Mar06182024

Aggiornamento:03:44:33

Back Archivio Vetrina - Eventi Nicola Ustignani: “Over the Hills, ecco la nostra scommessa!”

Nicola Ustignani: “Over the Hills, ecco la nostra scommessa!”

Over The Hills, l'evento che si tiene a Imola, presso l'autodromo Enzo e Dino Ferrari dal 25 al 27 aprile è ai nastri di partenza. Partito quasi in sordina ora inizia a suscitare interesse tra le persone non solo dell'imolese ma anche tra tutti gli amanti della bicicletta.

 

 

L'ideatore, il lughese Nicola Ustignani, di 37 anni, organizzatore di fiere ed eventi sull'intero territorio nazionale da Bari a Milano, mette a segno un ulteriore colpo nella sua pur breve carriera, vista l'età, grazie all'organizzazione di questa manifestazione in grado di coinvolgere un po' tutti, famiglie incluse, che potranno ammirare le corse di medio fondo e gran fondo organizzate e, allo stesso tempo, visitare gli spazi espositivi all'interno dell'Autodromo che ha ospitato per moltissimi anni la F.1. Per avere ulteriori delucidazioni abbiamo chiesto a Nicola Ustignani di cosa si tratta esattamente. "Siamo di fronte alla nuova fiera dinamica della bicicletta, una concezione tutta nuova -dice in tutta serenità- un evento sulle due ruote unico in Europa e dedicato al grande pubblico che, ne sono certo, riuscirà ad animare l'autodromo di Imola per tre giornate. Si tratta di un nuovo format espositivo in grado di consentire a coloro che parteciperanno, di visitare una fiera unica nel suo genere, provare e toccare con mano i prodotti, prendendo parte, qualora lo desideri, ad una serie di competizioni, dalla MTB alla corsa su strada. Tutti coloro che parteciperanno avranno la possibilità di godersi concerti e spettacoli di freestyle, all'interno di un contesto unico, prestigioso e,allo stesso tempo suggestivo, immerso nel verde".

Come e da cosa è nata questa idea ai più sconosciuta?

Ci siamo ispirati ad un grande evento- prosegue Nicola Ustignani- prendendo ispirazione da quanto avviene sul circuito di Laguna Seca, in California, denominato Seaotter. L'idea di portare in Italia, che considero la patria del ciclismo, una manifestazione di questo tipo che mancava nel modo più assoluto, tra l'altro un evento di risonanza europea, con precise caratteristiche, era doveroso; qualcuno doveva pur farlo e metterlo in pratica. Nulla di trascendentale, se vogliamo, in ogni caso l'idea è quella di uscire dal solito schema di gran fondo di expo village o da una normale fiera statica. Over the Hills è il futuro della comunicazione nel mondo bike. Ne sono fermamente convinto e mi sono gettato a capofitto in questa avventura. Una prima volta è pur sempre obbligatoria…"

Considerando che si tratta della prima edizione, cosa si aspetta?

"Sono consapevole che ogni prima edizione è sempre una scommessa. Settanta tra le più importanti aziende mondiali del settore- precisa lìideatore- con oltre 120 marchi esposti, hanno creduto nella "prima" imolese. Già questo, di per sé, è un risultato. Senza considerare i circa tremila iscritti alle varie competizioni, un nutrito numero di eventi freestyle con ospiti internazionali tra cui ricordo Alessandro Barbero, BMX biker di livello mondiale, Luca Contoli, Flat biker classificatosi 4° all'ultima edizione di Italian got's Talent e tanti altri ospiti; preferisco tuttavia non andare oltre anche perché non voglio anticipare nulla di quello che i visitatori potranno gustarsi. Non mancheranno ampi spazi dedicati ai più piccoli che potranno divertirsi in sicurezza con i maestri di MTB della Federazione Ciclistica Italiana, partecipare a divertenti gimkane e prendere parte a numerosi corsi per la manutenzione della bicicletta, trascorrendo delle giornate che ritengo davvero divertenti e all'insegna dello sport".

 

Il vostro team di lavoro è composto da nomi che possono attrarre i bikers, le famiglie e i più curiosi?

"Sono tanti i nomi che ci hanno aiutato in questo progetto innovativo- puntualizza Ustignani- da Roberto Conti e Yader Zoli, due campioni che hanno disegnato i percorsi della medio e gran Fondo di Strada e MTB, Max Lelli, Michele Bartoli, Gianpaolo Mondini, Matteo Marzotto e tanti altri amici che hanno dedicato tanto impegno e buona parte del loro tempo nell'ambizioso progetto. Inoltre tutto lo staff dell'autodromo e dell'Amministrazione Comunale Imolese ha fatto quanto era nelle proprie possibilità per agevolarci e rendere più semplice il nostro lavoro. Credo che a questo punto non ci resti altro non aspettarvi numerosi all'autodromo all'Autodromo di Imola per una tre giorni indimenticabile all'insegna della bicicletta".

Quanti spettatori si prevedono per questa "vernice" delle due ruote e quali promozioni sono state fatte?

"La previsione ci porta a considerare una folla di circa 15.000 persone. Va detto che per entrare all'autodromo- conclude lo stesso organizzatore- si pagheranno 4 Euro per i biglietti ridotti e 8 Euro per gli interi; gli under 16 saranno esonerati da ogni tipo di pagamento, così come tutti coloro che parteciperanno alle gare. Sull'intero territorio nazionale non manca la nostra promozione per incentivare il numero di presenze".

Fonte: Bologna Today

www.overthehills.it