Mer10202021

Aggiornamento:08:46:09

Back Strada Gare Tre Valli Varesine Women's Race: la cubana Arlenis Sierra firma la prima edizione

Tre Valli Varesine Women's Race: la cubana Arlenis Sierra firma la prima edizione

Arlenis Sierra vince la prima Tre Valli Varesine Women's Race

 

 

La cubana Arlenis Sierra (A.R. Monex Women’s Pro Cycling Team) ha vinto la prima edizione della storia della Tre Valli Varesine Women’s Race superando, al termine di uno sprint ristretto, la campionessa di Spagna Mavi Garcia (Alé BTC Ljubljana) e l’australiana Rachel Neylan (Parkhotel Valkenburg), rispettivamente seconda e terza.

Partenza da Busto Arsizio, sede della Eolo, da percorrere 85,4 km con 71 atlete al via. Dopo una serie di attacchi e di scaramucce iniziali, la corsa entra nel vivo quando iniziano i quattro giri finali del ciruito di Varese. Particolarmente attiva è la russa Anastasiia Chursina (Alé BTC Ljubljana) che prima ci prova da sola, poi in tandem con l’italiana Nadia Quagliotto (BePink).

Annullati questi tentativi, nel finale, sotto l’impulso di Sierra e Garcia si forma al comando un drappello di sei atlete che decide la corsa. Ne fanno parte appunto Mavi Garcia (Alé BTC Ljubljana), Rachel Neylan (Parkhotel Valkenburg), Arlenis Sierra (A.R. Monex Women’s Pro Cycling Team), Barbara Malcotti (Valcar – Travel & Service), Katia Ragusa (A.R. Monex Women’s Pro Cycling Team) e Nadia Quagliotto (Bepink).

All’inizio dell’ultimo giro si staccano Ragusa e Quagliotto, poi la prima riesce a rientrare sulla testa della corsa, mentre Quagliotto getta la spugna e viene riassorbita dal gruppo. Nel finale è la Neyland a riaccendere la miccia e a portare via un terzetto che comprende anche Garcia e Sierra. È l’azione decisiva: le tre arrivano al traguardo e si contendono il successo in volata dove la 28enne cubana Arlenis Sierra fa valere il suo migliore spunto veloce davanti a Garcia e Neylan. Quarta e migliore delle italiane Barbara Macotti (Valcar – Travel & Service).

ORDINE D’ARRIVO:

1 Arlenis Sierra Canadilla (Cub) A.R. Monex Women’s Pro Cycling Team 2:27:14
2 Mavi Garcia (Spa) Alé BTC Ljubljana
3 Rachel Neylan (Aus) Women Cycling Sport
4 Barbara Malcotti (Ita) Valcar-Travel & Service 0:00:27
5 Silvia Magri (Ita) Valcar-Travel & Service 0:01:00
6 Nina Buijsman (Ned) Parkhotel Valkenburg
7 Eleonora Camilla Gasparrini (Ita) Valcar-Travel & Service
8 Maria Vittoria Sperotto (Ita) A.R. Monex Women’s Pro Cycling Team
9 Rasa Leleivyte (Ltu) Aromitalia Basso Bikes Vaiano
10 Katia Ragusa (Ita) A.R. Monex Women’s Pro Cycling Team

Giorgio Torre - BICITV

 

 

VALCAR

Grande soddisfazione in casa Valcar – Travel & Service per gli ottimi piazzamenti di tre atlete nella Top Ten della Tre Valli Varesine Women’s Race. A firmare questi prestigiosi risultati sono Barbara Malcotti, Silvia Magri e Eleonora Gasparrini che sono arrivate rispettivamente in quarta, quinta e settima posizione. Le tre atlete in maglia fucsia dirette da Enrico Campolunghi sono state anche le migliori italiane nella prima edizione al femminile di una grande classica del calendario professionistico italiano come la Tre Valli Varesine. La cronaca di gara racconta di un grande dinamismo delle ragazze della Valcar – Travel & Service che si fanno trovare pronte nei momenti cruciali della gara. In particolare è Barbara Malcotti a rimanere nel gruppo di testa insieme Mavi Garcia, Neylan, Sierra, Ragusa e Quagliotto e poi successivamente nel quartetto insieme a Neylan, Sierra e Mavi Garcia. Nel finale però la Malcotti perde contatto e arriva a 27 secondi dalla vincitrice Arlenis Sierra. Dietro Silvia Magri e Eleonora Gasparrini arrivano ad un minuto di ritardo. Al termine della gara c’è anche l’occasione di festeggiare Silvia Pollicini che oggi ha gareggiato per l’ultima volta nella sua carriera nella gara di casa.

