Sab07202019

Aggiornamento:08:11:07

Back Strada In attesa della XX Maremma Cup, a Massa Marittima arriva la nazionale Mtb

In attesa della XX Maremma Cup, a Massa Marittima arriva la nazionale Mtb

Massa Marittima (Grosseto) - La Maremma grossetana si tinge d’azzurro. La nazionale italiana di mtb ha scelto infatti l’affascinante località toscana di Massa Marittima per il “ritiro” di allenamento, programmato dal 17 al 25 febbraio. La scelta del periodo non è casuale, ed infatti le “mens” organizzative della squadra azzurra hanno scelto la settimana di vigilia della XX Maremma Cup Powered by Sram, per scaldare i muscoli in vista soprattutto delle prove di sabato 26 e domenica 27, valevoli per il Grand Prix d’Inverno. Nella zona di Massa Marittima e dintorni si preannuncia dunque un periodo dedicato alla mountain bike d’alto rango, con i campioni azzurri che già la settimana prossima apriranno la stagione outdoor dando libero sfogo ai pedali. Tra i convocati dal direttore tecnico Hubert Pallhuber sono già confermati Mirko Celestino, Massimo Debertolis, Marco Aurelio Fontana, Mike Felderer, Martino Fruet, Tony Longo, Johann Pallhuber e il campione italiano in carica nella Marathon, Johnny Cattaneo, insieme a Michele Casagrande, Cristian Cominelli, Gerhard Kerschbaumer, Giuseppe Lamastra, Samuele Porro, Juri Ragnoli, Johannes Schweiggl, Andrea Tiberi e Maximilian Vieider. A completare la formazione azzurra ci sono le ladies delle due ruote nostrane, ovvero Michela Benzoni, Serena Calvetti, Anna Oberparleiter e Judith Pollinger. Inutile dire che la scelta del territorio maremmano, anche per la sessione di allenamento, è un’ulteriore conferma di un’affinità già largamente testimoniata. Il feeling tra i bikers e le aree di Massa Marittima e dintorni si può toccare con mano nella XX Maremma Cup Powered by Sram, una kermesse che in soli tre anni di vita è balzata al top della mountain bike internazionale. Tanto per cominciare, la gara è da quest’anno inserita nella “Hors Class Category”, un circuito esclusivo di sole quattro prove che distribuisce punti mondiali significativi per il ranking. Ma non è tutto, perché la Maremma Cup Powered by Sram adesso punta al titolo mondiale. Il team organizzatore guidato da Pierluigi Nicolini ha infatti confermato la candidatura della XX Maremma Cup Powered by Sram per i Campionati del Mondo MTB. Per la Toscana sarebbe un vero e proprio ritorno di fiamma, visto che i primi Campionati del Mondo disputati in Italia (e secondi in assoluto) si tennero proprio nella culla del Rinascimento, precisamente nel 1991 nella tenuta del “Ciocco”. Per l’edizione-tris dell’evento grossetano, voluto e sostenuto in particolare dalla Camera di Commercio di Grosseto, il programma è davvero da capogiro, con due week end cardine a fare da richiamo ed una serie di “contorni” ricercati. Si inizia con il già citato fine settimana di febbraio, per chiudere sabato 5 e domenica 6 marzo con la prima prova degli Internazionali d’Italia, dapprima con le categorie giovanili, e successivamente con Junior ed Elite (domenica). Per tutti gli appassionati sono state inoltre preparate delle “gare spettacolo” da distribuire in varie giornate della “10 days” toscana, tutte accompagnate da stands tecnici e gastronomici, perché si sa, la Toscana non è solo terra di bikers ma anche della buona tavola. Una delle peculiarità delle “Short Races” sarà la loro collocazione in diversi centri cittadini, con la possibilità di assaggiare anche una fetta di turismo e di storia di una delle regioni più suggestive della nostra penisola. La prima “short” sarà durante il sabato d’esordio, con collocazione a Massa Marittima, e si prosegue martedì 1 marzo a Porto Santo Stefano, mercoledì 2 a Grosseto e giovedì 3 ad Arcidosso. L’ultima chicca sarà sfornata venerdì 4, quando il giro panoramico sulle cittadine riporterà nuovamente a Massa, e quest’ultimo appuntamento sarà godibile anche in diretta tv, con un’ora dedicata su Rai Sport1. Un ricco programma supportato dalle istituzioni locali, insomma, quello proposto dal gruppo degli organizzatori, una squadra che di certo spicca per passione e preparazione, nella quale si cela anche uno degli inventori dell’oramai celebre evento, lo svizzero Frischknecht, medagliato olimpico ad Atlanta ’96 e per tre volte Campione del Mondo (2 volte nella specialità marathon e una nel cross country). A seguire i passi di cotante padre, alla XX Maremma Cup Powered by Sram sarà in gara, nella categoria Junior, il figlio sedicenne Andri. All’appuntamento manca ormai poco, e per chi proprio non può aspettare l’opening del 26 febbraio, c’è sempre la possibilità di sbirciare gli allenamenti della nostra nazionale. Info: www.maremmacup.com

 

 

Fonte: Ag.