Mar06182024

Aggiornamento:03:44:33

Back Archivio Fuoristrada UCI Enduro World Cup a Finale Ligure dal 2 al 4 giugno

UCI Enduro World Cup a Finale Ligure dal 2 al 4 giugno

EWS E Finale2021 10 (1)

 

 

Dopo l’annuncio del percorso gara della UCI Marthon World Cup che andrà in scena per la prima volta in Italia a Finale Ligure il 4 giugno, è finalmente arrivato il momento di svelare il percorso della gara enduro, disciplina che da 15 anni a questa parte ha trovato nel Finalese la sua patria spirituale, prima con il Finalenduro che dal 2008 al 2022 ha prodotto le gare Superenduro ed Enduro World Series e oggi, con l’arrivo della prima assoluta in Europa della Coppa del Mondo UCI di Enduro, dopo le due tappe di Maydena e Derby in Oceania.

Grande protagonista di questo evento che possiamo definire storico per la Finale Outdoor Region sarà Pietra Ligure che dall’1 al 3 giugno accoglierà 650 atleti tra team ufficiali UCI e amatori, oltre a tutto il seguito di meccanici e addetti ai lavori, aziende, accompagnatori, media e naturalmente il pubblico.

IL PERCORSO GARA

Il percorso gara delle UCI Enduro World Cup di sabato 3 giugno avrà caratteristiche molto specifiche sia nella versione enduro tradizionale che per la categoria e-mtb, ed è stato ideato con l’obiettivo di portare i rider a conoscere tutti i diversi ambienti del Pietrese e della Valmaremola. Dai sentieri lunghi e veloci immersi nel bosco alle pendici del Monte Carmo, alla nuova trail area di Ranzi con i suoi spettacolari panorami, fino al territorio tecnico e ripido del Monte Grosso, gli atleti dovranno adattarsi a una grande varietà di terreni e stili di riding.

I numeri del percorso gara EDR (enduro) sono decisamente importanti: 60 km, 1900 mt di dislivello positivo e 2900 mt di dislivello negativo (è prevista una salita meccanizzata al Melogno sia per categoria muscolare che elettrica), 6 prove speciali e un tempo di gara tra i dai 35 ai 40 minuti di sole prove speciali. Non meno impegnativo il tracciato pensato per la categoria elettrica, la EDR-E. Per loro infatti una prova speciale in discesa in aggiunta a quelle dell’EDR, lunghi trasferimenti su singletrack e due Power Stage (prove in salita), per un totale sempre di circa 60 km, ma con ben 2200 mt di dislivello positivo e 3300 mt di negativo.

La gara amatori - l’Enduro of Finale Outdoor Region - si correrà invece venerdì 2 giugno e ricalca lo stesso tracciato della World Cup, con la sola esclusione di una prova speciale in discesa (Hiroshima Mon Amour) e della Power Stage di Ranzi.

Francesco Gozio, Sport Coordinator di Finale Outdoor Region Sport&Events: “Con questo tracciato abbiamo voluto mettere in risalto ciò che Pietra Ligure ha da offrire da un punto di vista tecnico e territoriale, mettendo insieme un percorso che fosse al livello di una Coppa del Mondo. Le zone sono molto diverse l’una dall’altra e questo va a premiare il rider più poliedrico. Dal punto di vista organizzativo, possiamo dire che ancora una volta la Finale Outdoor Region spinge verso il futuro alzando il livello tecnico della competizione, ma sempre rimanendo fedele al format enduro che non è uno sport votato solamente alla discesa, ma una disciplina che premia il rider più completo che sa fare il tempo in discesa, ma anche gestire in modo ottimale una gara lunga molte ore, con salite e tratti pedalati nelle prove speciali e fattori ambientali come le temperature elevate che si potranno incontrare in questo periodo dell’anno”.

Il percorso gara e le video preview delle speciali sono consultabili sul sito Finale Outdoor Region

COME SEGUIRE LA GARA

Se il percorso si annuncia entusiasmante, non saranno da meno le attività collaterali per il pubblico. Una su tutte l’area della Sagra di Ranzi che con l’arrivo della PS3 “Armuin” e lo show della Power Stage “Sagra” offrirà un evento nell’evento con tanto di musica, grandi aree parcheggio gratuito, un enorme prato dove rilassarsi e far giocare i bambini e soprattutto - dalle 10.00 alle 14.00 di sabato - panini fatti al momento, birra, focaccia, bibite e caffè a cura del gruppo “I Giovani di Ranzi”.

Per chi volesse approfittare per esplorare i trail della zona, l’area è facilmente raggiungibile anche in bici.

Un altro punto spettatori comodo è accessibile sarà il finish dell’ultima speciale Cuore di Cervo (qui), a pochi passi dal centro cittadino, oltre alla grande area team nelle vie e piazza della città e all’area expo in piazza San Nicolò.

Ma non finisce qui, la festa continua anche domenica in occasione della gara marathon. L’organizzazione ha individuato diversi punti spettatori lungo il tracciato, tutti consultabili QUI

Da non perdere i “Vado Walls” e “Vado Gateways”, punti dai quali vedere i corridori alle prese con la le salite più tecniche dell’intero tracciato, e l’area di assistenza tecnica (TAZ) che sarà allestita presso la Società di Mutuo Soccorso Pace e Lavoro in località Valle di Vado, con ledwall, animazione con collegamento dalla Piazza di Finalborgo e la possibilità di vedere i concorrenti da vicino. Infine, non mancate di fare un giro a Finalborgo, dove oltre a partenza e arrivo della gara marathon, da sabato 3 giugno sarà visitabile il villaggio atleti e l’area expo in Piazza Porta Testa.