Ven02032023

Aggiornamento:12:14:02

Back Archivio Pista Edizione numero 42 agli archivi della Marcia del Solleone a Montegiorgio, un successo annunciato

Edizione numero 42 agli archivi della Marcia del Solleone a Montegiorgio, un successo annunciato

 

 

È stata una Marcia del Solleone all’insegna della migliore tradizione a Montegiorgio in una giornata che ha fatto divertire i podisti della competitiva e i camminatori per la passeggiata non competitiva

La riuscita della manifestazione, dopo i due anni di pausa forzata a causa della pandemia, è stata la più giusta ricompensa per gli organizzatori della Podistica Avis Mobilificio lattanzi che si sono adoperati con un grande spirito di volontariato a preparare questa 42°edizione che ha chiamato a raccolta oltre 300 partecipanti alla presenza di Michele Ortenzi (sindaco di Montegiorgio e presidente della Provincia di Fermo).

 


Si è svolto tutto secondo le migliori aspettative, in quanto abbiamo centrato gli obiettivi che ci eravamo prefissati non solo con i numeri ma anche con le premiazioni e il pacco gara, due dettagli che hanno alzato ancora di più il gradimento dei partecipanti. Abbiamo ricevuto complimenti e questo vuol dire che c’è voglia di ripartire. Non era scontato con questo caldo che ci fossero tanti gruppi che hanno aderito. Tanti feedback positivi li abbiamo avuti anche nella passeggiata non competitiva e nella visita turistica guidata, un unicum davvero eccezionale. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i componenti del direttivo, i tanti volontari e quelli del servizio d’ordine per il prezioso lavoro che hanno messo in campo” ha dichiarato Milena Sebastiani a nome di tutta la Podistica Avis Mobilificio Lattanzi.

Tra i protagonisti assoluti della competitiva di 9,9 chilometri Angelo Amoroso (Atletica Civitanova), Angelo Recchi (Atletica Civitanova) e Pierpaolo Pacioni (Podistica Moretti Corva) a comporre il podio al maschile,  Nausica Malaccari (Atletica Civitanova), Michela Boniello (Polisportiva Servigliano) e Francesca Marilungo (Polisportiva Servigliano) le più brave a salire sul podio tra le donne.