Lun07162018

Aggiornamento:10:08:02

Back Gran Fondo Presentazioni Granfondo Alpi Liguri: viene dalla Toscana il vincitore della prima edizione

Granfondo Alpi Liguri: viene dalla Toscana il vincitore della prima edizione

 

 

Con una partecipazione sottostimata rispetto a quanto la manifestazione si può permettere, è andata in scena la prima edizione della Granfondo Alpi Liguri, che alle 10.30 precise ha preso il via da Carcare.

Sono stati 200 i partenti, dei 250 iscritti, che hanno scelto la manifestazione savonese, tra la vasta proposta di questa domenica.

«Questa granfondo è nata di 40 giorni - spiega Piernicola Pesce, l'organizzatore dell'evento - a seguito della disdetta di una struttura langarola, che avrebbe dovuto ospitare la manifestazione originale. Siamo dovuti correre ai riparo per evitare che gli abbonati al nostro circuito perdessero una gara già pagata»

«Il paese è veramente carino, e il percorso è spettacolare, così come hanno confermato tanti ciclisti – continua Pesce – Per la prossima edizione la calendarizzemo sicuramente meglio, andando a evitare le tante concomitanze, anche con altri eventi nello stesso comune che, arrivati prima di noi, ci hanno assorbito tutte le risorse tecniche, come le transenne, ecc.»

La corsa parte subito in gran carriera con due azioni solitarie di tentativo di fuga da lontano, ma la prima ascesa al Colle Melogno rimette le cose a posto e i migliori si portano in testa alla corsa.

Conta una decina di elementi il battistrada, che procede di comune accordo. La seconda scalata al Melogno riduce ulteriormente il gruppetto, ma sull'ultima salita il torinese Diego Piva lancia l'attacco, alla cui ruota si lanciano il pinerolese Davide Busuito e il fiorentino Federico Pozzetto.

Non resta che risolvere la volata sul rettilineo d'arrivo dove Pozzetto sa di essere il più veloce e lo dimostra alzando le braccia al cielo, davanti a Busuito e a Piva.

Tra le donne, fin dai primi chilometri è la ungherese, naturalizzata italiana, Georgina Makhandi, a dettare il passo, al quale non riesce a replicare nessuna delle avversarie, permettendole di passare il traguardo a braccia alzate. Si devono attendere 21 minuti per vedere giungere Matilde De Sciora e a seguire Laura Devalle a chiudere il podio.

Tra le società il primo premio va a pari merito alla torinese Rodman Azimut Squadra Corse e alla carcarese Bicisport Cycling Team, mentre terza società si piazza la torinese Jolly Europrestige.

Playfull Agenzia Stampa