo anno.

Gli Juniores del team, numerosi anch'essi come i nostri Allievi, hanno potuto mettersi alla prova su un percorso tecnico e in una gara così speciale come quella allestita dalla Schio Bike Asd. Nell'ordine che parte dalla sezione più alta della classifica, troviamo Damiano Olivieri che chiude diciottesimo ma con un menzione a parte, vista la bellissima gara che ha condotto sin dalle prime tornate dove ha sfiorato la top ten di questa categoria. Dopo Damiano ci sono Yannick Parisi (22°), Matteo Laloni (29°) e Valerio Babusci (41°) ma tanti sono gli atleti rimasti indietro e questi quattro corridori possono ben dire di avere lottato come in una arena di gladiatori a Schio, tra cadute, forature, guasti meccanici. Massimo Folcarelli dal 1° gennaio 2020 ha dato il benvenuto anche a Gianni Panzarini, suo compagno storico nel team Drake Cisterna, al quale sono stati portati negli anni, da entrambi, copiosi risultati sia nel settore cx che in quello della mtb. Panzarini lo scorso anno conquistò il titolo di campione italiano all'Idroscalo di Milano e quest'anno, non avendo potuto replicare per alcuni problemi fisici sorti proprio nella settimana precedente questa gara, ha comunque dato il massimo per una medaglia d'argento tra gli M5. Sandro Gentili, si è unito al gruppo, da gennaio e ha riscosso una settima posizione, anch'egli tra i Master 5.

A conclusione di questa splendida stagione i ragazzi e tutti i collaboratori di Race Mountain Folcarelli Cycling Team, sono quelli che hanno contribuito a inviare sulla vetta del medagliere nazionale, il nome di questa società.

Di fatto, si sappia che con due ori (Under23 e Allievi II anno) e un argento (Allievi di I anno), siamo il gruppo che supera Selle Italia Guerciotti Elite (due ori), il Centro Sportivo Esercito (1 oro e 1 argento), la Società Sportiva Sanfiorese (1 oro e 1 argento) e Merida Italia (1 oro e 1 bronzo). L'impegno non è stato solo dei singoli atleti ma anche di tutte le famiglie e delle aziende che hanno sostenuto la nostra società. Un ringraziamento speciale va infatti a Race Mountain in primis, a Shimano, a Pro Action, a NorthWave, a Selle Italia, a Challenge, alla Clinica dentale di Ivano Guadagno, a PCC Impianti, a Rida Ambiente, a Punto Vista, Spacebikes, Rosi Calzature, JRever, Pizzeria le Isole, Banca BCC di Roma (filiale di Lido dei Pini), Caffè Piacentini, Leonardi Factory Racing, Ciesse Piumini Outdoor e infine la palestra apriliana Free Time, il centro revisioni Soriano e la De Paolis Auto di Ardea.

Ufficio Stampa RM Folcarelli Team

 

La festa più grande per il team Race Mountain Folcarelli si è fatta a Schio nella provincia di Vicenza, in occasione dei Campionati Italiani di Ciclocross 2020. Un successo di squadra di grande portata visto che tre dei nostri atleti sono tornati a casa indossando una maglia tricolore. Si tratta di Antonio Folcarelli di Anzio (Rm), nuovo campione italiano della categoria Under23, Federico De Paolis di Ardea (Rm), campione nazionale degli Allievi di secondo anno e infine Massimo Folcarelli, team manager e corridore veterano della disciplina ciclocross, campione tra i Master 4.

L'emozione è stata indescrivibile per tutti i corregionali, nel momento in cui Folka ha tagliato da vincitore il traguardo veneto lasciandosi alle spalle Davide Toneatti (DP66 Giant SMP), giunto secondo e Marco Pavan (D’Amico Um Tools), medaglia di bronzo. Folcarelli ha conquistato l’ambito titolo nove giorni dopo aver compiuto 22 anni, infatti è nato il 3 gennaio 1998 e descrive con queste parole il risultato che andrà ad aggiungere al suo curriculum di vittorie personali "sono felicissimo perchè sono partito con delle buone sensazioni, non parlo solo delle mie gambe ma anche di concentrazione mentale, mi sono sentito pronto. Una caduta ha messo in difficoltà tutti noi come si vede dalle riprese della partenza della gara under23. Ho avuto un salto della catena e lì mi sono detto che avrei dovuto tenere duro e riprendere la testa della corsa per sperare nel risultato. In fondo quando mi è capitato di correre nelle prove di coppa del mondo, sono partito sempre in posizione molto arretrata, nelle griglie e so bene quale sia la fatica da fare per rimontare varie posizioni".

Per quanto riguarda Federico De Paolis, la gara si è svolta con un certo equilibrio della posizione mantenuta rispetto all'avversario Eros Cancedda (GS Sorgente Pradipozzo) fino al suono della campana. Poi all'ultima tornata, il quasi sedicenne De Paolis ha aperto il gas e non ha più permesso a nessuno di imporsi. Di fatto Eros Cancedda è rimasto arretrato di circa quattro secondi, seguito poi dal piemontese Filippo Borello (GS Cicli Fiorin) e questa gestione della prova è valsa la gloria al laziale.