 

ALÉ BTC LJUBLJANA

La campionessa di Spagna Mavi Garcia porta il team Alé BTC Ljubljana ancora sul podio. Oggi si è classificata al secondo posto nella storica prima edizione della Tre Valli Varesine Women’s Race che si è corsa oggi sulla distanza di 85,4 km da Busto Arsizio a Varese, sullo stesso traguardo della classica maschile. La spagnola, al termine di uno sprint ristretto, è stata battuta solo dalla veloce cubana Arlenis Sierra della A.R. Monex Pro Cycling Team. Terzo posto per l’australiana Rachel Neylan (Parkhotel Valkenburg). Particolarmente attiva durante la giornata è stata la russa Anastasiia Chursina che ha provato a vivacizzare la corsa con un paio di interessanti attacchi. Prima ci ha provato da sola, poi, una volta ripresa, è andata di nuovo all’attacco in compagnia della veneta Nadia Quagliotto della Bepink. Anche quest’ultimo tentativo non ha avuto molta fortuna. Negli ultimi due giri del circuito finale di Varese, anche grazie all’iniziativa di Mavi Garcia è nata l’azione decisiva: prima se ne sono andate in sei, poi sono rimaste in cinque e alla fine solamente in tre. Sierra, Garcia e Neylan che sono arrivate al traguardo a contendersi la vittoria in volata. La Garcia ci ha provato, ma nulla ha potuto nei confronti del miglior spunto veloce della cubana Sierra. Questo il commento di Mavi Garcia dopo il traguardo: “Siamo le stesse ragazze che siamo salite sul podio sabato scorso al Giro dell’Emilia, ci siamo solo cambiate di posto – sorride –. Anche oggi è stata una gara dura, anche per la pioggia che un po’ mi ha penalizzata. Mi sentivo bene, ma nel finale ho capito che le gambe non erano le stesse di qualche giorno fa. Ho fatto tutto quello che potevo, anche in volata, ma non sono andata oltre il secondo posto. Sono comunque contenta, perché abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare e non abbiamo rimpianti. Prima ci ha provato la mia compagna Chursina e poi nel finale io mi sono giocata le mie carte”.

 

A.R. MONEX LIV WOMEN'S PRO CYCLING TEAM

È terminata nel migliore dei modi la stagione 2021 della A.R. Monex Liv Women's Pro Cycling Team: nell'ultima gara in programma a livello di squadra, la Tre Valli Varesine, è infatti arrivata un'altra splendida vittoria a firma di Arlenis Sierra che mette la ciliegina sulla torta al termine di un mese e mezzo di gare davvero esaltante caratterizzato da cinque vittorie, un secondo ed un terzo posto ed il podio sfiorato al Campionato del Mondo di Leuven. «Davvero non mi aspettavo un finale di stagione così - ha raccontato Arlenis Sierra - ed è stato tutto molto superiore alle mie aspettative. Nelle ultime gare tutto ha girato per il verso giusto e sono felice di questi ottimi risultati, per me, per la squadra e per tutti coloro che mi stanno vicino». Ed il successo di oggi è arrivato in una corsa che ha fatto la storia del ciclismo non solo italiano: la Tre Valli Varesine maschile ha toccato proprio oggi il prestigioso traguardo delle 100 edizioni disputate e per l'occasione gli organizzatori della Società Ciclistica Alfredo Binda hanno deciso di proporre per la prima volta anche una corsa femminile internazionale. La corsa è partita da Busto Arsizio a dopo circa 46 chilometri, con la salita di Morazzone, è giunta a Varese: qui è iniziato un circuito di 11.7 chilometri da ripetere quattro volte con il breve strappo di Via Montello e la salita verso Piazzale della Liberta per un totale di 92.4 chilometri. All'ultimo giro erano rimaste davanti in 6 tra cui Arlenis Sierra e Katia Ragusa, poi nel finale si è formato il terzetto che ha deciso la corsa: la campionessa cubana si è imposta nettamente allo sprint davanti alle stesse atlete che l'avevano accompagnata sul podio al Giro dell'Emilia. Per la A.R. Monex Liv Women's Pro Cycling Team sono arrivati anche l'ottavo posto di Maria Vittoria Sperotto ed il decimo di Katia Ragusa a coronamento di una bella prova di squadra.