Dom05222022

Aggiornamento:11:54:12

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, fuoristrada, giovanile e amatoriale 4 novembre 2021

News da ciclismo su strada, fuoristrada, giovanile e amatoriale 4 novembre 2021

Martin Svrcek

 

 

BILANCIO TOSCANA - LA STAGIONE JUNIORES 2021 ATTRAVERSO LE CIFRE

Diversi coloro che ritengono quest’anno la stagione juniores in Toscana divisa in due. Da una parte il diciottenne slovacco Martin Svrcek del Team Franco Ballerini, autentico dominatore che ha fatto gara a se con 16 vittorie ed oltre 200 punti nella classifica di rendimento, dall’altra quella che ha visto invece il toscano Ludovico Crescioli eccellente protagonista con una splendida continuità che ha fruttato al corridore di Lazzeretto di Cerreto Guidi in maglia Casano Matec guidato dai tecnici Di Fresco, Della Tommasina e Benenati, vittorie e piazzamenti, maglia azzurra ed elogi, con un’attività sempre di ottimo livello e confronti di spessore tecnico rilevanti fuori regione. Su di lui si sono concentrate diverse squadre per averlo come Under 23 il prossimo anno, alla fine la scelta di “Ludo” è stata la Mastromarco Sensi Nibali assieme al fratello Giosuè. Tornando al “rullo compressore” Svrcek un’annata da favola per la gioia del presidente Franco Martini e del Ds Andrea Bardelli. Ha vinto i due titoli nazionali slovacchi (linea e crono) si è imposto in tante occasioni per distacco, non ha avuto fortuna al Giro della Lunigiana. Ma di Martin resta il ricordo di un’annata bellissima con la maglia che porta il nome di un uomo esemplare e di un campione straordinario. Grazie alla maglia azzurra ed ai vari piazzamenti per l’intero arco della stagione il terzo posto è di Luca Tornaboni che ha anticipato il compagno di squadra nella Work Service-Speedy Bike Vincenzo Russo che ha avuto una partenza di stagione sprint, è stato azzurro su pista, ha vinto il titolo regionale nell’inseguimento individuale. Una bella stagione per l’atleta pistoiese e lo stesso si può dire per Lorenzo Giordani non solo per le due vittorie, ma per essere stato costante protagonista, tante volte all’attacco come è nella sua indole. A seguire scorrendo sempre la graduatoria di rendimento il pisano Savino (miglior atleta juniores del 1° anno) che ha coronato proprio in extremis l’annata con la vittoria colta in provincia di Brescia. La Top ten chiusa da Sergiampietri, Pellegrini, Noviero Raccagni (altro atleta del primo anno) e Piccini autore di un finale di stagione in crescendo fino a cogliere il successo nella gara di Rignano sull’Arno. Il titolo toscano 2021 è stato conquistato dal fiorentino Christian Scelfo della Polisportiva Monsummanese autore di un guizzo formidabile nell’affollato sprint sul traguardo di Stabbia. Una prodezza che il diciottenne di Ponte a Greve non ha saputo ripetere nel proseguo della stagione. CLASSIFICA DI RENDIMENTO(tra parentesi le vittorie) 1)Svrcek (Team Franco Ballerini) punti 223 (16 vitt.); 2)Crescioli (Casano Matec) 103 (4); 3)Tornaboni (Work Service-Speedy Bike) 57; 4)Russo 39 (3); 5)Giordani 39 (2); 6)Savino 29 (1); 7)Sergiampietri 28; 8)Pellegrini 20; 9)Noviero Raccagni 20; 10)Piccini 18 (1). Ha vinto 2 gare Bozicevich, ed una a testa, Militello, Buti e Sitera.

 

I CAMPIONI

 