Restando nell'ambito categorie agonistiche, il team apriliano ha ottenuto anche una favolosa medaglia d'argento tra gli Allievi di primo anno. Questo risultato è di Simone Vari, il suo podio più bello dopo una stagione fatta di successi, assieme alla vittoria del Gran Premio Mamma Papà Guerciotti dello scorso 30 novembre.

L'ultimo tricolore che mancava nel medagliere di Massimo Folcarelli (Master 4) è questo di Schio. Il quarantacinquenne ha raggiunto così quota 16 primi posti nelle prove di campionato italiano di ciclocross. Non ha sfigurato nemmeno il quinto posto della classifica delle Allieve di primo anno, ottenuto da Sofia Capagni, giovane di Soriano nel Cimino (VT).

Il resto delle quote rosa del team è composto da Alessia Verrando che ha chiuso sesta tra le under23 e questo piazzamento le fa onore dal momento che la biker classe '98, ha iniziato tardissimo la preparazione specifica per la stagione mtb 2020 e ha gareggiato nel cx in fase propedeutica per la stagione fuoristrada. C'è stata poi la brava atleta umbra Letizia Brufani che ha raccolto un nono posto tra le Juniores, con un certo rammarico dopo una stagione brillante dove ha sempre saputo centrare la top five della sua categoria e persino una vittoria a Buja-Osoppo nella prova del Giro d'Italia. Ultima arrivata tra le ragazze in arancio-nero, Valentina Gentili che alla sua prima esperienza di campionato italiano conclude sotto la linea d'arrivo in decima posizione (Allieve I anno). Un altro decimo posto della classifica è quello di Valerio Pisanu (Allievi II anno). Il romano ha condotto una gara senza difetti, considerato il numero totale degli alteti di questa batteria, la top ten raggiunta è un trionfo anche per Valerio e la soddisfazione è stata condivisa anche da Thomas Menicacci che raggiunge la diciottesima posizione su una schiera di oltre 75 partenti. Simone Giampaolo invece, festeggia con Vari il suo piazzamento in undicesima posizione tra gli Allievi di primo anno.

Gli Juniores del team, numerosi anch'essi come i nostri Allievi, hanno potuto mettersi alla prova su un percorso tecnico e in una gara così speciale come quella allestita dalla Schio Bike Asd. Nell'ordine che parte dalla sezione più alta della classifica, troviamo Damiano Olivieri che chiude diciottesimo ma con un menzione a parte, vista la bellissima gara che ha condotto sin dalle prime tornate dove ha sfiorato la top ten di questa categoria. Dopo Damiano ci sono Yannick Parisi (22°), Matteo Laloni (29°) e Valerio Babusci (41°) ma tanti sono gli atleti rimasti indietro e questi quattro corridori possono ben dire di avere lottato come in una arena di gladiatori a Schio, tra cadute, forature, guasti meccanici. Massimo Folcarelli dal 1° gennaio 2020 ha dato il benvenuto anche a Gianni Panzarini, suo compagno storico nel team Drake Cisterna, al quale sono stati portati negli anni, da entrambi, copiosi risultati sia nel settore cx che in quello della mtb. Panzarini lo scorso anno conquistò il titolo di campione italiano all'Idroscalo di Milano e quest'anno, non avendo potuto replicare per alcuni problemi fisici sorti proprio nella settimana precedente questa gara, ha comunque dato il massimo per una medaglia d'argento tra gli M5. Sandro Gentili, si è unito al gruppo, da gennaio e ha riscosso una settima posizione, anch'egli tra i Master 5.

 

 

A conclusione di questa splendida stagione i ragazzi e tutti i collaboratori di Race Mountain Folcarelli Cycling Team, sono quelli che hanno contribuito a inviare sulla vetta del medagliere nazionale, il nome di questa società.

Di fatto, si sappia che con due ori (Under23 e Allievi II anno) e un argento (Allievi di I anno), siamo il gruppo che supera Selle Italia Guerciotti Elite (due ori), il Centro Sportivo Esercito (1 oro e 1 argento), la Società Sportiva Sanfiorese (1 oro e 1 argento) e Merida Italia (1 oro e 1 bronzo). L'impegno non è stato solo dei singoli atleti ma anche di tutte le famiglie e delle aziende che hanno sostenuto la nostra società. Un ringraziamento speciale va infatti a Race Mountain in primis, a Shimano, a Pro Action, a NorthWave, a Selle Italia, a Challenge, alla Clinica dentale di Ivano Guadagno, a PCC Impianti, a Rida Ambiente, a Punto Vista, Spacebikes, Rosi Calzature, JRever, Pizzeria le Isole, Banca BCC di Roma (filiale di Lido dei Pini), Caffè Piacentini, Leonardi Factory Racing, Ciesse Piumini Outdoor e infine la palestra apriliana Free Time, il centro revisioni Soriano e la De Paolis Auto di Ardea.

Ufficio Stampa RM Folcarelli Team