Mar06182024

Aggiornamento:11:12:51

Back Strada Gare Bastianelli, Confalonieri e Guazzini: podio tutto azzurro al Gran Premio Le Samyn des Dames

Bastianelli, Confalonieri e Guazzini: podio tutto azzurro al Gran Premio Le Samyn des Dames

 

Marta Bastianelli ha vinto con autorità oggi la semiclassica belga Le Samyn des Dames (1.1) da Quaregnon a Dour (99.4 km). Prima vittoria della stagione in Europa per UAE Team ADQ che fa il paio con il successo arrivato domenica scorsa con Safiya Alsayegh nel Campionato Nazionale UAE a cronometro.

Terzo podio su tre gare in Belgio per la 35enne italiana Bastianelli (terza sabato alla Omloop Het Nieuswbland, seconda domenica alla Omloop van het Hagelend e finalmente prima quest’oggi).

Oggi gli sforzi di tutta la squadra sono stati premiati dalla splendida vittoria di Marta Bastianelli. Era nell'aria dopo le positive prestazioni delle precedenti gare e oggi la vittoria le ragazze sono andate a prendersela con testa, gambe e cuore.

Chiara ConsonniLizzie HoldenEleonora GasparriniLaura TomasiKarolina Kumiega ed Alena Ivanchenko con Batianelli anche oggi sono state impeccabili nel loro lavoro. Sempre vigili nella parte frontale del gruppo. In passaggi sul pavé, gli strappi ed il vento hanno selezionato il gruppo e diverse delle nostre atlete sono rimaste davanti.

 



Sull’ultima breve salita della gara, ha accelerato decisa Marta Bastianelli è ha aperto un gap. Sulla sua ruota si è portata solamente Maria Giulia Confalonieri (Uno X). Le due hanno incrementato il loro vantaggio, Bastianelli ha usato tutta la sua esperienza e negli ultimi 150 metri ha superato in volata la connazionale. Alle loro spalle con un ritardo di 9 secondi il gruppo regolato da Vittoria Guazzini (FDJ Suez). 

Marta Bastianelli dopo l’arrivo ha detto: “Il Belgio è la mia seconda casa. Oggi ci tenevamo come squadra a fare un bel risultato. La giornata è stata dura per me perché non sono stata bene negli ultimi giorni ma abbiamo applicato alla perfezione il piano della squadra e abbiamo raggiunto la vittoria. In caso di arrivo allo sprint dovevamo lavorare per Chiara Consonni. E io ero libera di provarci da lontano sull’ultima sezione in pavé. Ho colto il momento giusto, Confalonieri mi ha seguito e insieme siamo andate fino all’arrivo. Mi scuso con Maria Giulia se non l’ho aiutata troppo nel finale, ma non sapevo bene quanto fosse il gap e cosa succedesse alle mie spalle. Quando ho capito che ce l’avevamo fatta ho dato il massimo allo sprint e sono felice di questa vittoria per me e per il team. Una vittoria importante per il morale. Questa era una gara difficile da gestire, con freddo e che arrivava dopo giornate molto impegnative ed il risultato non è mai scontato. Ci sono state delle situazioni difficili, ma alla fine siamo state brave a gestirle, non ci siamo mai perse d’animo e abbiamo guadagnato la vittoria ripagando anche lo splendido lavoro di tutto il nostro staff”.

Maria Giulia Confalonieri: "Io e Marta abbiamo fatto una bella azione, abbiamo aspettato molto a lanciare la volate e quando siamo partite Marta avendo tirato meno aveva più gambe di me ed ha vinto. Le gare in bici sono così. Sono felice di come sono andata ma mi spiace un po’ non aver vinto, prendo la parte buona della cosa e guardo avanti. Credo che possiamo essere orgogliose anche di ciò che abbiamo fatto come squadra".

Photo Credits: Sprint Cycling Agency