Dom09232018

Aggiornamento:09:45:39

Torna l'Iron Bike: in gara domenica 16 settembre a Bitonto

 

 

La grande festa dell’Iron Bike torna ad affacciarsi nel calendario per l’ultima parte di stagione, che sarà interamente murgiana. Si (ri)comincia il 16 settembre con la Mediofondo del Bosco di Bitonto, tappa numero 8 del circuito, organizzata dal Team Oroverde Bitonto. Tre mesi di pausa, dopo il collettivo bagno in mare nelle acque cristalline di Vieste, sono serviti per ricaricare le batterie in vista della volata finale del circuito. A Bitonto, o meglio nella ridente frazione di Mariotto, è quasi tutto pronto per dare il là all’ultima parte di stagione, quella solitamente più ricca di sorprese. La macchina organizzativa del Team Oroverde, che ha lavorato alacremente durante tutto il mese di agosto, sta ultimando la messa a punto delle rifiniture.

UN PERCORSO PER DIVERTIRSI – Il percorso si sviluppa attraverso tre diverse aree boschive: Il bosco del Ceraso, il bosco di Pietre Tagliate ed il Bosco di Bitonto. La partenza e l’arrivo sono collocati presso Il Park Hotel Elizabeth poco fuori Mariotto, sede di tutte le operazioni logistiche e del paddock e subito si inoltra nei terreni dell’azienda agricola Colle Optimo, che gentilmente ha concesso il transito ai biker. Il tracciato si presenta molto divertente ma anche impegnativo, con oltre 1000 mt di dislivello positivo in 50 km; caratterizzato da salite brevi ma intense, con pendenze importanti (anche al 18 %), e da discese veloci e tecniche. Particolarmente adatto a velocisti con una buona dotazione di forza esplosiva nelle gambe per uscire indenni dagli strappi. Previsto un percorso più corto, di poco inferiore ai 30 km, dedicato alla passeggiata cicloturistica non competitiva.

IL BENVENUTO SULL’ALTA MURGIA - «Accesi i riflettori sull’ormai classico appuntamento in MTB di settembre sul territorio della Murgia bitontina. Il Team Oroverde aspetta a braccia aperte i bikers come gli ospiti di una grande festa – spiega entusiasta il presidente Massimiliano De Palma - l’organizzazione di una gara è sempre ad un tempo faticosa ed entusiasmante, ci abbiamo messo tantissima passione e spero che questo possa essere sentito ed apprezzato dai concorrenti».

GLI ORGANIZZATORI: TEAM OROVERDE BITONTO – Gli organizzatori, che come di consueto stanno curando ogni singolo dettaglio (il percorso è stato da sempre il loro punto di forza) sono composti da una trentina di soci. Il team Oroverde Bitonto ha organizzato le edizioni 2015 2016 e 2017 della Marathon Bosco di Bitonto, l’edizione 2016 del Campionato Regionale Strada Esordienti e Allievi e nel 2017 il Campionato Regionale Marathon in Mountainbike per le categorie agonistiche e amatoriali.

L’IRON BIKE E IL TERRITORIO: LA BASE DEI MISSILI JUPITER – Come sempre, dalla sua prima gara, l’Iron Bike porta gli sportivi alla scoperta del territorio, unendo in una stretta simbiosi la cultura con l‘attività fisica e l’agonismo. Elemento protagonista della tappa 8 è una base di missili nucleari installata dagli Stati Uniti, in seno a un programma NATO, in piena Guerra Fredda. Il percorso della gara ci passa vicinissimo, in località Ceraso. Un luogo quasi perfettamente conservato e riconoscibile per la sua pianta triangolare, segno gravoso e radicato del passaggio della grande storia sulle terre murgiane. Una visita dopo gara è d’obbligo, per riscoprire quelle settimane di fuoco in cui, tra lo stupore generale, l’Alta Murgia fu al centro della “Crisi di Cuba” tra Stati Uniti e Unione Sovietica.

