Sab07202019

Aggiornamento:08:11:07

Back Gran Fondo Team Master Club Circuito Tricolore: si comincia il 10 Marzo ad Ancona

Master Club Circuito Tricolore: si comincia il 10 Marzo ad Ancona

Chianciano (Siena) - Quattro regioni coinvolte (Toscana, Lazio, Umbria e Marche), dieci prove in programma dal 10 marzo, data della manifestazione di apertura ad Ancona, sino alla chiusura del 1° Settembre a Monteroni d’Arbia (Siena), un vasto bacino di utenza che conta diverse migliaia di tesserati nelle categorie amatoriali tra Federciclismo ed Enti della Consulta. Due classifiche assolute, la prima su base annuale che premia i primi cinque di ogni categoria al termine della challenge e l’altra su base triennale che premia i soci che nel triennio 2013 – 2015 hanno collezionato il maggior numero di presenze nelle manifestazioni in calendario. Queste le caratteristiche fondamentali della prima edizione del Master Club Circuito Tricolore che sposa una formula tutta nuova per “livellare” le distanze tra cicloturisti e cicloamatori più agonisti.

Il coordinatore del circuito, Antonio Falcone, patron della Granfondo di Chianciano, anch’essa nel calendario, svela i dettagli della “prima” del Master. «Si tratta del debutto, a partire dal 10 marzo, quando esordiremo con la Granfondo del Conero ad Ancona. In quella occasione avremo modo di spiegare la formula innovativa del circuito. L’idea è partita dall’ipotesi degli abbonamenti, come avviene già in altri circuiti, con la differenza che, in questo caso, ci si associa all’intero circuito, dunque alle 10 gare, ottenendo poi sconti del 15 per cento, oltre ad altri vantaggi, sull’iscrizione alla singola gara. La filosofia è quella del risparmio, tant’è che al termine del Master, chi si fosse associato riuscirebbe a risparmiare poco meno di 10 euro. Il costo della singola gara si attesta, di media attorno ai 25 euro, invece pagando 30 euro per aderire al circuito, la quota per la granfondo scende. Poi il ciclista è libero di prendere parte a tutti le manifestazioni o meno.»

Per quanto riguarda gli altri vantaggi degli associati al circuito?

«Intanto, chi si associa riceve 100 punti bonus, ai fini della classifica finale, rispetto all’iscritto “normale”. Inoltre si ottiene uno sconto su di una rivista partner, si parte in prima griglia, si ottiene una corsia preferenziale per parlare con la segreteria del Master, potendo contare su di un corner ad hoc. Oltre, ovviamente allo sconto di cui si parlava prima.»

Come si effettuano le iscrizioni?

«Le iscrizioni annuali terminano il 10 marzo in concomitanza con la Granfondo del Conero e si possono effettuare attraverso il sito internet www.circuitomasterclub.it, sito sul quale gli interessati possono ottenere anche altre importanti informazioni.»

Quali sono le prove in calendario e che caratteristiche hanno?

«Apriremo il 10 marzo ad Ancona, poi il 14 aprile ci sarà la Granfondo della Pace a Valtopina (Pg), il 25 a Chianciano Terme (Si), la Granfondo omonima, il 28 aprile la Granfondo città di Grosseto, il 1° maggio a Ponte San Giovanni (Pg) si terrà la Gf Le strade di San Francesco, poi il 9 giugno a Rosignano Marittimo (Li) si svolgerà la Gf Castello Diego Ulissi, seguita, il 16 dalla Gf città di Arezzo. Il 23 giugno ad Amelia (Tr) la Granfondo Colli Amerini, pausa per il mese di luglio per poi riprendere il 18 agosto a Vasanello (Vt) con la Gf Giro Alto Lazio Knut Knudson e chiudere il 1° settembre a Monteroni d’Arbia (Si) con la Gf della Valdarbia. Si tratta di granfondo di medio livello che riescono a far dialogare il ciclista agonista con il cicloturista, avendo percorsi abbastanza impegnativi, ma non troppo, e di grande spessore turistico.»

Una novità è rappresentata dalle classifiche

«Oltre ai normali premi ai classificati, viene allestita anche una classifica su base triennale che considera la fidelizzazione, ovvero i ciclisti che hanno partecipato al maggior numero di granfondo del Circuito nel triennio 2013-2015, ciò fornisce anche la garanzia legata al fatto che le manifestazioni presenti oggi nel Master, vi resteranno almeno per quel periodo. È un impegno per il futuro, a non mollare.»

 

Fonte: 

Autore: Nicoletta Brina