Dom02252024

Aggiornamento:11:06:58

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale, pista e fuoristrada 9 novembre 2018

News da ciclismo su strada, amatoriale, pista e fuoristrada 9 novembre 2018

 

BEPINK

Mercoledi 7 novembre BePink è stata premiata dal Comune di Monza (MB), nelle persone del Sindaco Dario Allevi e dell’Assessore allo Sport Andrea Arbizzoni, per gli eccellenti risultati conseguiti nel 2018, una stagione che ha saputo regalare alla formazione lombarda tantissime soddisfazioni. Oltre a un riconoscimento riservato all’intero team, un’onorificenza per meriti sportivi e dei riconoscimenti speciali sono stati assegnati a Silvia Valsecchi e Tatiana Guderzo per le medaglie conquistate in questa annata. La Campionessa del Mondo di Mendrisio 2009 Guderzo ha, infatti, ipotecato due bronzi mondiali nella gara in linea di Innsbruck (Austria) e, su pista, nell’Inseguimento a Squadre di Apeldoorn (Olanda). Bronzo, sempre nel team pursuit iridato, anche per Silvia Valsecchi, che ha festeggiato altresì l’argento europeo nella medesima disciplina alla rassegna continentale di Glasgow (Scozia). All’evento, che si è tenuto nella Sala Consiliare del Comune di Monza a partire dalle ore 17.30, hanno presenziato il Presidente di BePink Alessandro Tamborini, il Team Manager Walter Zini, Silvia Valsecchi, Katia Ragusa e Francesca Pattaro.

“Siamo grati al Comune di Monza, al Sindaco Dario Allevi e all’Assessore allo Sport Andrea Arbizzoni per averci insigniti di questi importanti riconoscimenti,” ha commentato il Team Manager Walter Zini. “Credo di poter parlare anche a nome di Tatiana, Silvia e tutta la squadra nell’esprimere la grande gioia per essere riusciti anche in questa stagione a portare lustro al nostro territorio, conquistando importanti traguardi e prestigiosi risultati. Da sempre il nostro obiettivo è quello di lavorare con serietà e impegno e, ora, siamo pronti a guardare con fiducia al 2019, che si preannuncia davvero esaltante!” (In allegato: foto del Team Manager Walter Zini, Silvia Valsecchi e il Presidente Alessandro Tamborini premiati dal Sindaco Dario Allevi e dall’Assessore allo Sport Andrea Arbizzoni).

 

 

 

TEAM BIKE CIVITAVECCHIA

5 vittorie di categoria, il successo nella classifica a squadre e numerosi piazzamenti sono arrivati per il Team Bike Race Mountain Civitavecchia nella gara di ciclocross che si è svolta domenica a Soriano nel Cimino. La giornata di gare è stata caratterizzata dalla pioggia e dal tanto fango che i corridori hanno trovato lungo il percorso, ma queste caratteristiche del tracciato hanno esaltato i portacolori dori della formazione arancio-fluo. Il dominio del Team Bike Race Mountain Civitavecchia è stato totale nella categoria G6, con le vittorie di Giordano Gigli e Sara Tarallo. Insieme a queste due vittorie sono arrivati anche il quarto posto di Silvia Cerasa tra le ragazze, mentre tra i ragazzi spiccano il sesto posto di Filippo Salvatori, il 9/0 di Daniele Mazzei, il 10/o di Fabrizio Feroce, l’11/o di Diego Zevola e il 12/o di Diego Navarro. Mentre continua il dominio di Daniele Peschi tra gli ID-2, negli Esordienti arriva il secondo posto di Aurora Pallagrosi alle spalle di Sofia Capagni, mentre tra i ragazzi il migliore è Manuel Rescia, settimo, con Filippo Cesarini proietti che chiude alle sue spalle. Tra gli Allievi, 8/o posto per Mattia Pietroni, 12/o per Edoardo Di Luigi e 16/o per Luca Cerasa. Grandi soddisfazioni anche nelle gare riservate ai Master: nella fascia 2 Alessandro Rescia è 3/o assoluto e primo tra gli M4. Centrano la top 10 assoluta anche Massimo Egidi (8/o assoluto e 4/o M4), Ivano Libriani (10/o assoluto e 6/o M5), Marco Deciano (18/o assoluto e 11/o M5). Ottima anche la vittoria tra gli M8 di Marco Crescentini e il quarto posto negli M7 di Tiziano Santini. Tra le ragazze ha corso anche Claudia Cantoni, seconda al traguardo. Nella fascia 1, Vladimiro Tarallo è 7/o assoluto e secondo degli M3 dietro Domenico Ponzo. Alessandro Massai ottiene la 21/a posizione assoluta e l’8/a negli M3, mentre Simone Renzicchi si è ritirato. Hanno partecipato alle gare anche Fabio Ottavianelli e Luigi Trasarti. Attualmente, il Lazio Cross del Team Bike Race Mountain Civitavecchia sta procedendo a gonfie vele in quanto la squadra può vantare ben 5 leader del circuito: Daniele Peschi, Giordano Gigli, Sara Tarallo, Aurora Pallagrosi e Claudia Cantoni.