GP CITTÀ DI MURATA - PREMIATI I VINCITORI A TOMBOLO

Il nuovo Auditorium Municipale "Alberto Vighesso" di Tombolo, in provincia di Padova, è stato lo scenario della tradizionale festa legata al grande sport in occasione delle premiazioni del 19° Trofeo Ciclistico Internazionale Grand Prix Città Murata. L'attesissima manifestazione, condotta da Alessio Berti con la collaborazione di Mariastella Pegorin, addetta al cerimoniale, è stata inaugurata dalle note dell'Inno d'Italia in onore ai legami istituzionali del Trofeo e ai patrocini della della Regione Veneto, delle Province di Padova, Treviso, Vicenza, dei Comuni di Cittadella (l'antica città murata da cui ha preso il nome la manifestazione) e di Tombolo e del Comitato Olimpico Nazionale Italiano. L'appuntamento, organizzato dal Veloce Club Tombolo, come noto, ha valenza socio-culturale, ha confermato e rinnovato le sinergie interdisciplinari esistenti con il Cittadella Calcio, rappresentato dal giocatore Nicola Pavan premiato con il cesto "Ale Frutta" per essere stato, insieme alla squadra, tra i protagonisti del campionato di Serie B. La cerimonia, che ha visto la partecipazione di autorità, dirigenti e campioni, è stata inaugurata con i i saluti e dalle premiazioni da parte del sindaco di Tombolo, Cristian Andretta, del presidente e del vice del Veloce Club Tombolo, Amedeo Pilotto e Sergio Pivato, del consigliere regionale Veneto, Giuseppe Pan, da quello provinciale di Padova, Loredana Borghesan, dal consigliere nazionale della Federazione Ciclistica Italiana, Fabrizio Cazzola e dal presidente della Federciclismo del Veneto, Sandro Checchin. Presenti anche l'assessore allo sport di Cittadella, Diego Galli e i sindaci di Galliera Veneta, Italo Perfetti e di San Giorgio in Bosco, Nicola Pettenuzzo affiancato dall'assessore allo sport, Vittorio Trento, il delegato del Coni, Andrea Pivato e dall’assessore alla cultura, Vanda Marchetti, in cabina di regia. Durante la manifestazione è stato proiettato il video spettacolare della vittoria ai Campionati Mondiali Under 23 dello scorso 24 settembre in Belgio di Filippo Baroncini del Team Colpack-Ballan. Il corridore è stato premiato dalla celeberrima famiglia Ballan titolare dell'Industria di Abbazia Pisani di Villa del Conte (Padova). Baroncini ha annunciato che nella prossima stagione correrà nel top-team Trek Segafredo. Momenti emozionanti sono stati vissuti quando è stato ricordato il compianto presidente del Grand Prix e dirigente nazionale della Fci, Avvocato Enzo Conte, a cui è stata dedicata l'edizione 2021 del Premio. Per l'occasione sono state lette alcune delle sue poesie ed è stato fatto un excursus sulla prestigiosa carriera sportiva dedicata al servizio delle diverse Federazioni e per questo è stato consegnato un omaggio al figlio dell'Avv. Conte, Sergio. Momento-clou sono state le premiazioni del Grand Prix 2021, curate dal direttore di corsa internazionale professionisti Fci, Pierluigi Basso, con la consegna della prestigiosa targa d'Argento "Bragagnolo Argenti-Laghi di Cittadella" al team vincitore, il "Colombia Tierra de Atletas" e donato il volume "Il passato presente" che propone le foto dell'antica Città Murata di Cittadella e del Veneto. La squadra colombiana è stata rappresentata dall'Europe-Manager, Massimiliano Catasca, che nel suo intervento ha illustrato l'importante progetto governativo di quel Paese legato all'avviamento allo sport dei giovani. La consegna è stata accompagnata da i lunghi applausi per la prestigiosa vittoria del team ed è stato letto il saluto dell'Ambasciata di Colombia a Roma. Il successo del team "Colombia Tierra de Atletas" ha fatto registrare un ampio riscontro sia in Italia che Colombia ed è stato riportato, tra l'altro, tra dal sito-web del Ministero dello Sport. Sono state poi assegnate le due targhe per i Premi Grand Prix Sport-Cultura e Dirigente Sportivo dell'Anno, i riconoscimenti destinati a quanti si sono distinti per valori etico-morali nella varie attività legate allo sport. Il primo è stato assegnato alla Polizia Locale per, è detto nella motivazione, "la fondamentale collaborazione organizzativa, il supporto negli eventi sportivi e per l'importante ruolo amministrativo-sociale". A ritirarlo è stato il Dott. Gledis Sambugaro del Comando Distretto PD1A guidato dal Dott. Nicola Mosele. ll secondo, invece, lo ha ricevuto Manuel Iori, varesino classe 1982, per la lunga carriera di calciatore terminata lo scorso giugno a 39 anni avendo militato in varie squadre, tra le quali il Cittadella con 339 presenze. L'ex capitano della squadra è attualmente responsabile della formazione Primavera della compagine di Cittadella. Sono stati poi premiati i dirigenti dei team organizzativi delle tre gare del Grand Prix: Sergio Pivato (Alta Padovana Tour), Michele Michielon (Giro del Medio Brenta) e Giampietro Bonin (Gra Premio Poggiana). Speciali premiazioni sono state riservate alla "vecchia gloria" del ciclismo, Flavio Martini; ad Elia Menegale di San Martino di Lupari per la brillante stagione nella Zalf Euromobil désirée Fior e che nel 2022 correrà per la Viris Vigevano e quindi a Matteo Ambrosini di Canove di Roana (Altopiano di Asiago) con la sua straordinaria storia di ex-nazionale juniores di pattinaggio su ghiaccio che si è dedicato al ciclismo e che il prossimo anno difenderà i colori del Team Colpack Ballan. La cerimonia è stata conclusa da i ringraziamenti alle Forze dell'Ordine con l'intervento dell'Ispettore Superiore, Giovanni Colluto della Polizia Stradale (Sezione di Padova-Compartimento del Veneto) e la consegna di un riconoscimento all'Associazione Nazionale Carabinieri. Ringraziamenti sono stati dedicati allo staff organizzativo coordinato da Ginaldo Quattoni in sala affiancato dall'Avv. Federico Valotto vicepresidente del Consiglio a Cittadella.

