Gio10172019

Aggiornamento:10:18:57

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 7 agosto 2019

News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 7 agosto 2019

 

EUROPEI A CRONOMETRO STAFFETTA TEAM RELAY

 

Dopo l’entusiasmante oro conquistato dallo junior Andrea Piccolo nella crono individuale di categoria, la giornata di apertura dei Campionati Europei Strada e crono regala all’Italia un’altra soddisfazione. Gli azzurri élite, Affini Edoardo (Mitchelton-Scott), Boaro Manuele (Astana Pro Team), Martinelli Davide (Deceuninck - Quick Step), Guazzini Vittoria (Fiamme Oro/Valcar Cylance), Longo Borghini Elisa (Fiamme Oro/Trek Segafredo) e ValsecchiSilvia (Bepink) conquistano uno splendido bronzo nella neo nata prova Mixed Team Relay.

Per entrambi i CT Salvoldi (donne) e Cassani (uomini) alla vigilia il Team Relay rappresentava una incognita che ha avuto come epilogo una medaglia di bronzo, proprio per l’impossibilità, visto il calendario attuale di potersi preparare in modo mirato: “Una soddisfazione – dice il CT Cassani – Tutti gli azzurri hanno corso davvero bene. Una gara che ha rappresentato una prova generale per i prossimi mondiali. Valuteremo anche con i ragazzi, in vista proprio dei mondiali, la loro disponibilità. Per ora festeggiamo questa medaglia”.

A dare voce agli azzurri impegnati nella staffetta è Edoardo Affini, in gara domani, giovedì 8 nella crono individuale élite: “Una bella esperienza ed una soddisfazione per tutti. Una medaglia che rinforza il morale. Le due Nazioni da battere hanno confermato la loro forza, rispettando i pronostici, ma anche noi abbiamo dimostrato sintonia e determinazione”.

Il primo titolo europeo in questa specialità è stato vinto dalla nazione padrona di casa: è oro per l’Olanda in 52’49” argento alla Germania a 15” e bronzo all’Italia in 54’14”.

 

 

 

TROFEO COMUNE DI LAMPORECCHIO

Per la prima volta nella sua storia, e questa di quest’anno era la 59esima edizione, è stato un atleta straniero ad imporsi nel Trofeo Comune di Lamporecchio-Trofeo Chianti Sensi Vigne e Vini. Autore della prodezza il ventenne colombiano Santiago Sanchez Buitrago del Team Cinelli grazie a un allungo a 1.300 metri dal traguardo quando si trovava sulla testa della corsa in un drappello di 9 corridori formatosi subito dopo la salita di San Baronto (versante di Giugnano).

Buitrago ha allungato, gli altri si sono guardati in viso senza reagire con la necessaria prontezza e così Buitrago ha raggiunto da solo il traguardo per la seconda vittoria stagionale del Team Cinelli dopo quella di Rotondi nel Giro delle Due Provincie a metà luglio. Un successo che premia il coraggio e l’intelligenza di Buitrago oltre a una condizione atletica eccellente che gli ha permesso di realizzare la bella e vittoriosa prodezza dopo che era stato lo stesso vincitore a scattare in salita assieme a Fiorelli. Ed a proposito del successo del colombiano anche una curiosità. La sua vittoria sotto la guida del direttore sportivo Francesco Ghiarè, che giusto 18 anni fa nel 2001 aveva vinto sullo stesso traguardo di Lamporecchio in questa gara che si corre in occasione dell’antica fiera giunta al suo 160° anno.

Al posto d’onore come nel 2018 quando era stato sfortunatissimo, Fiorelli, che in salita ha provocato il frazionamento assieme al colombiano ed ha poi vinto lo sprint degli otto finiti dietro al brillante vincitore.

Terza piazza per il campione toscano under 23 Benedetti, altro atleta che in salita ha fatto fuoco e fiamme come l’altro campione toscano, l’elite Marchesini. Sul quartetto (Buitrago, Fiorelli, Benedetti e Marchesini) sono rientrati all’inizio della discesa anche Pesci, Allori, Mugnaini e La Terra. Senza successo invece il tentativo di aggancio ai 9 operato da Baldi e Masi e quindi finale del plotoncino con scatti a ripetizione fino a quello decisivo operato da Buitrago.

Al via della corsa pistoiese organizzata dalla Mastromarco 111 corridori di 23 squadre. Nei primi 40 Km gruppo sempre compatto poi una fuga di undici corridori rimasti in testa per quasi 70 Km con un vantaggio massimo di tre minuti. Proprio ai piedi della salita del San Baronto (23 Km al traguardo) i battistrada erano raggiunti ed allora la corsa si faceva sempre più bella e interessante con i favoriti che salivano alla ribalta fino al numero di Buitrago che conferma la grande annata del ciclismo colombiano.

