Gio04022020

Aggiornamento:09:33:35

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 3 febbraio 2020

News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 3 febbraio 2020

 

 

ANDRONI SIDERMEC - VUELTA SAN JUAN

Chiusura in bello stile per l’Androni Giocattoli Sidermec alla Vuelta a San Juan. Nella settima e ultima tappa (San Juan-San Juan di 141,3 chilometri) della corsa argentina è arrivato l’ennesimo piazzamento di Manuel Belletti.

Il velocista romagnolo nello sprint conclusivo ha chiuso quarto, dovendosi inchinare solo a Fernando Gaviria, il vincitore, Peter Sagan e Alvaro Hodeg, tre big delle volate. Belletti, secondo nella prima frazione, si è messo alle spalle Hofstetter, Barbier, Appollonio, Mora, Soto e Benfatto. In classifica generale (si è imposto il belga Evenepoel) per i campioni d’Italia ha terminato al quinto posto Miguel Florez, il vincitore all’Alto de Colorado.

 

 

 

TEAM BELTRAMI TSA MARCHIOL - ETOILE DES BESSEGES

È ormai arrivato il momento del debutto stagionale per il Team Beltrami TSA – Marchiol: la formazione Continental veneto-emiliana da mercoledì a domenica (5 - 9 febbraio) sarà l’unica italiana al via dell’Etoile de Bessèges, nel sud-ovest della Francia, prima gara a tappe del calendario europeo (in contemporanea con la Vuelta Valenciana). Alla competizione prenderanno parte venti squadre, fra cui sei World Team e otto Professional. Ognuna con sette atleti al via. Il Team Beltrami TSA – Marchiol schiererà alla partenza i bolognesi Gregorio Ferri (classe ’97) e Massimo Orlandi (’98), il parmense Thomas Pesenti, lo slovacco Matus Stocek (entrambi del ’99), il ravennate Filippo Baroncini, il pavese Nicolò Parisini e il vicentino Marco Grendene (tutti e tre del 2000). La formazione diretta da Orlando Maini e Roberto Miodini sarà la più giovane, per età media, fra quelle in gara. La gara prevede cinque frazioni, quattro in linea (di cui le prime tre dal percorso mosso e la quarta con arrivo in salita) più una crono individuale di 11 chilometri nella giornata conclusiva. “Il momento del debutto stagionale è sempre particolarmente emozionante – commenta il team manager Stefano Chiari -. Partiamo da una gara di grande prestigio, il modo migliore per “battezzare” il nuovo sodalizio con Marchiol, che quest’anno ha rafforzato il nostro progetto incentrato sui giovani e sul loro graduale inserimento nel mondo del professionismo. È in questa maniera che un talento cresce, misurandosi e abituandosi a certi livelli. Abbiamo ampliato la squadra, portandola a sedici elementi, con tanti volti nuovi ma anche uno zoccolo duro della passata stagione. Fin dai primi ritiri ho notato un gruppo giù molto affiatato, dove non mancano entusiasmo e voglia di fare bene. Stiamo lavorando nella direzione giusta”.
LE TAPPE:
Mercoledì 5 febbraio, 1^ tappa: Bellegarde - Bellegarde (139 km)
Giovedì 6 febbraio, 2^ tappa: Milhaud - Poulx (158 km)
Venerdì 7 febbraio, 3^ tappa: Bessèges - Bessèges (162 km)
Sabato 8 febbraio, 4^ tappa: Le Pont du Gard - Le Mont Bouquet (139.7k)
Domenica 9 febbraio, 5^ tappa: Alès – Alès, crono individuale (10.9 km)

 

 

CICLOSTORICA FIRENZE - PISTOIA

Le auto e moto d’epoca a fare da scorta grazie a Bruno Tosi, le staffette del Gruppo Motociclisti Pistoiesi e la polizia stradale, dietro ai quali ecco le bici antiche (1870-1910), con i partecipanti in abbigliamento d’epoca, quindi i campioni di ciclismo ed infine a chiudere gli appassionati che vanno in bici tutti i giorni o quasi. Un gruppo dai cento colori, con bici antiche e moderne, che ha pedalato lungo la strada regionale 66 da Firenze a Pistoia rievocando la prima gara ciclistica svoltasi in Italia a 150 anni di distanza e proprio nella stesso giorno, il 2 febbraio 1870. E’ stato un bel successo, al quale anche le condizioni climatiche hanno concesso una tregua, e tale da invogliare gli organizzatori a riproporre questa “classica” anche in futuro. Al ritrovo di partenza nel Piazzale delle Cascine a Firenze, e dopo l’apposizione di una targa in Largo Porta Leopolda a ricordare l’evento e il luogo da dove prese il via la Firenze-Pistoia nel 1870 (erano presenti il presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani e l’assessore allo sport del Comune di Firenze Cosimo Guccione), 120 i partecipanti ai quali si sono aggiunti altri amanti del pedale lungo la strada. In prima fila un agguerrito gruppo francese con bici d’epoca pesantissime che nel novembre scorso ha dato vita alla Parigi-Rouen, prima gara ciclistica al mondo, dietro ex campioni del pedale come Poggiali, Simoni, Giovannetti, Giordani, Della Santa, Bartalini, Biasci, Arzilli, Daddi ed altri. Nel gruppo di testa in bella evidenza anche eleganti signore, e con una bici da passeggio anche la delegata pistoiese del Coni Vittoriana Gariboldi. Una passerella che ha suscitato lungo il percorso curiosità e interesse e numerosi sono stati coloro che volentieri sono usciti di casa per assistere al passaggio della carovana che ha raggiunto il piazzale antistante la Conad in via Fiorentina. Ad accogliere i partecipanti il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi e l’assessore allo sport Gabriele Magni. Poi tutti in Piazza del Duomo accolti dalla banda musicale Pietro Borgognoni così come avvenne 150 anni fa. Premiazioni, foto, selfie, rinfresco e per finire il convegno sui 150 anni di ciclismo in Italia. Non è mancato veramente nulla a questa bella e festosa manifestazione e gli organizzatori meritano i complimenti.