 

 

BORGO MOLINO: UN 2021 DA INCORNICIARE!

Impegnata tra gli allievi e tra gli juniores, la società del presidente Pietro Nardin, ha raccolto risultati straordinari ma, soprattutto, ha fatto registrare la crescita costante dei propri talenti. “Lo scopo principale della attività che portiamo avanti con passione da anni è quello di consentire ai ragazzi che vestono la nostra maglia di divertirsi praticando una attività di alto livello in campo nazionale ed internazionale. Anche quest’anno questo obiettivo è stato raggiunto grazie all’ottimo lavoro portato avanti dai nostri direttori sportivi Andrea Toffoli, Cristian Pavanello, Carlo Merenti e da tutti gli altri collaboratori del nostro team” ha sottolineato il numero uno della società nero-verde, Pietro Nardin. “Anche nel 2021 abbiamo potuto contare su di un gruppo straordinario sia tra gli allievi sia tra gli juniores: ragazzi dotati di ottime qualità atletiche che hanno saputo creare tra loro il giusto feeling impegnandosi e dando il cento per cento dal primo all’ultimo allenamento della stagione. I risultati che abbiamo ottenuto sono stati semplicemente una conseguenza dell’ambiente che si respira all’interno del nostro team”. I numeri della Borgo Molino Rinascita Ormelle 2021 parlano chiaro: 46 successi raccolti con 14 atleti diversi, di cui 34 ottenuti tra gli juniores e 12 tra gli allievi. Nella bacheca del team nero-verde ci sono vittorie e allori di assoluto primo piano come i tre titoli nazionali conquistati nella cronometro a squadre sia tra gli allievi sia tra gli juniores e nella cronometro individuale allievi, con Renato Favero. A questi si aggiungono il Campionato Triveneto della cronometro individuale tra gli allievi con Renato Favero e il Campionato Triveneto su strada juniores con Andrea Bettarello, il Campionato Veneto in linea tra gli juniores di Alberto Bruttomesso e quello a cronometro con Renato Favero. Ci sono poi i podi tricolori ottenuti su pista, i titoli provinciali e, non meno importanti, le convocazioni in azzurro di Alessandro Pinarello ai Campionati Europei di Trento e di Alberto Bruttomesso ai Campionati del Mondo di Leuven. Hanno vestito la maglia della nazionale italiana anche Lorenzo Ursella e Alessio Delle Vedove che hanno saputo essere protagonisti ai Campionati del Mondo su Pista. Ursella ha ottenuto la medaglia di bronzo nello Scratch e un buon quinto posto nel chilometro da fermo mentre Delle Vedove ha centrato la medaglia d’argento nell’inseguimento a squadre. Gli juniores hanno dominato diverse prove in tutta Italia, tra queste il Giro del Friuli Venezia Giulia, unica gara a tappe per team del calendario italiano, e l’internazionale Trofeo Buffoni: “Quest’anno i ragazzi non ci hanno fatto mancare davvero nulla. In volata, in salita e a cronometro abbiamo dimostrato che la compattezza del nostro gruppo è stata in grado di fare sempre la differenza. Sarebbe troppo facile parlare di quanto siano stati bravi Alessandro Pinarello, Lorenzo Ursella e Alberto Bruttomesso ma a vincere, ogni volta è stata la squadra. Aldilà delle tante vittorie, una più bella dell’altra, che abbiamo avuto l’onore di vivere in prima linea, resta tra i ricordi più significativi il sesto posto di Matteo Scalco ai Campionati Italiani su strada. Si tratta di un atleta al primo anno nella categoria che ha corso con coraggio una delle prove più attese della stagione. Lui, insieme agli altri atleti più giovani, rappresenterà il nostro zoccolo duro su cui costruiremo il 2022: una annata nella quale vogliamo essere ancora protagonisti negli appuntamenti più prestigiosi” hanno sottolineato i Direttori Sportivi Carlo Merenti e Christian Pavanello. Dedizione e attaccamento alla maglia hanno fatto la differenza anche per il gruppo degli allievi: partiti in sordina, i ragazzi diretti da Andrea Toffoli, sono cresciuti gradualmente arrivando a conquistare due titoli tricolori grazie ad un Renato Favero capace di trasformarsi in un autentico trascinatore. “Dopo un 2020 nel quale avevamo potuto correre ben poco quest’anno abbiamo scelto di partire con gradualità per consentire ai nostri atleti di adattarsi alla categoria e di maturare senza troppe pressioni. I risultati ottenuti su strada e su pista ci hanno confermato che questa è stata la strada giusta da seguire: Renato è stato l’elemento in grado di farci fare il salto di qualità ma non va sottovalutato il ruolo di tutta la squadra che ha interpretato ogni corsa nel migliore dei modi” ha aggiunto Toffoli. Ad attendere la Borgo Molino Rinascita Ormelle ci sarà ora qualche settimana di relax che farà da preludio alla ripartenza alla volta della nuova annata agonistica come ha spiegato il Vice-Presidente, Marco Bonaldo: “Abbiamo già costruito in questi mesi la nostra formazione per la stagione 2022: nei prossimi giorni avremo il piacere di iniziare a svelare i progetti messi in campo per realizzare un’altra annata all’altezza della storia e della tradizione della nostra società. Dopo il tradizionale periodo di riposo autunnale che ci consentirà di ricaricare le batterie saremo pronti per ripartire per una nuova ed entusiasmante avventura”.

