Lun04152024

Aggiornamento:06:40:39

Back Strada Presentazioni Da Ponte San Marco a San Felice del Benaco l'edizione 100 della Coppa San Geo

Da Ponte San Marco a San Felice del Benaco l'edizione 100 della Coppa San Geo

 

 

Il gran pavese da tempo innalzato a Ponte San Marco, San Felice del Benaco e i comuni interessati alla 100/a Coppa San Geo-54° Trofeo Caduti Soprazocco-Memorial Giancarlo Otelli-Attilio Necchini, farà da sfondo alla corsa di apertura del ciclismo dilettantistico nazionale che si corre domani con partenza alle ore 12,30 e arrivo dopo circa quattro ore e 157,700 chilometri. Sono 190 i corridori che cercheranno di inserire il loro nome nell’albo d’oro subito dopo Davide Persico, ora professionista, il quale negli ultimi tre anni ha conquistato altrettanti podi: 1° nel 2021 a San Vito di Bedizzole, 2° nel 2022 a San Felice del Benaco, nuovamente 1° sullo stesso traguardo un anno fa. L’Italbici affronta questo appuntamento con le carte in regola per ben figurare. Affida le proprie speranze di successo ai corridori di ben 28 delle formazion al via. Numeri alla mano il successo non dovrebbe sfuggire agli azzurri. Ma fare il pronostico nell’ouverture è esercizio quantomai difficile, anche perché non è dato sapere quanti chilometri abbiano nelle gambe i partecipanti. Che detto per inciso sono comunque abbastanza allenati perché la stragrande maggioranza ha già disputato alcune corse e sostenuto allenamenti in Spagna e sul Garda. L’Ukraina Academy, gli svizzeri del Vc Mendrisio e del Cln Wiawis, gli ungheresi del team Kargag sono però intenzionati a dare battaglia, per cui colui che salirà sul gradino più alto del podio dovrà tenerne conto e cercare di mettere la sua ruota davanti ai 24 stranieri in forza ai club elencati ed agli stranieri in gara pe ri club italiani. Il percorso è certamente adatto ai passisti-veloci anche se dovranno mettersi alle spalle le cinque ascese delle Zette e le sei del Cisano. Quello di domani è certamente un test probante e dopo tanta attesa la parola sta per passare giustamente a loro, ai corridori, che da sempre sanno entusiasmare il pubblico, atteso numeroso sulle strade percorse dalla gara. Le previsioni meteo annunciano cielo nuvoloso con possibilità di pioggia. Non intensa come quella degli ultimi due giorni. Comunque sia la “prima” della stagione è pronta a regalare spettacolo: percorso, panorama e protagonisti lo assicurano in partenza.