Dom12032023

Aggiornamento:01:15:58

Back L'altro pedale Giovani Trofeo CONI 2023: nel ciclismo vince il Piemonte

Trofeo CONI 2023: nel ciclismo vince il Piemonte

Premiazione Foto Di Gruppo

 

 

Si è chiusa all'insegna dello sport e con il Lazio in festa l'ottava edizione del Trofeo CONI, chiusasi oggi a Nova Siri, in Basilicata. Nella più importante manifestazione multisport under 14 d'Italia, le ragazze e i ragazzi del Comitato Regionale guidato da Riccardo Viola bissano il successo della passata edizione e volano in testa alla classifica di tutti i tempi con 3 vittorie complessive (in bacheca i successi del 2014 e del 2022) staccando Piemonte (2015 e 2018), Veneto (2016 e 2019) e Lombardia (2017).

Ma quello andato in scena nella Costa Jonica della Basilicata, è stato un Trofeo molto equilibrato, vinto dal Lazio con 116 punti, davanti alla Sicilia (107) e la Puglia (104) e con ben tre Regioni a 103 punti: Emilia Romagna quarta, Lombardia quinta e Piemonte sesto (classifica decisa dai singoli piazzamenti).

Proprio il Piemonte si è aggiudicato la vetta della classifica del ciclismo, con 57 punti conquistati tra la prova Sprint e quella del Team Relay. 19 le Regioni presenti a Nova Siri, ciascuna con una rappresentativa composta da 4 Giovanissimi (di cui almeno 1 bambina) di età compresa tra 10 e 12 anni. A completare il podio sono state la squadra di Trento e quella della Lombardia.

A rappresentre la FCI ed applaudire le prestazioni dei baby ciclisti in questa edizione del Trofeo CONI c'erano il vice presidente federale Carmine Acquasanta e il delegato della Calabria Francesco Corrado, che hanno sostenuto il gruppo di lavoro presente, tra cui il responsabile della società organizzatrice Giuseppe Lombardi, il presidente di giuria Davide Celestino ed i giudici di gara Giammarco Carrozzo e Franco Serrago.

Nella cerimonia di chiusura, iniziata con un minuto di silenzio in ricordo del Presidente Emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, il primo a prendere la parola è stato il Presidente del CONI Basilicata Leopoldo Desiderio. “È stata una sfida – ha sottolineato -. Abbiamo lavorato per 3-4 mesi, è bello vedere questi ragazzi che hanno dato l’anima per l’evento. Ricorderò per sempre questo Trofeo CONI, mi è rimasto nel cuore. Vi dico grazie, grazie, grazie”.

In rappresentanza del CONI Nazionale, la Vicepresidente Claudia Giordani“Entusiasmo, sorrisi, sportività. A tutti voi fa i complimenti il Presidente Malagò -ha detto rivolgendosi agli oltre 4000 ragazzi che si sono misurati nelle discipline di 35 Federazioni Sportive Nazionali e 7 Discipline Sportive Associate -. Siete stati protagonisti di una edizione bellissima del Trofeo CONI, con tantissimi partecipanti e tantissime discipline. Grazie alla Basilicata, alle Istituzioni, alla Regione, ai comuni che ci hanno ospitato. Abbiamo visitato luoghi incantevoli e ricchi di storia. Grazie a federazioni, enti e discipline associate. Ai tecnici, a tutti coloro che hanno collaborato all’organizzazione, al Comitato Regionale, al CONI e a tutti voi che siete qui oggi. Avete vissuto una esperienza olimpica a tutti gli effetti. Continuate ad impegnarvi nello sport e tenete nel cuore questa esperienza”.

A proclamare il Comitato vincitore – tra i 21 partecipanti, oltre alle rappresentative delle Comunità Italiane all’Estero di Brasile, Canada, Stati Uniti e Venezuela – è stata la direttrice del Dipartimento Territorio del CONI, Cecilia D’Angelo. “Non è importante vincere, è importante partecipare – ha sottolineato nel suo intervento -. Ma questo è un momento sempre molto atteso da tutti”.

A vincere è stato ancora una volta il Lazio, ma anche questa ottava edizione del Trofeo CONI si è confermata una festa dello sport, all'insegna dell'amicizia. E mentre la Basilicata saluta il Trofeo e tutti i suoi giovani partecipanti, l'attesa e lo sguardo è già rivolto al Veneto, sede della prossima edizione.