Antonio Mannori - FCI Toscana

 

 

COPPA DEL MONDO SUPERCROSS BMX

Si è conclusa la prima tappa della Coppa del Mondo Supercross di BMX racing, in programma a Shepparton, in Australia. Per la Nazionale Italiana presenti Federico De Vecchi, Giacomo Fantoni, Mattia Furlan, Giacomo Gargaglia, Martti Sciortino e Michele Tomizioli. Il miglior risultato è quello di Sciortino, che è uscito agli ottavi di finale. Gli altri si sono fermati ai sedicesimi. La prova è stata caratterizzata dal gran caldo e dall'umidità (in Australia è piena estate). "In generale i ragazzi hanno girato bene dal primo giorno che siamo entrati in pista - ha commentato il Tecnico Tommaso Lupi -. Credo proprio che il gruppo di atleti in questa stagione stia migliorando notevolmente. Non è però bastato per portare a casa il risultato che avremmo voluto. Tutti a parte Sciortino, che è entrato negli ottavi, si sono fermati ai sedicesimi. Furlan per crampi, Tomizioli è rimasto coinvolto in una caduta di gruppo, De Vecchi si è sganciato al Last Chance. Gargaglia ha commesso qualche errore di troppo e mi ha confidato, al termine, che non è riuscito ad entrare in gara. Fantoni è partito bene ma ha commesso un errore tattico nella prima curva. È l’ennesima conferma - conclude Lupi - che non c’è praticamente margine di errore in una Coppa del Mondo. In generale alcuni degli azzurri hanno sentito molto la pressione della prima gara della stagione. Vediamo domani." La prima prova è stata vinta da Anthony Dean, davanti a Romain Mahieu e David Graf. Tra le donne successo di Saya Sakakibara davanti a Alise Willoughby e Laura Smulders.

 

 

 

SANGEMINI TREVIGIANI MG K VIS VPM

In attesa di esordire in corsa, la Sangemini Trevigiani Mg.Kvis VPM domani, si ritrova a Latina Scalo, presso l’Hotel Excelsior, per un nuovo ritiro collegiale. Con i quindici corridori in organico della squadra Continental, ci saranno i direttori sportivi, meccanici e massaggiatori: gli atleti si alleneranno fino a domenica 9 febbraio al fine di preparare al meglio i primi appuntamenti agonistici, e in primis il debutto sulle strade del Trofeo Laigueglia (16 febbraio).

La stagione è oramai alle porte e in questo secondo raduno la Sangemini Trevigiani Mg.Kvis VPM porrà le basi per le prime gare del calendario internazionale dei Professionisti. I corridori svolgeranno allenamenti qualitativi, con lavori al ritmo di soglia e uscite più lunghe, a ritmi uguali o molto simili a quelli che saranno il ritmo gara.

Per sei giorni i corridori Antonio Di Sante, Riccardo Ciuccarelli, Niccolò Salvietti, Nicola Graziato, Jacopo Cortese, Francesco Di Felice, Fabio Di Guglielmo, Davide Leone, Alessandro Marinozzi, Lucio Pierantozzi, Antonio Pugliese, Edoardo Martinelli, Raffaele Radice, il polacco Arthur Sowinski e il colombiano Luis Daniel Zea Contreras, quest’ultimo di rientro dai campionati nazionali (10° nella corsa in linea, 13° a cronometro) e dal bel successo ottenuto nel Campionato Dipartimentale della regione Boyaca, scandiranno dunque le loro giornate principalmente sulle strade di Norma, Sezze, Sermoneta, poi salendo verso Roccasecca e Rocca Massima. Tutti i corridori, poi saranno a disposizione dello staff per le fotografie ufficiali e il video istituzionale fissato per mercoledì 5 gennaio nel centro storico di Roma dove sarà presente anche il presidente Renato Barzi.