 

 

MELANIA OMM

Dalla Gran Fondo Laigueglia alla Leggendaria Charly Gaul, passando per la prova “jolly” di Medullin in Croazia, si è conclusa, con la tappa finale di Trento, anche la terza edizione dell’InBici Top Challenge, il circuito granfondistico nazionale che – da febbraio a luglio – ha regalato spettacolo ed emozioni. A Riccione, presso il Palazzo del Turismo, è andata in scena la premiazione finale della seconda edizione del circuito “In Bici Top Challange” 2018. Sono saliti sul palco i vincitori assoluti, ovvero Monica Cecchi (GRANFONDO DONNE), Diego Frignani (GRANFONDO UOMINI), Marina Lari (MEDIOFONDO DONNE) e Stefano Nicoletti (MEDIOFONDO UOMINI). Sono state premiate anche le squadre vincitrici del circuito, ovvero nell’ordine ASD STEMAX TEAM, BIKE INNOVATION FOCUS ROSTI e CICLI MATTEONI – BIANCHI. Sono arrivati riconoscimenti anche per gli atleti dell’O.M.M.-Melania-Faleria che si sono contraddistinti in questa Challange. Wladimiro D’Ascenzo ha chiuso al terzo posto la classifica finale della Gran Fondo Uomini raccogliendo il successo parziale nella categoria Master 4. Alessandro Fantini ha vinto la classifica della Categoria Master 1 mentre, Alessandro Piccioni ha chiuso al secondo posto nella categoria Master 5, sempre nella Gran Fondo. Un grande risultato per la compagine del Presidente Fabrizio Petritoli che si è contraddistinta nel miglior modo possibile in una manifestazione davvero ottima e altamente competitiva.

 

 

SEI GIORNI DI GAND

Il Coordinatore delle Squadre Nazionali Davide Cassani, su indicazione dei Commissari Tecnici Edoardo Salvoldi e Marco Villa ha convocato per partecipare alla 6 Giorni di Gand i seguenti atleti:

Cavicchioli Jacopo Ctfriuli

Ferronato Filippo Ctfriuli

Fidanza Martina Eurotarget - Bianchi – Vitasana

La Squadra sarà diretta dal Commissario Tecnico Marco Villa che si avvarrà della collaborazione tecnica di Fabio Masotti.

 

 

PETRIGNANO CROSS

Organizzata dall'Unione Ciclistica Petrignano si è corsa l’ottava edizione della Petrignano Cross, gara di ciclocross valida come terza prova del nuovo circuito umbro-toscano “TU-CROSS” e come campionato regionale per le categorie Esordienti, Allievi, juniores, Elite e Under 23 maschili e femminili.

Una giornata dal tempo clemente, finalmente senza pioggia, ha accolto gli oltre 300 iscritti, che sono stati suddivisi in quattro batterie in base ai tempi di percorrenza. Percorso di gara in perfette condizioni di tenuta, che ha esaltato le doti di guida dei partecipanti. Le piogge dei giorni passati hanno reso il terreno morbido ma leggermente viscido in curva per la gioia dei tanti ciclocrossiti. Alle ore 9.30 al via la prima batteria, sulla distanza dei 40’ di gara, composta dalle categorie Juniores M, Open Femminile, Master 4, Master 5, Master 6, Master 7 e Master Woman. Sin dalle prime battute prendono il comando della gara gli juniores marchigiani Gabriele Torcianti (Bici Adventure Team) e Garofoli Gianmarco (SC Recanati) che già dal primo giro si avvantaggiano sui pari età toscani Cecchi Filippo (Ciclistica San Miniato – Santa Croce) e Miniati Leonardo (Zhiraf Guerciotti Selle Italia). In mezzo i due amatori umbri Laloni Alberto (Master 4) dell’ Abitacolo Sport e Gorietti Marco dell’Uc Petrignano (Master 5). Gabriele Torcianti riesce a mantenere la testa fino al traguardo conquistando un successo di tutto rispetto.

