Dom04142024

Aggiornamento:09:19:45

Back L'altro pedale Giovani Trofeo Anspi - Giornata della Bici Rosa: ad Osimo Stazione vincono Barbieri, Radu e Montefiori

Trofeo Anspi - Giornata della Bici Rosa: ad Osimo Stazione vincono Barbieri, Radu e Montefiori

 

 

Due volate di gruppo selezionato, che, sul Muro dell'Abbadia, incoronano la diciottenne junior modenese Rachele Barbieri (Fenice Ladies Team) e la quattordicenne esordiente di scuola umbra, Alessia Radu (Team Cycling Città di Castello).

Due imprenditorialidonne allieve sole al comando: l'imolese Francesca Montefiori (d'oro per i colori del Re Artù Factory Team) ed Emilia Matteoli (d'argento a beneficio del pisano San Miniato Ciclismo) 
Tre suonatrici di chitarra: le vincitrici dei tre traguardi volanti con in palio l'ambito strumento musicale, Marzia Salton Basei, le stesse Radu e Matteoli. 
Una regina della montagna: la junior Katia Ragusa (Eurotarget Still Bike).
Un successo organizzativo unico, con immediato consenso ottenuto dal Trofeo Dentalcom, frutto del mecenatismo dell'omonima società cooperativa odontoiatrica gestita dal dottor Giovanni Dall'Armellina, con sede a Osimo in via Alessandro Volta – Aspio. 
Una raffinata ospitalità (addirittura "esagerata", come chiosa, ammirato, il direttore di Ciclismo in Rosa, Carlo Ottolina).
A Osimo Stazione torna con l'autorevolezza di sempre il Trofeo Anspi - Giornata della Bici Rosa.
La classica nazionale del ciclismo femminile perviene alla 24^ edizione per l'organizzazione del Gruppo Ciclistico Osimo Stazione presieduto da Severino Antonella, con l'alto patrocinio del Comune di Osimo e della Regione Marche.
Già si parla di nozze d'argento, da celebrare nel 2016.


La locale scuderia rossoblù gestita dall'ammiraglio Enrico Ciavattini non tradisce sulle strade amiche, agendo, reagendo e indossando tre maglie (due regionali, vestite dall'élite Costanza Lucchetti e dalla tredicenne esordiente Ilenia Fiscarelli, e una provinciale anconetana, indossata dalla junior Francesca Recchia).
Le altre atlete marchigiane che conquistano i titoli sono l'allieva quindicenne Chiara Volpi e la quattordicenne esordiente Sofia Giorgini (per la doppietta del nerogiallo O.P. Bike – Porto S.Elpidio).
La manifestazione si traduce sin dal primo mattino in evento, che ha il proprio punto di riferimento nell'Oratorio Circolo Sociale ANSPI, sede dei ritrovi, delle partenze, delle premiazioni e del tradizionale Convivivo delle Amazzoni (all'insegna della cultura dell'accoglienza e delle tipicità enogastronimoche locali).
Sullo sfondo è il prestigioso albo d'oro: le amazzoni salite ai piani alti dell'Anspi-Giornata Rosa hanno vestito l'iride e conquistato il podio olimpico. 
Peccato: le cadute. 
Alle migliori atlete e scuderie vanno i Trofei Bios Center, P.&G.,Adriatica Coperture e le Coppe Paolucci - bottega della carne, Antonella Impianti, GI-ESSE abbigliamento ciclismo, GI-ESSE abbigliamento ciclismo.
Il 3° Memorial Giacomo Montrasio rende omaggio alla figura dell'entusiasta promotore delle due ruote femminili, prematuramente scomparso. 
I tracciati sono fluidi per tutte le categorie (con il valore aggiunto del doppio scoglio nel finale per la corsa delle ‘maggiori').
Le strisce d'arrivo vengono disegnate al culmine del breve Muro di via Abbadia.



CRONACA

Juniores – under 20 ad aprire il denso programma. 
Gara accesa sui quasi 77 km.
Chiusura allo sprint.
Rachele Barbieri regola Sofia Bertizzolo, vicecampionessa mondiale, campionessa europea e tricolore in carica.
Bronzo a Silvia Persico.
Seguono Giulia Nanni e Chantal Mancini (prima marchigiana, in casacca Raven Team – S.Severino Marche).
Esordienti fieramente in sella sul tracciato di km 34. 
Il testa a testa è incertissimo.
Il fotofinish decreta: corona assoluta ad Alessia Radu (Team Cicling Città di Castello), argento open a Milena Del Sarto (Ciclistica Miniato Santa Croce - leader esordienti primo anno).
Bronzo a Sofia Collinelli.
Le allieve circuitano per km 47,600.
Al km 16 sono già padrone indiscusse Francesca Montefiori (Re Artù Factory Team) ed Emilia Matteoli (San Miniato Ciclismo).
Dopo aver scavato il solco di 2'30", chiudono nell'ordine.
La volata delle inseguitrici è appannaggio della laziale Giada Capobianchi (in forza alla piemontese Cicli Fiorin Cycling Team, scuderia di Ciriè a cui va il premio speciale destinato al sodalizio proveniente da più lontano: 580 km).
Quarta piazza a Sofia Fattori su Ilaria Biondi e Chiara Volpi.
Su Tvrs: in Giovedì Ciclismo delle 22,30 (canale 11) 
e nel contenitore Sulle Strade del venerdì (alle 20,10 – canale 111).

Umberto Martinelli