 

 

GRANFONDO COIMBRA REGION

Il francese Loic Ruffart ha vinto la Granfondo Coimbra Region, seconda prova di qualificazione per l’UCI Gran Fondo World Championships che si terrà a Trento il 1 settembre 2022. La portoghese Ana Carmelo si è aggiudicata la prova in rosa. Nella mediofondo successo per i prtoghesi Ana Neves (Bike & Nutrition Shop) tra le donne e Ruben Pais (Mr. Print Bike Team). 564 i ciclisti classificati.

 

 

MICHAEL LEONARD CANADESE VOLANTE PER IL TEAM BALLERINI

Dopo la splendida stagione da poco conclusa con le 17 vittorie ottenute (16 con lo slovacco Martin Svrcek e una con Jacopo Militello), il Team Franco Ballerini sta completando la nuova squadra juniores per il prossimo anno stagione che vedrà il sodalizio del presidente Franco Miniati impegnato anche con una compagine allievi. E dopo lo slovacco Tomas Sivok che arriverà a rimpiazzare Svrcek che salirà di categoria neglik under 23, ecco un altro colpo con il diciassettenne canadese Michael Leonard, vincitore di tre gare in Belgio quest’anno e secondo in Svizzera al Tour du Leman dietro proprio a Martin Svrcek. Il Ds Andrea Bardelli rimase ammirato in quella gara dalla prestazione di Leonard, ci fu un contatto e nelle settimane scorse è stato il giovane atleta canadese a chiamare il tecnico per conoscere se c’era un posto nel Team Ballerini 2022, del quale era rimasto ammirato. Così nel giro di tre giorni è stato concluso l’accordo. “Leonard è un atleta completo, forte soprattutto in salita. Le sue parole di ammirazione per il nostro team e gli atleti che conobbe in Svizzera, mi hanno colpito e con il suo arrivo abbiamo una formazione veramente completa in grado di essere protagonista su ogni tipo di percorso. Ringrazio la società e il presidente Franco Miniati sempre pronto ad assecondare iniziative e programmi. Con Leonard possiamo aspirare a vincere il Giro della Lunigiana quest’anno sfortunato per Svrcek. Ma lo dico con orgoglio – conclude Bardelli – bisogna sempre mettersi in gioco, ed in fondo la vittoria veramente più bella che abbiamo raggiunto è il rispetto al quale teniamo in maniera particolare”.