ORDINE DI ARRIVO: 1. Santiago Sanchez Buitrago (Team Cinelli) Km. 139, in 3h10’46”, media Km 43,718; 2. Filippo Fiorelli (Gragnano Sporting Club) a 7”; 3. Gabriele Benedetti (Mastromarco Sensi Nibali TLC; 4. Manuel Pesci (Team Malmantile La Seggiola); 5. Francesco Baldi (Overal Tre Colli); 6. Manuel Allori (Team Franco Ballerini); 7. Riccardo Marchesini (Pol. Tripetetolo Pitti Shoes); 8. Ettore Mugnaini (Maltinti Banca Cambiano); 9. Giuseppe Pirrè La Terra (Mastromarco Sensi Nibali TLC) a 19”; 10. Lorenzo Quartucci (Team Cinelli) a 59”.

 

Antonio Mannori - FCI Toscana

 

 

 

GRAND PRIX CITTA' DI MURATA

Continua il dominio della Zalf Euromobil désirée Fior nella classifica provvisoria del Trofeo Internazionale Grand Prix Città Murata, il celeberrimo Challenge riservato ai sodalizi che svolgono l'attività di categoria Elite e Under 23 e organizzato dal Veloce Club Tombolo presieduto da Amedeo Pilotto. Il circuito, giunto alla 18^ edizione, è composto da quattro fra le maggiori gare del calendario nazionale riservato alla categoria.

A guidare la classifica provvisoria del Grand Prix è quindi il blasonato team di Castefranco Veneto - fino al 31 luglio scorso ha totalizzato 18 vittorie, 22 secondi e 18 terzi posti seguito a quota 18 dal Team Colpac (11 e 8) - che quest'anno festeggia il 37° anno di attività ed è stato vincitore della manifestazione nei precedenti 12 anni. La Zalf Euromobil désirée Fior con 15 punti precede la lombarda Viris Vigevano e la Continental Sangemini Trevigiani con 11. Alle loro spalle la Biesse Carrera con 10, l'Aran Cucine Bejus 3, General Store 2 e Team Nordest 1. A determinare la classifica finale due delle celeberrime classiche: il 44° Gran Premio di Poggiana (domenica 11 agosto) e il 50° Trofeo Gianfranco Bianchin (domenica 22 settembre).

Le prime due prove del Circuito furono l'Alta Padovana Tour che si svolse a Cittadella l'11 maggio (vinta da Enrico Zanoncello della Zalf) e il 34° Giro del Medio Brenta il 14 luglio (Simome Ravanelli della Biesse-Carrera). Importanti quindi ai fini della conquista dell'ambita Targa Bragagnolo Argenti di Laghi di Cittadella, sigillo del Grand Prix, saranno le due prove.

Il top-team presieduto dai fratelli Lucchetta e da Egidio Fior tenterà di raggiungere il 13 successo nelle 18 edizioni del Grand Prix dopo la vittoria del 2018 da parte della toscana Petroli Firenze che ha interrotto il quinquennio consecutivo del club di Castelfranco 2013/2017, con un'altra precedente cinquina 2007/2011 e la vittoria del Team Colpack Bergamo nel 2012. Nell'Albo d'Oro figurano inoltre la Nazionale Russia 2003 e la "doppietta" Trevigiani 2004-2008.

Il Challenge sarà completato dal tradizionale Gala di Premiazione fissato a fine ottobre a Villa Rina di Cittadella con la consegna dei riconoscimenti e degli annuali Premi Grand Prix Dirigente Sportivo dell'Anno e Sport-Cultura. Il Trofeo Grand Prix, presieduto dall'Avv. Enzo Conte e diretto da Pierluigi Basso, nacque nel 2002 grazie alla sinergia delle diverse discipline sportive.

Francesco Coppola - FCI Veneto

 

 

 

 

COMBINATA VAL DI FASSA MARATHON - MARATHON DELL'ALTOPIANO

Due gare alpine di altissimo livello, unite per i loro territori devastati dalla tempesta Vaia dell’ottobre 2018. Lo Sport e la Natura hanno molti connubi, ma una delle sue massime espressioni è sicuramente la Mountain Bike, uno sport basato sul contatto e il rispetto per l’Ambiente. Proprio per questo motivo due comitati organizzatori, i cui territori hanno subito immensi danni, hanno deciso di unire le forze per promuovere le gare che, oltre a far divertire i partecipanti, avranno lo scopo di contribuire alla ricostruzione dei patrimoni boschivi devastati.