Alle ore 10.30 in griglia le categorie con tempo di percorrenza di 60’ : Open Maschile, Elite Sport, Master 1, Master 2 e Master 3. La gara regina ha avuto come assoluto protagonista il forte Elite romano Stefano Capponi (Pro Bike Riding Team) che già dal primo giro ha cominciato a forzare, ottenendo un vantaggio che ha poi incrementato giro dopo giro. Niente hanno potuto i suoi immediati inseguitori. Al secondo posto chiude l’under Di Mattia Mario Gabriele (Bikepro First Car Mtb Team) e al terzo Ursino Luca (Pro Bike Riding Team). Tra i Master si sono messi in particolare evidenza il portacolori del Bikeland Team di Città di Castello Matteo Donati (Master 3), che ha chiuso quinto, e Serrani Emanuele del Pedale Aguglianese (Master 2) che ottiene l’ottava posizione.

Alle ore 12 la gara più bella e partecipata di giornata (oltre 80 iscritti). In cui si sono cimentati i tantissimi allievi (di primo e secondo anno) e gli esordienti, maschi e femmine, che con il loro serpentone colorato hanno dato spettacolo ai tanti spettatori accorsi sul percorso di gara. A menare le danze l’allievo di primo anno Tommaso Ferri (GS Olimpia Valdarnese), che ha avuto la meglio sull’allievo di secondo anno Alessandro Bontempi (Punto Bici Aprilia) e su Sgarzi Riccardo (SC Ceretolese 1969). Tra gli esordienti di rilievo la prova di Tommaso Alberti (Elba Bike Scott) e dell’ umbro Samuele Scappini (Nestor Marsciano).

Il programma gare si è chiuso con la quarta batteria sui 20’ di gara riservata alla categoria Giovanissimi 6 Maschi e femmine. Anche qui molti gli iscritti (oltre 30) e gara avvincente. Tra i maschi in luce Vincenzo Cipriani (Punto Bici Aprilia) che domina la gara davanti a Francesco Bertini (GS Olimpia Valdarnese) e sul pupillo di casa Uc Petrignano Tommaso Francescangeli, già abituato a stare nelle posizioni di vertice. Tra le femmine ancora facile affermazione di Nelia Kabetaj (GS Borgonuvo), che addirittura si piazza quarta assoluta di batteria. Una vera e propria forza della natura questa giovane toscana. Dietro di lei ancora Uc Petrignano con Giulia Cozzari, che si sta dimostrando sempre più a proprio agio sulle linee strette del ciclocross.

In contemporanea con le gare agonistiche, ma in un percorso autonomo, si è svolto lo Short Track dedicato alle categorie Giovanissimi dalla G1 alla G5 maschile e femminile. Anche in questo caso successo incredibile di partecipazione con circa cento bambini al via. Gare molto animate e avvincenti che hanno esaltato il divertimento e la gioia di correre di questi giovani atleti in erba.

 

 

 

X CROSS - MASSERIA DEL CUCCARO

Aria di ultimo giorno di scuola quella che si respirava domenica 28 ottobre scorso ad Eboli presso la Masseria del Cuccaro dove è andata in scena l’ultima gara del trofeo X-Cross 2018. Al via, nonostante per molti la classifica era già scritta, si sono presenti un discreto numero di bikers. Tutt’altro che stanchi, hanno dato spettacolo sul tracciato di 4,2 km ricco di spunti tecnici ideato all’interno dell’agriturismo da Luca Petrone che supportato dai ragazzi di Bike e Sport ha organizzato l’evento. La vittoria nelle categorie giovanili è andata a Patrick Vanacore (Team Giuseppe Bike) primo della categorie Esordienti che ha preceduto Ferrante Daniele (Valsele Bike School) primo tra gli Allievi.

Tra gli Esordienti secondo di categoria è giunto Ricca Samuele e terzo Di Biasi Rosario Gerardino entrambi portacolori del Valsele Bike School. Nella categoria Allievi secondo è giunto Vitiello Emanuele (Vesuvio Mountainbike) e terzo Vace Fabio (Bike e Sport)

Nella gara Open, riservata alle categorie Elite, Under 23 ed Amatori, la vittoria assoluta è andata a Luciano Adriano (Cavaliere Bici CPS) primo anche della categoria Master 1 il quale ha preceduto Fago Mastrangelo Raffaele (Bike e Sport) a sua volta primo della categoria Elite Master e terzo è giunto Russo Paolo (Federal Team Bike).

