Ven07192019

Aggiornamento:08:11:07

Back Gran Fondo Presentazioni Gf Paolo Bettini: quattro passi tra mostre e musei

Gf Paolo Bettini: quattro passi tra mostre e musei

Pomarance (Pi) – Non ci sarà solo ciclismo alla 16a Greenfondo Paolo Bettini - La Geotermia del14 aprile a Pomarance (Pi). Gli atleti, ma soprattutto gli accompagnatori potranno infatti trascorrere un weekend all’insegna della cultura. Il Velo Etruria Pomarance metterà a disposizione un bus navetta gratuito che porterà al museo della geotermia di Larderello. Un museo fortemente multimediale, che racconta la storia dell'energia geotermica, illustrando attraverso dei modelli le tecniche di ricerca e di perforazione. Davvero una buona introduzione alla visita di questo territorio.

A Pomarance sarà possibile visitare il Museo Guerrieri e Artigiani di Palazzo Ricci, dove si trovano i resti archeologici rinvenuti tra i fiumi Cecina, Sterza e Cornia: un’area abitata sin dal Paleolitico, che fu poi occupata anche da Etruschi e Romani. Tra i tanti reperti, il museo custodisce la stele monumentale del VI secolo a.C. con guerriero o sacerdote con machaira (lungo coltello usato come arma o strumento sacrificale), un’iscrizione funeraria del cavaliere romano Marius Montanus (II secolo d.C.), bronzetti votivi e statuette romane. Non vanno poi dimenticati il ciottolo di calcare con inciso un bisonte, risalente all’Età del rame e proveniente dalla necropoli preistorica di Lustignano, armi e oggetti della vita quotidiana e una statuetta definita “Il Giove silvano“.

All’interno di palazzo Ricci si trova Casa Bicocchi. Tipico esempio di dimora borghese, è un edificio ottocentesco che conserva gli arredi originali: cucine, sala da pranzo, mobili, la Camera Rossa (imponente e suggestiva per le pitture del soffitto e la tinta dei tendaggi), la Camera della Fanciulla (interamente arredata con mobili in bambù), la stanza dei giocattoli, la cappella privata e la biblioteca.

Sempre a Pomarance è consigliabile una sosta alle Fornaci da Ceramica di via dei Frantoi (databili tra il XVI e il XVII secolo), uno degli impianti artigianali più importanti del territorio, e al Torrino medievale, che fa parte dell’antica cinta muraria. Proprio nell’ottica di promozionare e far conoscere al meglio il territorio, il Velo Etruria Pomarance ha messo a diposizione un’ampia scelta di strutture alberghiere e di agriturismi dove pernottare, visionabili nella pagina del sito dedicata.

Iscrizioni: € 30 fino a giovedì 11 aprile. Da venerdì 12 aprile e fino alle ore 9,00 di domenica 14 aprile la quota d’iscrizione sarà di € 40.

Info: http://veloetruriapomarance.it/2011/

 

Fonte: Play Full