Sab06242017

Aggiornamento:02:43:28

Maniga Paracycling Team, una stagione a tutto paraciclismo



Lorena Ziccardi, Angelo Zanotti, Domenico Fantini, Antonio Fassina, Alberto Catena e Carlo Di Prinzio: insieme formano la nuova realtà del paraciclismo nel Centro Italia chiamata Maniga Paracycling Team che ha aperto i battenti da poco con l’esordio ufficiale nella trasferta toscana a Marina di Massa.

Una società di matrice abruzzese e molisana che ha in Luca Pizzi la mente e l’anima di questo nuovo sodalizio interamente costituito da ciclisti disabili con l’obiettivo di far emergere le qualità tecniche ed atletiche per dimostrare che, nonostante la loro disfunzione fisica, si va ben oltre i limiti e le barriere grazie alla voglia di fare sport.

Abbiamo gettato le basi per un nuovo progetto e siamo partiti con vigore e slancio – è il commento di Luca Pizzi - convinti che il nostro impegno sarà sicuramente ripagato con importanti soddisfazioni che possano dare un incentivo a tutto lo sport paralimpico in generale. Mi preme di ringraziare Donatella Perrella, presidente del comitato paralimpico della Regione Molise, unitamente a Virginio Rapone, delegato regionale FCI Molise, per avermi messo nelle condizioni di realizzare questo sodalizio e di costruire insieme un futuro solido per il movimento paralimpico ”. Parole di Luca Pizzi che trovano pieno sostegno in quelle di Virginio Rapone nella speranza che altre società del mondo paralimpico possano seguire l’esempio di Luca Pizzi e della Maniga Paracycling come ottimo volano di un settore ancora poco conosciuto nella regione molisana.

La Due Giorni del Mare, gara paralimpica internazionale organizzata da Ciclo Abilia, disputata tra il lungomare di Marina di Massa e Cinquale, ha riservato grandi soddisfazioni al nuovo team paraciclistico grazie al secondo posto del tandem Diego Brasi-Angelo Zanotti, il terzo posto nella categoria C3 per Alberto Catena e l’onorevole prova di Lorena Riccardi che si cimenta per la prima volta nel paraciclismo dopo i trascorsi agonistici nel basket in carrozzina nonché prima donna amputata in Italia ad ottenere la classificazione per questa categoria.

“Siamo orgogliosi di questo risultati perchè fa capire quanto il nostro team sia partito con la voglia di fare bene in tutto e per tutto” afferma ancora Luca Pizzi che ringrazia gli sponsor Selmec, Banca Credito Cooperativo Sangro Teatino, Orthosan, Protek, Faicom, Giobbi.com, Gelateria Copa de Dora e Steva maglificio sportivo per il sostegno materiale di questa nuova realtà del paraciclismo che avrà molto da raccontare e da impegnarsi senza limiti e barriere.