Ven09172021

Aggiornamento:11:30:06

Back Strada Gare Trofeo Unesco 2021, perfetta l’apertura a Fasano

Trofeo Unesco 2021, perfetta l’apertura a Fasano

 

 

È partita in grande stile da Fasano, in particolare dalla sua ciclisticamente famosissima frazione di Pezze di Greco, la seconda edizione del Trofeo Unesco. Il primo di tre appuntamenti che con il fil rouge della bicicletta uniscono tre monumenti dell’Unesco della nostra terra: Matera, Castel del Monte e Alberobello ha vissuto ieri sera l’anteprima in occasione della 1^ Coppa Città di Fasano.

Il vernissage del Trofeo Unesco è stato firmato dalla storica società ASD Narducci Edil Cofano che ha raccolto con entusiasmo l’invito del neonato Consorzio Puglia Bici e Futuro guidato da Tommaso Depalma per estendere alla provincia di Brindisi progetti vulcanici di promozione territoriale e sportiva attraverso la bicicletta.

Così l’impegno messo in campo dalla blasonata società Narducci ha permesso di realizzare, in tempi davvero ristretti cui solo la passione e il saper fare può sopperire, una spettacolare gara “tipo-pista” sulle strade della ridente Pezze di Greco. Attenzione massima alla sicurezza per un percorso altamente tecnico e veloce che prevedeva degli sprint sulla linea del traguardo a intervalli regolari di giri.

Tre le categorie al via (Esordienti M/F, allievi e juniores) e a far onore a tutto il ciclismo pugliese la presenza attiva di Vito Di Tano, due volte campione del mondo di ciclocross e oggi DS di una blasonata società sportiva del settore, che con la consueta fattiva umiltà che lo contraddistingue era silenziosamente al lavoro sul percorso come uno qualunque dei volontari. È in questa sinergia tra passato e presente che si costruisce il futuro ciclistico della regione.

Dal punto di vista agonistico, rompe finalmente il ghiaccio con la Dea Vittoria e si presenta puntualissimo all’appuntamento il Team Bike Terenzi Eurobike: nell’agguerrita categoria juniores è infatti Francesco Borrelli ad aggiudicarsi la 1^ Coppa Città di Fasano dopo un confronto tutto interno al sodalizio appulo-laziale che lo vede avere la meglio dei figli d’arte di casa Carrer, Ivan (2°) e Vittorio (3°). Giusto a un soffio dal podio Andrea Sicuro (Scuola di Ciclismo Tugliese Salentino) e Michele De Palma (Team Bike Terenzi).

Tra gli allievi è il già campione italiano di ciclocross, l’andriese Anthony Montrone (ASD Andria Bike) a totalizzare più punti nelle volate e ad aggiudicarsi la corsa fasanese. Sprinter poderoso, Montrone ha preceduto Francesco Solito (Terra di Puglia), Vittorio Andrea Capogna (Andria Bike), Andrea Masciulli (Terra di Puglia) e Giovanni Caricasulo (Team Bike Martina Franca).

Il vincitore della gara per gli esordienti viene dalla vicina terra dei trulli: è infatti Dario Cammisa, in forze alla 1D+ di Alberobello guidata da Leonardo Piepoli, ad aggiudicarsi gli sprint tra i più giovani partecipanti alla rassegna. Ha preceduto Marco Russo (G.C. Salentino) e Giuseppe Fornelli (Andria Bike ASD), Giusto ai piedi del podio Edoardo Lillo (1D+) e Mattia Zollino (Scuola di Ciclismo Tugliese Salentino). Ottima la prestazione, nella compagine femminile, di Rosmery Marco, a totalizzare una doppietta della 1D+ nella categoria esordienti. Sul podio Francesca D’Amico (Radesca Cycling Team) e Aurora Falabella (Ciclo Team Valnoce). Quarta Chiara Ciliberti (1D+) e quinta Mirella Piarulli (Andria Bike).

Grande la soddisfazione espressa dai membri del Consorzio Puglia Bici e Futuro per l’ottima organizzazione e la grande disponibilità dell’ASD Narducci e per l’accoglienza della Città di Fasano e della sua ciclisticamente illustre frazione Pezze di Greco.

Parole di elogio anche da parte del sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria: «Ringraziamo tutti i partecipanti alla gara e l’Asd Narducci per l’ottima organizzazione dell’evento a Pezze di Greco e tutti i volontari che hanno collaborato. Fasano è orgogliosa di aver inaugurato il Trittico Unesco 2021 e di essere entrata in un circuito che coinvolge altri luoghi meravigliosi di Puglia e non solo. Il Trittico è la naturale prosecuzione del progetto che a giugno ha portato il campionato italiano donne élite nel territorio di Costa dei trulli e che, in un binomio perfetto di sport e turismo che mira ad avere presto una tappa del Giro d’Italia. Queste iniziative sono l’applicazione pratica di un concetto in cui crediamo fortemente: la bici è volano perfetto di sviluppo turistico per i nostri luoghi più belli in una formula innovativa che, attraverso piste ciclabili, bike sharing, nuova mobilità propone una visione più moderna della nostra Puglia e che la rende ancora più accattivante».

Il primo passo, anzi il primo colpo di pedale, è fatto. Con la 1^ Coppa Città di Fasano si è aperta una vetrina sportiva e agonistica di altissimo livello, ma anche un robusto volano di sviluppo per quella green economy in chiave Pugliese e Lucana che ha nella bicicletta e nella congiunzione sostenibile tra poli attrattivi il suo grande punto di forza.

Il Trittico Trofeo Unesco 2021, circuito sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana per le categorie esordienti, allievi e juniores, continuerà tra un mese esatto: sabato 9 ottobre con l’inedita cavalcata tra Matera e Castel del Monte dedicata alla categoria juniores, mentre nella stessa data esordienti ed allievi partiranno dalla Città Federiciana di Andria per raggiungere l’ottagono più famoso al mondo.

Chiusura in grande stile domenica 10 ottobre con la Noci-Alberobello, per tornare a far capolino in quella Costa dei Trulli (di cui proprio Fasano e Alberobello sono i fondatori, insieme a Monopoli) che ha dimostrato al mondo intero di essere già pronta per ospitare i più grandi eventi del calendario internazionale.

Otto le società protagoniste di questo miracolo sportivo e organizzativo, alcune parte integranti del Consorzio Puglia Bici e Futuro: Scuola di Ciclismo Franco Ballerini - M&M Bike Andria - Spes Alberobello - 1D+ - Team Eurobike Corato - GS Patruno Canosa - e altre attualmente pur non facendo parte si sono messe a disposizione per un vero lavoro di squadra, come Polisportiva Re-Cycling Bernalda ASD Narducci Edil Cofano in rappresentanza di un vasto territorio e ben 5 città: Fasano, Matera, Andria, Noci, Alberobello, due regioni (Puglia e Basilicata) e quattro province (Brindisi, Bari, BAT, Matera).

Il secondo appuntamento sarà l’inedita cavalcata tra Matera e Castel del Monte (sabato 9 ottobre) dedicata alla categoria juniores, mentre nella stessa data esordienti ed allievi partiranno dalla Città Federiciana di Andria per raggiungere l’ottagono più famoso al mondo.

Chiusura in grande stile domenica 10 ottobre con la Noci-Alberobello, per tornare a far capolino in quella Costa dei Trulli (di cui proprio Fasano e Alberobello sono i fondatori, insieme a Monopoli) che ha dimostrato al mondo intero di essere già pronta per ospitare i più grandi eventi del calendario internazionale.