Ven10182019

Aggiornamento:09:37:45

Back Aziende informano Accessori Unieuro Wilier Trevigiani: arriva la Fratelli Locatelli SA come nuovo sponsor

Unieuro Wilier Trevigiani: arriva la Fratelli Locatelli SA come nuovo sponsor

 

 

Un nuovo marchio entra nel mondo del ciclismo e sceglie di farlo scommettendo sulla Unieuro Wilier Trevigiani. Il pool di sponsor del team di patron Ettore Renato Barzi si allarga dando il benvenuto alla Fratelli Locatelli SA, azienda con sede a Lugano che si occupa di elettricità e telecomunicazioni. Il futuro dei ragazzi diretti da Marco Milesi è così ancora più sicuro e sereno in vista di un 2016 ricco di impegni agonistici.

«Personalmente sono appassionato di ciclismo, ai miei tempi ho corso a livello dilettantistico e mio figlio si è dilettato con la bici fino alla categoria allievi, per di più questo sport è un grande veicolo pubblicitario essendo molto seguito. Conosco alcuni atleti in forza a questa squadra e venendo a contatto con i dirigenti e il personale mi sono convinto di aver fatto la scelta giusta» racconta Giuseppe Giussani, che da un anno è proprietario dell'azienda svizzera specializzata in impianti elettrici, domestici e speciali (soluzioni antifurto, controllo accessi e rilevazione antincendio) sia per privati che per stabili commerciali e industriali, hotel, ospedali, banche e molto altro ancora.

La passione di Giussani è così forte che la Fratelli Locatelli SA nel 2016 sarà main sponsor del GP Lugano, corsa per professionisti che si svolgerà il 28 febbraio e verrà disputata anche dalla Unieuro Wilier Trevigiani. «Oltre a porre il nostro marchio sulla maglia e sui mezzi del team (nella foto il nuovo bus in fase di allestimento, ndr), con il Velo Club Lugano daremo vita al primo memorial Locatelli per ricordare il fondatore della nostra società che l'anno prossimo festeggerà 60 anni di vita. Sostenere lo sport e il sociale per me e i miei collaboratori è fondamentale, attraverso le due ruote vogliamo far conoscere il nostro lavoro a 360°. Non si vive solo di soldi ma soprattutto di passione e il ciclismo è un mio grande amore».

Giulia De Maio-Ufficio Stampa Unieuro Trevigiani