Sono ancora impresse negli occhi di tutti le incredibili immagini delle devastazioni causate dal maltempo in molte zone dell’Italia del nord. Le più colpite sono state la Val di Fiemme, la Val di Fassa e l’Altopiano di Asiago, che hanno subito enormi danni ai loro immensi patrimoni naturalistici. La furia della tempesta Vaia che, lunedì 29 ottobre 2018, si è abbattuta su queste aree, sradicando svariate centinai di migliaia di alberi, ferendone profondamente i territori, ha costretto ad un lavoro di ripristino che durerà ancora anni, ma ce ne vorranno decine per riportare il patrimonio boschivo alle condizioni precedenti.
Cortina Experience e Val di Fassa Events, comitati organizzatori dei due eventi, devolveranno una quota per ogni iscritto alle iniziative di ripristino dei territori. Gli iscritti alla Marathon dell’Altopiano potranno iscriversi alla Val di Fassa Marathon al costo agevolato di 25€ invece della quota standard di 35€, ma affettatevi, le iscrizioni alla Marathon dell’Altopiano stanno viaggiando velocemente verso il Sold Out.
Per avere diritto alla promozione sarà sufficiente scrivere nel modulo d’iscrizione della  Val di Fassa Marathon“ISCRITTO ALLA MARATHON DELL’ALTOPIANO” e, previa verifica, avrai diritto alla quota agevolata di 25€. La promozione scadrà in ogni caso il 1° settembre 2019.

Affrettati ad iscriverti alla Marathon dell’Altopiano per usufruire dello sconto alla Val di Fassa Marathon, saranno due eventi indimenticabili e contribuirai anche tu a una buona causa!

Info ed iscrizioni:

 

 

 

GIRO DEL FRIULI AMATORI - TOP DOLOMITES GRANFONDO

“C’è un filo rosso che lega questi due straordinari eventi ciclistici: le Dolomiti“. Le Corbusier, uno dei più noti architetti del ‘900 le ha definite: “la più bella opera architettonica del mondo”. Dalle Dolomiti Friulane alle Dolomiti del Brenta sono questi due straordinari gruppi montuosi a legare il Giro Ciclistico Internazionale del Friuli Venezia Giulia Amatori, giunto quest’anno alla sua 46° edizione che si terrà da venerdì 9 a domenica 11 agosto, e la Top Dolomites Granfondo Madonna di Campiglio North Lake in programma da venerdì 6 a domenica 8 settembre nella Regina delle Dolomiti.

Un legame che evidenzia i valori e la passione dei due comitati organizzatori che collaboreranno per promuovere i due eventi, ma soprattutto le Dolomiti che costituiscono la catena montuosa delle Alpi orientali e fanno parte dei 55 siti italiani inseriti dall’Unesco nella World Heritage List. La zona alla quale è stato attribuito il riconoscimento copre 141.903 ettari di territorio di ben tre regioni (Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia) e cinque province (Trento, Bolzano, Belluno, Pordenone e Udine) ed include diciotto vette che si innalzano oltre i 3.000 metri.

Top Dolomites Granfondo gratis per i partecipanti al Giro del Friuli Amatori. Venerdì 8 agosto durante le operazioni preliminari verrà consegnato a tutti i corridori iscritti un voucher che contiene le istruzioni per richiedere l’iscrizione gratuita alla Top Dolomites Granfondo. E’ sufficiente inviare una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. indicando il proprio nome e cognome e il codice 46° G.C.I. DEL FRIULI 2019. il comitato organizzatore dell’evento trentino invierà poi al richiedente il modulo d’iscrizione gratuita da compilare e restituire alla segreteria della Top Dolomites Granfondo.

Hospitality. Coloro che si iscriveranno alla Top Dolomites Granfondo, potranno inoltre usufruire delle proposte hospitality che prevede la sistemazione in hotel 3 stelle con pernottamento e prima colazione a 54 euro per una notte e 48 euro a notte se la richiesta è per due notti.

Vi è inoltre l’opportunità di soggiornare in hotel 4 e 5 stelle, tale trattamento va richiesto al comitato organizzatore.

 

 

DELIO GALLINA COLOSIO EUROFEED - TOUR OF SZEKLERLAND

Scatta stasera, con un prologo a cronometro di 5,5 chilometri, il Tour of Szeklerland in Romania. La gara del calendario UCI Europa Tour classe 2.2 si concluderà sabato 10 agosto e prevede quattro frazioni in linea di cui due semitappe nella giornata di sabato. Al via una rappresentativa della Delio Gallina Colosio Eurofeed diretta da Cesare Turchetti composta da Riccardo Bobbo, vincitore di una tappa al recente Giro di Serbia, Stefano Gandin, Simone Innocenti, Edoardo Sali, Gabriele Porta e Mattia Gino Pegoraro.