LA NOVITÀ: PREMIO AL GPM – A rendere ancora più emozionante la gara ci pensa una novità nell’Iron Bike 2018: l’istituzione di un traguardo volante GPM al culmine di quella che i locali definiscono con l’emblematico titolo di “Salita dei Cinghiali”. Prevista una premiazione dedicata al miglior biker scalatore della gara. La quota di iscrizione, inoltre, comprende il pacco gara interamente curato da Casa Milo, i ristori lungo il percorso, l’assistenza medica, tecnica e meccanica e il pasta party, offerto dal Park Hotel Elizabeth.

L’APPUNTAMENTO – Ore 7.00 / 9.00 ritrovo, verifica licenze, consegna numero di gara, consegna CHIP presso Park Hotel Elizabeth in Mariotto. Riunione tecnica alle 9:15 e alle 9:30 partenza ufficiale. Il tempon massimo per l’arrivo dei concorrenti è fissato alle 13:30, orario in cui avrà inizio il pasta party (accessibile per gli accompagnatori al costo di 5 €). Seguiranno le cerimonie protocollari di premiazione. Confermata la prova per le E-BIKE, biciclette a pedalata assistita. La partenza della gara dedicata avrà luogo 10 minuti prima della corsa ufficiale.

ISCRIZIONI – Le iscrizioni sono aperte a questo link sul portale dei cronometristi Icron.it. Inoltre tutti gli atleti tesserati presso la FCI, Federazione Ciclistica Italiana, sono tenuti tassativamente (pena l’esclusione dall’elenco dei partenti) ad effettuare l’iscrizione sul portale federale “Fattore K”. Tale obbligo vale sia per i cicloamatori che per gli agonisti.
ID GARA: 145180 – Codice Gara: F011 – Organizzatore: 14°0103.

La quota di iscrizione, per i soli cicloamatori, è fissata in € 20,00 fino a sabato 15 settembre e € 25 domenica 16 settembre, a cui aggiungere il costo del chip di cronometraggio (€ 5,00 da versare in loco). I cicloturisti non tesserati, che prenderanno il via sul percorso non competitivo ad essi dedicato, la tariffa sarà la medesima del percorso agonistico, beneficiando degli stessi servizi. Per tutte le società extraregionali con più di cinque iscritti, il sesto è in omaggio. Simile il trattamento per le società pugliesi: ogni 10 iscritti, l’11° è in omaggio.

«La Società organizzatrice chiede la copia dell’avvenuto pagamento con i nomi dei relativi iscritti da inviare all’indirizzo mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per l’assegnazione del numero – spiegano dal team, sottolineando l’importanza di tale passaggio - del chip per cui richiederà alla consegna del tutto la ricevuta in originale del bollettino postale o del bonifico bancario».

LA CLASSIFICA GENERALE DOPO LA PAUSA ESTIVA – Ancora tutta da scrivere la storia dell’Iron Bike nelle tre classifiche generali in vista del grande sprint finale. Guida la classifica generale della prima fascia (17-39 anni) il portacolori del team Eurobike Giuseppe Belgiovine. Il biscegliese, già vincitore della generale 2018, precede il vincitore 2017 Angelo Bonaventura De Gioia (ASD Leopardi) e il giovanissimo Giuseppe Pastore (Biking Team Cassano). Nella fascia 2 (over 40) Fausto Santarsiero della Cyclonstore.it ha scalzato Maurizio Carrer (Team Eurobike), mentre sul terzo gradino del podio resiste stabilmente Antonio Sforza (Orme Bike Extreme Altamura). Agguerrita come non mai, quindi sicuramente foriera di sorprese, è la competizione femminile, che vede in testa Patrizia Tropiano (UC Rionero il Velocifero) e la sfidante Zeila Ruggiero (Nardelli Sport Total Bike). Sul podio anche Grazia Mazzone (New Bike Andria).