Nella altre categoria in gara hanno vinto, Pascarella Vincenzo (San Massimo) quarto assoluto e primo della categoria Master 4. Di Cristo Palmerino (Vesuvio Mountainbike) primo Master 2. Vecchione Tommaso (Federal Team Bike) primo Open. Ciavolino Ernesto (Vesuvio Mountainbike) primo Master 3, Forlenza Riccardo (Valsele Bike School) primo Junior, Armerini Alfonso (Cavaliere Bici CPS) primo Master 5, Perrella Ciro (Vesuvio Mountainbike) primo Master 6, Panagrosso Ferdinando (Pit Stop Team Cicloò) primo Master Over.

Al termine facce stanche ma sorridenti anche per lo scampato pericolo pioggia che incombeva durante tutte le tornate. Finite le fatiche ci si è goduti il meritato rinfresco, le premiazioni della singola gara con i premi offerti da Bike e Sport e di seguito si è tenuta la premiazione del trofeo X-Cross i cui titolo sono stati conquistati da:

Allievi: Vitiello Emanuele - Vesuvio Mountainbike

Esordienti: Vanacore Patrik - Team Giuseppe Bike

Elite Master: Della Rocca Giuseppe - Federal Team Bike

Master Junior: Maccarone Marco - Bicincanto nel Vulcano

Junior: Trimarco Francesco - Valsele Bike School

Open: Vecchione Tommaso - Federal Team Bike

Master 1: Russo Paolo - Federal Team Bike

Master 2: Vanacore Luigi - Team Giuseppe Bike

Master 3: Parlato Vincenzo - Team Giuseppe Bike

Master 4: Iovinelli Giuseppe - Vesuvio Mountainbike

Master 5: Rocco Patrizio - Vesuvio Mountainbike

Master 6: Guadagno Antonio - Polisportiva Silenziosa Partenopea

Master Over: Panagrosso Ferdinando - Pit Stop Team Cicloò

Master Woman 1: Colantonio Ilaria - GS Murolo Costruzioni

Master Woman 2: Aneta Adamska - Federal Team Bike

La speciale classifica dei team ha visto in extremis primeggiare i ragazzi di Vesuvio Mountainbike, presenti al Cuccaro con il presidente Gerardo Ciampa, il quale ha saputo motivare i suoi che hanno scavalcato il Team Giuseppe Bike. Al terzo posto consolidato hanno concluso i ragazzi di Palma Campania del Federal Team Bike. Per tutti l’appuntamento è al 2019 un sentito ringraziamento va allo sponsor Ciemme Sport che ha fornito le maglie della premiazione finale ed al Comitato F.C.I. Campania per le medaglie dei primi 3 di categoria.

 

 


NIPPO VINI FANTINI - TOUR DE OKINAWA

Domenica 11 novembre si chiuderà la stagione 2018 degli #OrangeBlue. Il team Italo-Giapponese conclude così in terra nipponica una stagione ricca di soddisfazioni. Al via 4 atleti #OrangeBlue, 3 giapponesi e 1 italiano.

Per Kohei Uchima si tratterà come ogni anno di un appuntamento speciale, in quanto la gara si svolge sulle strade di Okinawa, la splendida isola Giapponese a sud del paese, dove l’atleta vive e si allena. Gara ancor più speciale per l’unico italiano al via tre le fila #OrangeBlue Alan Marangoni. Per il grande uomo squadra si tratterà dell’ultima gara da professionista dopo 7 anni di World Tour, 11 anni di professionismo, 2 dei quali nelle fila #OrangeBlue. Tra le tante corse in carriera 19 classiche monumento, 7 grandi giri (Giro, Vuelta e Tour), corsi al fianco di grandi campioni. In maglia NIPPO Vini Fantini Europa Ovini ha svolto un grande lavoro di regista in corsa, ma sopratutto è stato fonte di preziosi consigli per tutti i compagni nipponici, sposando appieno la mission del team Italo-Giapponese. Un grande uomo e grande atleta che proprio per questo chiuderà la sua carriera in Giappone, al fianco ancora una volta dei suoi compagni nipponici.Completano la formazione Masakazu Ito e Hayato Yoshida.

La formazione: Kohei Uchima, Alan Marangoni, Masakazu Ito, Hayato Yoshida.

Shinichi Fukushima sarà il DS in ammiraglia: “Sarà la nostra ultima gara stagionale e come sempre in questo periodo a fare la differenza saranno le motivazioni perché le energie sono le ultime rimaste. Uchima avrà una grande motivazioni per la sua gara di casa, mentre Marangoni correrà la sua ultima gara in carriera. Per questo loro saranno i nostri leader con Hayato Yoshida e Masakazu Ito al loro fianco.”

