Gio04182024

Aggiornamento:01:46:20

Back Gran Fondo Presentazioni Al via il 5 Maggio la manifestazione ospitata nel capoluogo della Riviera delle Palme

Al via il 5 Maggio la manifestazione ospitata nel capoluogo della Riviera delle Palme

La città, prima realtà turistica delle Marche, offre numerose possibilità di relax e divertimento per grandi e piccini. Tipicamente balneare, con il caratteristico lungomare ricco di palmizi che fanno della località, il capoluogo della Riviera delle Palme, di numerosi stabilimenti e strutture ricettive, racchiude elementi culturali ed architettonici di notevole rilievo tra cui, nel vecchio incasato del Paese alto, la Torre dei Gualtieri, l'Abbazia di San Benedetto Martire e Palazzo Piacentini, sede della Pinacoteca del mare. Va sottolineata inoltre l'importanza del porto commerciale, uno dei maggiori snodi dell'Adriatico. Luogo ideale per vacanze in qualsiasi periodo dell'anno.

San Benedetto è un importante centro che fa dello sport un punto di forza con circa 30 impianti per praticare tutte le discipline. Oltre allo Stadio “Riviera delle Palme”, allo storico campo “F.lli Ballarin”, oggi sede della società rugbistica cittadina, ad una tensostruttura per la ginnastica artistica, un campo d’atletica con pistino al coperto, un circuito di pattinaggio su strada che nel 2012 ha ospitato i campionati Mondiali, San Benedetto vanta un lungomare di 4 chilometri, utilizzato come proscenio di lusso per  una delle manifestazioni ciclistiche più apprezzate del centro Italia: la Granfondo “Città di San Benedetto del Tronto” che, in pochi anni, ha saputo attirare attenzione da appassionati di ogni parte d’Italia. A sottolineare la valenza di questa manifestazione, il primo cittadino di San Benedetto, Giovanni Gaspari.

Come mai San Benedetto ha investito nella Granfondo?

«L’Amministrazione comunale ha deciso di “salire su una bicicletta da corsa” quattro anni fa per sostenere un appuntamento sportivo dedicato agli appassionati che potesse coniugare l’amore per lo sport, alla promozione del territorio. Siamo solo alla quarta edizione, dunque, ma la competizione è divenuta oramai tradizione consolidata per San Benedetto e per i Comuni dell’entroterra.»

Quali sono i punti di forza della Granfondo “Città di San Benedetto del Tronto”?

«Punto di riferimento è la capacità dimostrata dagli organizzatori dell’evento, in primis l’Asd “Pedale Rossoblù - Picenum” e la SR Communication srl. Queste due realtà, ciascuna nel proprio ruolo, riescono, con il loro entusiasmo che nasce da un autentico amore per il ciclismo, a coinvolgere molte amministrazioni del territorio e a portare a casa un risultato anno dopo anno sempre più lusinghiero in termini di partecipanti. Per questo sono bastate poche edizioni per proiettare la competizione nel novero delle classiche di primavera.»

Quali sono le novità dell’edizione 2013?

«Quest’anno la gara si disputerà domenica 5 maggio e partirà da Piazza Giorgini, ovvero la rotonda simbolo della città, per condurre gli atleti dalla Riviera delle Palme all’entroterra piceno. I ciclisti saranno impegnati in discese tra le stupende colline del nostro territorio, attraversano un itinerario di grande fascino che, sono sicuro, non mancherà di rendere più gradevole la fatica di un percorso comunque impegnativo. A tal proposito, la novità 2013 è rappresentata da ben tre soluzioni adatte ad ogni gamba: ci saranno un “lungo” di 147 km, un “corto” di 93 km e un “Gourmet” di 57 km. Insomma, chilometri per tutti i  gusti.»

Da quest’anno la Granfondo entra a far parte di due dei principali circuiti del settore…

«Nella sua edizione 2013, la manifestazione rappresenta la terza prova del circuito “Marche Marathon”, valevole per il Campionato Nazionale di Granfondo e Mediofondo e prima prova del “Tour Race dell’Adriatico”, due dei principali circuiti della Regione Marche. Un’occasione per noi di farci conoscere ad un pubblico ancor più vasto e far scoprire i tesori della natura e della cultura dei borghi più belli del Piceno.»

Altra novità sarà la “Combinata della Costa Adriatica”…

«Grazie alla collaborazione con Claudio Brusi, titolare dell’azienda Freewheeling (FRW), marchio rinomato nel mondo della bicicletta e vera e propria fabbrica di idee, che pone al centro del proprio fare, la considerazione secondo cui la bici è sinonimo di stare bene, di movimento, di bellezza e salute, siamo riusciti a inventare una promozione che abbiamo chiamato “Combinata della Costa Adriatica”. Infatti “Pedale Rossoblu” e “Team Rossetti”, organizzatori rispettivamente della Granfondo “Città di San Benedetto del Tronto” e della Granfondo “FRW Bicycles” di Ravenna, hanno pensato di offrire la possibilità ai cicloamatori tesserati ACSI, FCI e affiliati a tutti gli enti di promozione sportiva, che si sono iscritti entro il 31 dicembre 2012, di partecipare alle due gare pagando solo 30 euro. Per quanti si iscrivono nel mese di gennaio il prezzo verrà maggiorato solo di 5 euro, quelli che decideranno di partecipare entro il 22 aprile pagheranno una quota di 40 euro. Qualunque sia il periodo nel quale ci si iscrive, ne varrà comunque la pena, visto il montepremi messo in palio: sia per le classifiche di partecipazione, che di merito, saranno a disposizione prodotti tecnici (biciclette offerte da “FRW”) e prodotti tipici gastronomici.»

 

A questo proposito, che cosa si devono aspettare i partecipanti alla competizione?

«Di certo il Piceno anche quest’anno sarà generoso perché, come sempre, al traguardo ci sarà un’area ristoro con pasti cucinati con maestria dai cuochi dell’Hotel Calabresi a base di prelibatezze locali (maccheroncini di Campofilone allo scoglio e pesce fritto). Per non parlare del pacco gara che sarà ricchissimo grazie agli omaggi della cantina vitivinicola “Ciù Ciù” di Offida, a cui va un ringraziamento sentito. Così come voglio cogliere l’occasione per dire grazie alla ditta “Inkospor” che offrirà integratori e sali minerali indispensabili per l’attività fisica dei partecipanti. Sin d’ora, quindi, do il benvenuto a San Benedetto del Tronto e nel Piceno a tutti gli atleti, certo che l’accoglienza che riceveranno sarà davvero speciale, con l’auspicio di rivederli poi presto nostri ospiti con le loro famiglie per le vacanze estive.»

 

Fonte: