Back Gran Fondo Gare La pioggia non rovina la festa alla Granfondo della Città di Cerveteri

La pioggia non rovina la festa alla Granfondo della Città di Cerveteri



Nonostante il tempo inclemente e la pioggia copiosa, la Granfondo della Città di Cerveteri ha riscosso il consenso dei tanti cicloamatori (circa 350 alla partenza nonostante qualche defezione causa il brutto tempo di primo mattino) grazie all’impegno profuso dal Team Forhans di concerto con lo staff di Fantabici che, a sua volta, ha alzato il sipario sull’edizione 2017 del circuito di granfondo e mediofondo del Lazio sotto l’egida del Centro Sportivo Italiano.

La manifestazione è stata anche la passerella per i rappresentanti del ciclismo over 70 uomini e delle over 50 donne (novità di quest’anno in tutte e cinque le prove di Fantabici), un’iniziativa promossa in prima persona da Franco Cacci che ha come obiettivo di dare molto risalto ai cicloamatori che si sentono in grado di competere sportivamente con gli altri.

Menzione speciale per Ottavio Borrini (Ciclotech), Antonio Pistillo (Bike Team San Severo), Giuseppe La Chioma (Il Pirata Evolution IP Zannoni) e Luigi Maura (AS Roma Ciclismo) in ambito maschile, Sabrina Vittorini (Etruria Home Bike), Alessandra Lippa (Podistica Solidarietà Cycling Team), Vania Villa (GS Bertucci) e Maria Grazia Mignogna (Etruria Home Bike) in ambito femminile tra i protagonisti di questa simpatica passerella all’insegna del divertimento assoluto in pieno stile Fantabici che ha voluto premiare ancora una volta l’esperienza.

Visita gradita a Cerveteri da parte dei ragazzi juniores del Team Coratti che portano sulle proprie maglie il logo di Fantabici: un legame tra le due entità ciclistiche per testimoniare ancora di più il sostegno del mondo amatoriale a fianco dei giovani.

Degna di nota la partecipazione degli studenti universitari aderenti all’Asd Luiss: il sodalizio diretto da Luigi Bielli (collaboratore tecnico della nazionale italiana di ciclocross) e Gabriele Terrafina (direttore sportivo) dopo un 2016 archiviato con la conquista di ben 6 medaglie ai Giochi Europei Sport e Impresa disputati a Cortina d’Ampezzo, si è ripresentato ai nastri di partenza della nuova stagione con una rappresentanza di ragazzi innamorati della bicicletta ed orgogliosi al tempo stesso di armonizzare l’attività sportiva con gli studi universitari.

Tra Cerveteri, Ceri, Sasso e Bracciano, si è sviluppata la mediofondo di 80 chilometri con Davide Tedesco (Cicli Rebike) molto bravo ad imporsi in solitudine maturando un esiguo margine e resistendo al ritorno alle proprie spalle di Cristian Bisonni (Bike Lab Scuola Ciclismo) e Gianmarco Maccagnan (Di Gioia Cycling Team).

Al femminile ha prevalso nettamente e in scioltezza Marika Passeri (Bike Lab Scuola Ciclismo), Valentina Pezzano (GSC Tor Sapienza) ed Elena Serangeli (Asd Luiss) a completare il podio.

Oltre a Tedesco (élite sport), Passeri (master donna 1), Pezzano (master donna 2) e Serangeli (élite master donna), in gran spolvero nel percorso medio i vincitori di categoria Mirko Marcucci (Asd Bicimania) tra i master 1, Massimiliano Tavera (Rieti Riding Sport Club) tra i master 2, Roberto Fortunato (Effetto Ciclismo) tra i master 3, Corrado Pandolfi (Team Bike Emotion) tra i master 4, Francesco Colantoni (Asd Bicimania) tra i master 5, Marco Fortunato (Team Cicli Burracchio) tra i master 6, Giancarlo Delle Monache (Vigili del Fuoco Viterbo) tra i master 7 e Alvaro Colterari (Ciclismo Civita Castellana-Gica Bike) tra i master 8.

Nella granfondo di 126 chilometri, in comune al percorso medio nei primi 60 chilometri e con l’interessamento dei territori comunali di Trevignano Romano, Bassano Romano, Sutri, Oriolo Romano e Manziana, ha riassaporato la gioia della vittoria Bruno Sanetti (Vigili del Fuoco Viterbo) al termine di un fantastico assolo negli ultimi 20 chilometri lasciando a Diego Rubini (Team MP Filtri) e al tedesco Anton Breuste (Asd Luiss) il secondo e il terzo gradino del podio.

Al femminile, primato nelle mani di Elisa Rigon (AS Roma Ciclismo) davanti a Vanna Villa (GS Bertucci) e Maria Grazia Mignogna (Etruria Home Bike) tutte e tre appartenenti alla categoria master donna 2.

Oltre a Sanetti (master 1), Rigon (master donna 2), Breuste (élite sport) e Rubini (master 3), primati di categoria sul lungo ad appannaggio di Manuel Ciaffone (Effetto Ciclismo) tra i master 2, Angelo Calvano (Il Pirata Evolution IP Zannoni) tra i master 4, Lidano Pietrianni (Il Pirata Evolution IP Zannoni) tra i master 5, Stefano Colagè (Team Bikemotion) tra i master 6 e Angelo Curi (Asd Il Salice) tra i master 7.

Molto toccanti le parole di Sanetti nell’immediato dopo gara che ha ricordato con un velo di commozione i tanti sacrifici come ciclista ed anche come vigile del fuoco (sua professione nella vita) nel mettere in salvo tante vite umane dopo l’esperienza personale come soccorritore durante i tragici eventi sismici di Amatrice e Accumoli.

A fine manifestazione il plauso di Francesca Pulcini (assessore allo sport di Cerveteri) e di Enzo Martino (presidente della commissione ciclismo per conto del CSI Lazio) che hanno elogiato l’organizzazione per un evento così importante per la città etrusca e per l’intero territorio dell’Alto Lazio, trovando in Fantabici e nella Granfondo uno straordinario volano sul piano sportivo e promozionale.

Anche se la pioggia non ha permesso lo svolgimento dello short track giovanile per i baby ciclisti dai 7 ai 12 anni, il Forhans Team ha il piacere di ringraziare la Tirreno Bike di Gianluca Capozzi e Cristiano D’Annunzio, unitamente alla commissione giovanile FCI Lazio presieduta da Marco Ciccolini (che ricopre anche il ruolo di referente tecnico nel circuito Fantabici), per il supporto dato nel dietro le quinte nell’organizzazione dell’evento giovanile creato appositamente a latere della granfondo per gli amatori.

Classifiche complete su Kronoservice al link http://www.kronoservice.com/it/schedaclassifica.php?idgara=2090#bannercontainer1

Credit Fotografico UV Studio Forano

www.fantabici.it