Ven09172021

Aggiornamento:11:30:06

Back Cicloturismo Manifestazioni Rigenerazione, ambiente, natura e sostenibilità: verso la SpoletoNorcia in Mtb dal 3 al 5 settembre

Rigenerazione, ambiente, natura e sostenibilità: verso la SpoletoNorcia in Mtb dal 3 al 5 settembre

 

 

Siamo nell’immediata vigilia dell’ottava edizione de La SpoletoNorcia in MTB Monini, che avrà in piazza Garibaldi a Spoleto il suo  quartier generale. L’inaugurazione è prevista per ore 16.30 di venerdí 3 settembre e anticiperà “La SpoletoNorcia Cammina”, una  bellissima camminata sulla Vecchia Ferrovia alla scoperta degli angoli nascosti di questo straordinario luogo.  Quest’anno, anche a seguito della situazione pandemica che ha colpito il mondo, gli organizzatori de La SpoletoNorcia hanno sentito  l’esigenza di lanciare un messaggio a favore dell’ambiente e della natura, puntando l’attenzione sul tema della “rigenerazione”, con un  forte impegno nell’utilizzo di materiali biodegradabili e riciclati per molti supporti dell’evento. Per questo, e in ottemperanza delle  norme con cui è stata concepita la manifestazione, il Comitato Organizzatore ha ricevuto da parte di Ambiente e Salute e Legambiente,  un “eco-attestato”, che riconosce all’organizzazione, la dedizione verso l’ambiente, e crea i presupposti per raggiungere ulteriori  traguardi negli anni futuri.

Tre giorni intensi pieni di sport, ma anche di incontri, show, talk e personaggi.

E questa edizione della rinascita avrà anche uno special guest straordinario: quel Vittorio Brumotti che il grande pubblico ha imparato  a conoscere per il suo ruolo di inviato e conduttore di Striscia la Notizia, ma che nasce in sella ad una bici, essendo campione di  Biketrial e detentore di 10 Guinness World Records. Brumotti non solo presenzierà alla partenza della cicloturistica del 5 settembre,  ma parteciperà anche al talk del sabato, delle ore 18.30, che si terrà nello spazio Talk Point di Piazza Garibaldi.   Saranno tre i percorsi proposti quest’anno per la SpoletoNorcia in MTB Monini di domenica 5 settembre: il “Family” di 15 km, il  “Classic” di 50km, l’”Hard” di 86 km; in più, quest’anno, ci sarà anche l’Extreme Mastri Birrai Umbri, gara agonistica di 60 km, valida  come Campionato Umbro Marathon. Tutti i percorsi, che vedranno l’affluenza di almeno 1500 bikers, saranno comprensivi di tratti  della Vecchia Ferrovia, alternati ad altri sentieri attigui al suo tracciato, per ra  orzare l’idea del “district”, ampiamente dibattuta nei  BikeDays della scorsa edizione. Al riguardo Umbria Mobilità ha comunicato a tutti gli utenti del percorso della Vecchia Ferrovia  Spoleto-Norcia che, “in data domenica 5 settembre 2021 il Percorso stesso rimarrà chiuso e - per motivi di pubblica incolumità -  interdetto alla fruizione pubblica per il concomitante svolgimento della Manifestazione Nazionale La SpoletoNorcia in Mtb”. Vale  la pena ricordare che, anche quest’anno saranno ammesse le e-bike, a confermare lo sguardo verso il futuro che ha sempre avuto la  manifestazione.

Il tema della “rigenerazione” sarà approfondito attraverso eventi e incontri con personalità provenienti dal mondo dello sport, della  nutrizione e della sostenibilità. Salute, alimentazione sana e sostenibile, nutrizione corretta per lo sportivo, inclusività e accessibilità  per tutti, saranno gli argomenti al centro dei talk (Aperibike) a cura di Ludovica Casellati. Non mancheranno inoltre degli show  e delle presentazioni che si susseguiranno nell’arco dei tre giorni di evento. Tra gli appuntamenti, venerdì 3 settembre alle ore  18.30, la presentazione del libro “L’orologio della mente” di Vera Slepoj; mentre sabato 4 settembre, alle 10, è previsto un convegno  su L’importanza dello sport e del cicloturismo per il nostro territorio; verranno anche presentati i due progetti cui ha aderito La  SpoletoNorcia: SARU “Sport Ambassadors in Rural Areas: main goals and results” e OFF ARCH “Un ingresso spettacolare”. Nel  pomeriggio, invece, ci sarà l’incontro con Alessandra Schepisi de Il Sole 24 Ore e Pierpaolo Romio di Girolibero, che presenteranno il  loro libro “24 Storie di Bici”.