 

 

TEAM DP 66

Si dividerà su tre campi di gara domenica prossima il Team DP66 Giant Selle SMP Rigoni di Asiago. La parte più numerosa del gruppo sarà in trasferta, a partire da domani, a Ferentino, nel frusinate, in occasione della tappa del Giro d’Italia di Ciclocross. Un appuntamento particolarmente sentito dal direttore tecnico Daniele Pontoni, che sta gestendo le classifiche dei propri atleti attualmente in testa al G.I.C. Nella tappa di Ferentino (FR) correranno Gaia Santin (esordienti), Alice Papo (allievi), Asia Zontone (juniores donne), Daniel Cassol, Davide Toneatti (juniores uomini), Sara Casasola (under23 donne), Filippo Fontana e Matteo Vidoni (under23 uomini). Lungo il percorso a seguire con occhio attento i propri atleti ci sarà l’instancabile direttore tecnico Daniele Pontoni. Una seconda parte del gruppo invece sarà di scena a Salvatoronda, nel trevigiano, in occasione della prima prova del Trofeo Triveneto di Ciclocross. A Salvatoronda andranno in scena, sui campi di gara invece Bianca Perusin (categoria G6), Elena Leonardi (elite donne), Alberto Cudicio (under23 uomini). A seguire la prova il direttore sportivo Max D’Arsie. Correrà invece in solitaria a Casalecchio di Reno, nel bolognese, per la categoria juniores, Kevin Pezzo Rosola. Un successo insomma per il team DP66 che sarà presente in tre gare diverse e in tre regioni differenti. Per quanto riguarda il Giro d’Italia di Ciclocross, il team diretto da Daniele Pontoni, è in testa per quanto riguarda la categoria juniores, con Davide Toneatti, per le donne open con Sara Casasola e per gli uomini open, al secondo posto c’è Matteo Vidoni.

 

 

MONDIALI FREESTYLE BMX

Giornata di qualifiche oggi a Chengdu, primo step del Campionato del Mondo di BMX Freestyle. Sessanta gli atleti ammessi, suddivisi in 4 gruppo, tutti pronti a giocarsi l'accesso alle semifinali in programma domani. Due runs da un minuto ciascuna, con una classifica finale stilata sulla media delle due: l'obiettivo è convincere e replicare. E soprattutto è vietato sbagliare.

Due gli azzurri in scena nel park: il primo è Emanuel Bettassa, che esegue due runs"entusiasmanti, ben gestite e con buoni tricks" parola del CT Francesco Gargaglia. E ancora:"Queste sono prove che dimostrano la crescita del ragazzo, al suo primo anno di gare internazionali". Nonostante la buonissima performance, la classifica vedrà Bettassa piazzarsi al 35esimo posto.

E' andata meglio ad Alessandro Barbero, che grazie ad una bella seconda run da 73.8 punti è riuscito ad agguantare la 22esima posizione, che gli vale l’accesso alla semifinale di domani. Peccato per la prima run: "Alessandro è entrato nel park con le idee ben chiare ed i tricks giusti, ma nella prima parte di prova è andato leggermente abbondante nella spinta, e questo errore non gli ha permesso di ottenere lo score desiderato" spiega al termine della gara il Commissario Tecnico. Che aggiunge: "Poi, nella seconda run, è venuta fuori tutta la grinta e l'esperienza dell'azzurro, che con trick potenti è riuscito ad alzare la media dei suoi voti, raggiungendo la semifinale. A detta non solo mia, ma di tutti i riders, una delle qualifiche più difficili, molto probabilmente anche per la posta in gioco: il titolo mondiale ed i punti Olimpici".

Il Park difficile ed il livello dei riders molto alto hanno creato selezione, bisognava cercare il limite e se possibile superarlo. Alcuni dei più quotati sono andati oltre e sono caduti, oppure si sono limitati e sono rimasti fuori dalla semifinale. Dalla semifinale a 24, solo i migliori 12 si qualificheranno per la finale: compito decisamente non semplice per Barbero, che per farcela potrebbe doversi avvicinare agli 80 punti. Pochissimi anche i posti a disposizione per i Giochi Olimpici dove andranno solo le cinque migliori nazioni e le due migliori escluse nel Mondiale 2019.

Conclude Gargaglia“Ero sicuro che la qualifica sarebbe andata bene per entrambi i rider. Veramente bravi i nostri azzurri, sono molto orgoglioso di loro e domani tenteremo il tutto per tutto, perché è l’unico modo per poter ottenere una finale che sembra un sogno. Due run a disposizione, di cui varrà solo la migliore, obbligatorio “spegnere”, come si dice in gergo”.