 

JU GREEN ASD GORLA MINORE

Ancora ottimi risultati per i giovanissimi della MTB impegnati nella prima edizione del “Trofeo Claudio Gerosa a.m.”, voluta dall'Unione Ciclistica Olympic Lambrugo-Lurago A.S.D. sui prati lombardi di Lambrugo, in provincia di Como. I giovani talenti della Ju Green A.S.D. di Gorla Minore hanno conquistato il successo con Nathan Lazzerini (G1M), una medaglia d'argento con Giosuè Bruccoleri (G2M), una quinta piazza con Emma Zaupa (G3F) ed un sesto posto con Davide Bressan (G6M). Applausi anche per Francesco Caruso (G3M), Samuele Ravazzani (G3M), Andrea Larocca (G3M), Fabrizio Mancino (G4M), Simone Favaro (G5M), Federico Curci (G5M), Andrea Lapenna (G5M), Andrea Rossini (G6M), Diego Rigolin (G6M), Gabriele Lista (G6M), Edoardo D'Adda (G6M), Francesco Marcon (G6M) e Matteo Blanno (G6M), che hanno conquistato buoni piazzamenti a ridosso della 'top ten'. Buone prove anche dell'allievo primo anno Luca Brancaleon, in gara nella dodicesima edizione dell'International Cyclocross Increa Brugherio, organizzata sugli sterrati brianzoli di Brugherio (MB), e nel “Trofeo Città di Cremona - Memorial Baccin Edoardo & Baraldi Claudia”, andata in scena sui prati cremonesi. In entrambe le gare di ciclocross, rese particolarmente impegnative anche dalle avverse condizioni meteo, l'atleta bianco-verde è finito tra i primi venti.

 

LUGAGNANO OFF ROAD

Tre alfieri della Lugagnano Off Road si sono presentati al via, a Paullo (Mi) alla seconda edizione del Gp Paolo e Domenico Rizzotto, gara di mountain bike valida come quarta ed ultima prova del circuito della Francigena Mtb Cup. Nei Veterani 2 Claudio Iannamorelli conclude all’ottavo posto, e stesso piazzamento, è stato conquistato da Gianluca Marenghi nella fascia dei Gentlemen 1. In questa categoria Mauro Tosini conclude undicesimo A Barzola di Angera (Va), appuntamento con la prima prova del circuito interregionale del trofeo Lombardia-Piemonte di ciclocross. Nella gara Open Samuele Silla Gilioli conclude al quindicesimo posto.

 

PROFICUO INCONTRO TRA LE SOCIETA' DILETTANTISTICHE E IL COMITATO FCI TOSCANA

Proficuo incontro tra le società dilettanti élite/under 23 toscane ed il Comitato Regionale Toscana di ciclismo rappresentato dal presidente Saverio Metti, dai due vice Mauro Renzoni e Davide Fabbri, dal consigliere Federico Micheli, oltre ad alcuni componenti dello stesso Comitato. La riunione organizzata e promossa da Gianluigi Parenti dell’Etruria Team Sestese, si è tenuta presso il ristorante “Gli Alberi” a Carraia di Calenzano, locale che vanta tanti ricordi con il ciclismo, grazie alla famiglia Becheroni. L’incontro ha toccato vari aspetti e le problematiche emerse nell’ultima stagione élite/under 23. Si è partiti dalla novità inerenti le norme attuative per la prossima stagione con il ritorno alle gare regionali in misura consistente, e le cui iscrizioni inizieranno 15 giorni prima della gara con una finestra anticipata di due giorni per le società toscane, mentre la presenza alle gare regionali dei corridori Under 23 inseriti nei Team Continental non sarà consentita a quegli atleti che hanno più di 25 punti realizzati con l’attività su strada. Si è parlato anche di rimborsi da parte di chi organizza le gare, mentre il presidente Metti ha chiesto maggiore unione fra le società del settore. Esaminata e discussa la richiesta che arriva dal CONI che ogni società ciclistica dovrà dimostrare di fare “didattica”. Per chi svolge attività il compito è relativamente facile, per le società che organizzano soltanto gare, l’adempimento a quanto richiesto entro il 31 dicembre prossimo appare più problematico. Altro aspetto le riunioni tecniche on line alla vigilia delle gare. La richiesta quella che al sorteggio che avviene prima della gara, siano ammesse tutte le squadre partecipanti e che magari per problemi tecnici non si sono potuti collegare on line in occasione della riunione alla vigilia della manifestazione. Esaminati anche alcuni aspetti emersi in occasione di alcune gare e che hanno interessato addetti ai lavori con opportune precisazioni da parte del giudice sportivo Luca Menichetti. In merito alle gare del 2022 è stata resa nota la bozza del calendario delle gare Internazionali e Nazionali previste in Toscana, da integrare con quelle regionali in occasione del calendario regionale che sarà varato più avanti, mentre sono state chieste in via preventiva ai dirigenti presenti le date sulle corse che le rispettive società intendono allestire per la prossima stagione. Un incontro importante e proficuo durato circa 3 ore per preparare a grandi linee la nuova stagione ciclistica in Toscana.