Gio05232024

Aggiornamento:10:58:00

Back Strada Gare Giro d'Italia 106: il volo di Buitrago alle Tre Cime di Lavaredo, Thomas ancora in Rosa

Giro d'Italia 106: il volo di Buitrago alle Tre Cime di Lavaredo, Thomas ancora in Rosa

 

 

Seconda vittoria colombiana al Giro d'Italia 106 grazie a Santiago Buitrago che bissa il successo conquistato nel 2022 a Lavarone imponendosi nella Longarone-Tre Cime di Lavaredo (Rif. Auronzo), vera e propria tappa regina di questa edizione. Buitrago ha vinto al termine di una fuga di 126 km, nata in una prima parte di corsa in cui si sono succeduti numerosi attacchi. Dai quindici corridori che facevano parte della testa della corsa è evaso all'imbocco dell'ascesa finale, valevole come Cima Coppi, Derek Gee. Il canadese, grande protagonista di questa edizione, nulla poteva al ritorno di Buitrago che lo sopravanzava ai 1500 metri dall'arrivo. Tardiva la reazione del gruppo dei big con il duello tra Primoz Roglic e Geraint Thomas che si è risolto a favore dello sloveno, che con un forcing nel finale ha rosicchiato 3" sulla Maglia Rosa e 23" su Joao Almeida. Damiano Caruso, arrivato nel drappello Almeida, risale in quarta posizione scavalcando Eddie Dunbar. Domani la sfida finale nell'inedito scenario del Monte Lussari, giudice finale di un Giro d'Italia ancora apertissimo che vede Thomas in testa con 26" su Roglic e 59" su Almeida. Il primo corridore a partire sarà Nicolas Dalla Valle alle 11:30. La Maglia Rosa di Geraint Thomas prenderà il via alle 17:14.

DOWNLOAD

 



RISULTATO DI TAPPA
1 - Santiago Buitrago Sanchez (Bahrain - Victorious) - 183 km in 5h28’07’’
2 - Derek Gee (Israel - PremierTech) a 51"
3 - Magnus Cort Nielsen (EF Education-EasyPost) a 1'46"
4 - Primož Roglič (Jumbo-Visma) s.t.
5 - Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) a 1'49"


CLASSIFICA GENERALE
1 - Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) 
2 - Primož Roglič (Jumbo-Visma) a 26"
3 - João Pedro Gonçalves Almeida (UAE Team Emirates) a 59"
4 - Damiano Caruso (Bahrain - Victorious) a 4'11"
5 - Eddie Dunbar (Team Jayco AlUla) a 4'53"

LE MAGLIE UFFICIALI
Le Maglie di leader del Giro d’Italia sono disegnate da CASTELLI con tessuti riciclati prodotti da SITIP.

  • Maglia Rosa, leader della Classifica Generale, sponsorizzata da Enel - Geraint Thomas (Ineos Grenadiers)
  • Maglia Ciclamino, leader della Classifica a Punti, sponsorizzata da Agenzia ICE con il brand Madeinitaly.gov.it - Jonathan Milan (Bahrain - Victorious)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Thibaut Pinot (Groupama - FDJ)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica Giovani, sponsorizzata da Intimissimi Uomo - João Pedro Gonçalves Almeida (UAE Team Emirates)

Photo Credits: LaPresse

STATISTICHE

  • Seconda vittoria al Giro per Santiago Buitrago dopo Lavarone 2022, quando diventò il colombiano più giovane a vincere una tappa (22 anni 7 mesi 29 giorni).
  • Due le vittorie colombiane sulle Tre Cime: Lucho Herrera 34 anni fa (1989), Santiago Buitrago oggi. In questa edizione è il secondo successo dei "cafeteros" dopo Einer Rubio a Crans Montana.
  • Ancora un secondo posto per il Canada, il 10° nella storia del Giro, il 4° per Gee in questa edizione. Il Canada non ha mai vinto una frazione nella Corsa Rosa.



CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa Santiago Buitrago Sanchez ha dichiarato in conferenza stampa: "Le Tre Cime di Lavaredo erano la tappa più importante di questo Giro. Vincere qui da solo è fantastico dopo le difficoltà che ho avuto durante la corsa. Sapevo di avere le gambe per vincere, ma è stato difficile capire cosa stesse facendo il gruppo dietro. Ho lavorato molto prima del Giro, sto migliorando e spero che un giorno sarò in grado di lottare per la classifica generale in una corsa di tre settimane."
(Santiago Buitrago con la targa destinata al primo corridore in vetta alla "Cima Coppi")
La Maglia Rosa Geraint Thomas ha detto: "È stata una giornata dura in cui ancora una volta i ragazzi hanno corso molto bene. Ci aspettavamo che UAE o Jumbo provassero a vincere la tappa ma non si sono organizzati in tempo per inseguire la fuga. Quando mancavano 400 metri all'arrivo, mi sono reso conto che ero partito troppo presto ma, nonostante abbia perso qualcosa da Primoz, sono contento di aver guadagnato tempo su Joao. Incrocio le dita per domani. Credo che sia una prova più adatta a me rispetto ad oggi. Mi concentrerò su me stesso e darò il massimo per portare a casa la Maglia Rosa."

 

 

 

GREEN PROJECT BARDIANI-CSF FAIZANÈ: GIRO D’ITALIA, 19° TAPPA, DAVIDE GABBURO NELLA FUGA DI GIORNATA

130 km di fuga per Gabburo nella tappa regina del Giro d’Italia. Ripreso a 2km dall’arrivo dal gruppo maglia rosa. Protagonista Davide Gabburo in questa 19° frazione della corsa rosa, caparbio nel ricongiungersi col gruppo dei fuggitivi al km 49. Sempre attivo il corridore veneto, secondo nello sprint per il GPM di Valparola, preceduto dal canadese Derek Gee. Gabburo viene ripreso dal gruppo maglia rosa sulla salita finale delle Tre Cime di Lavaredo, a 2 km dall’arrivo. Chiude la tappa in 26° posizione.

Le parole di Gabburo: “Ho cercato questa fuga con testa e gambe, con le ultime energie rimaste nel serbatoio in questa terza settimana. Sono riuscito ad entrare nella fuga di giornata, è stata dura perché è partita dopo 40 km, con diversi corridori di spessore nel drappello. A partire dalla terzultima salita, il gruppo della maglia rosa ha iniziato a recuperare lo svantaggio. Siamo rimasti in dieci. Ho affrontato l’ultima salita, ma è stata durissima. Il gruppo maglia rosa mi ha ripreso a 2 km dalla fine. Sono comunque contento di questa terza settimana e spero di arrivare a Roma.”